Google Panda: Algoritmo Detergente


GOOGLE PANDA: ALGORITMO DETERGENTE - Si parla molto di Google Panda e molti sono preoccupati per quello che potra’ succedere nell’universo variegato del bloggerismo.

Cosa E’ Google Panda

Google classifica i risultati delle ricerche in base a determinati criteri ed e’ in funzione di questi criteri che un sito si posiziona ai primi posti o nelle seconde o terze pagine.

google panda italia

Premesso che ovviamente nessuno conosce esattamente i criteri o la combinazione dei criteri, insomma l’algoritmo, usato per il posizionamento. Tutto veniva basato sino a ieri – almeno questa e’ la convinzione diffusa tra quelli esperti – soprattutto sulla scelta di parole chiave giuste e sul fatto di avere molti link in entrata.

I bravi posizionatori, capita l’antifona, riuscivano spesso a collocare i propri siti in prima pagina a dispetto del contenuto che spesso poteva essere scopiazzato o mediocre o tutt’e due: una buona conoscenza delle parole chiave, riuscire ad avere un po’ di link in entrata ed il gioco era fatto.

Si sentiva la necessita’ di un po’ d’ordine, era nell’aria il bisogno di un po’ di pulizia per dare il giusto riconoscimento a coloro che mettono in rete il frutto del loro pensiero in modo coordinato e fornendo un servizio di qualita’ al lettore e, dal punto di vista dell’utilizzatore, la necessita’ di trovare risposte interessanti ed esaurienti alle loro domande.

In aggiunta a questo, era ormai chiaro a tutti come la rete fosse invasa da pubblicazioni artificiose, articoli ridondanti, quando non addirittura veri e propri copia-incolla senza l’aggiunta di una virgola, usando e abusando del lavoro altrui.

Spesso succede di ritrovarsi a leggere un proprio articolo su un altro sito che magari adotta anche le stesse immagini senza cambiare nulla e, naturalmente omettendo di citare la fonte. Spesso cio’ avviene attraverso meccanismi di copiatura generati automaticamente, con effetti comprensibilmente amplificati.

Quando si scrive si usa necessariamente la conoscenza che si ha di quell’argomento e che la si e’ acquisita leggendo, informandosi, sperimentando, etc. Raramente quello che si scrive e’ frutto esclusivo del proprio intelletto e questo vale anche quando si esprime un’opinione, un pensiero che, pur nella sua autenticita’, potrebbe riprodurre qualcosa che si e’ appreso e condiviso intimamente. Come qualcuno ossessivamente ci ripete in ambito pubblicitario, ‘siamo tutti interconnessi’, che e’ vero e aggiungiamo anche che rifacendoci al concetto di ‘prospettiva’ di pirandelliana memoria, la realta’ ha pur sempre tanti punti di osservazione e va quindi interpretata.

Chi usa Internet non puo’ che apprezzare il senso di liberta’ della rete, tutto a disposizione di tutti, forse e’ il maggior valore di internet. Ma almeno le regole di civile convivenza…

Il Nuovo Algoritmo

Il nuovo algoritmo di Google preoccupa soprattutto coloro che lavorando coscienziosamente temono di essere ingiustamente colpiti. Gli altri, quelli del copia-incolla, intimamente se lo aspettano e, se non dovesse avvenire, e’ tutto grasso che cola!

Tuttavia dalle impressioni che si leggono sui siti americani che hanno gia’ assaggiato dal febbraio scorso il ‘Panda‘, pare che il nuovo algoritmo non sia ancora stato messo a punto e che sia tuttora in fase di perfezionamento e di implementazione trattandosi, del resto, di uno dei moltissimi e costanti aggiornamenti di Google. Durante questa fase di ‘aggiustamento’ purtroppo molti siti, anche importanti e di riconosciuta autorevolezza, sembra che ne abbiano fatto le spese e sono stati pesantemente penalizzati.

Google Panda Italia

Ora e’ la volta dell’Italia e molti sono spaventati.

Concettualmente e’ necessario capire quello che deve essere l’orientamento, che peraltro e’ molto ovvio e condivisibile: fare pagine di contenuto, che siano utili ad approfondire un argomento, non siano duplicazioni, siano scritte in modo corretto e piacevole cercando il piu’ possibile di restare sul tema fornendo riferimenti e collegamenti atti a consentire un efficace approfondimento al lettore.

Giustamente nessuno ha la ricetta magica per ottenere il migliore posizionamento, fortunatamente. Poiche’ il migliore risultato lo si ottiene con un giusto mix delle cose giuste, cio’ crea una competizione, sana e corretta.


Ricerca personalizzata
 
Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.