L’Italia censura Google, rivolta sul web


Da quando si e’ diffusa la notizia che tre dirigenti di Google sono risultati colpevoli in Italia per il video incriminato apparso su YouTube, e’ scoppiata un’ampia polemica in rete.

La prima risposta, ovviamente, e’ giunta da Mountain View, sede di Google, dove la societa’ si e’ fermamente opposta a questa decisione dei giudici italiani. La motivazione e’ semplice: si sta mettendo in serio pericolo la liberta’ in rete.
In poche parole, si rischia di sfociare in una vera e propria censura.

google italia giudici

Al di la’ del fatto che il video andava assolutamente rimosso (e condannati i protagonisti) per i contenuti violenti ed offensivi presenti in esso, cio’ che si teme maggiormente e’ che tutto cio’, come anche riportato da Search Engine Land, sia solo un pretesto per portare avanti leggi che possano bloccare la liberta’ e la naturale evoluzione del web.

Questo giunge proprio nel periodo in cui il governo italiano, presieduto dall’attuale primo ministro Silvio Berlusconi, sta lavorando per mettere in atto una regolamentazione per i siti che ospitano filmati e video, quali YouTube, per renderli maggiormente responsabili dei contenuti protetti da copyright presenti su di essi.

Sempre recentemente, Mediaset ha denunciato Google per alcuni video presenti sulla piattaforma YouTube, vincendo la battaglia legale sebbene Google sia prontamente ricorsa in appello.

Per finire con il Belpaese, l’antitrust e’ stata chiamata in causa per una presunta posizione dominante di Google News.
Alcuni editori sostengono, infatti, che il sistema di aggregazione delle notizie progettato da Google comporti una perdita di visitatori e di introiti. Di conseguenza richiedendo la rimozione da Google News, sempre i succitati editori, ritengono che si venga penalizzati anche nei risultati naturali della ricerca.

Si e’ venuta a creare una situazione decisamente imbarazzante per l’Italia agli occhi di tutto il mondo. Dove viene messa in luce la mancata conoscenza dei nuovi mezzi di comunicazione (oltre a non capirne il loro funzionamento…Google News e Google Search sono indipendenti tra loro) ed a dei forti limiti sullo sviluppo, nel nostro Paese, di nuove realta’ legate ad Internet.


Ricerca personalizzata
 
Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la navigazione e l'esperienza degli utenti oltre che per fornire pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori info visita la pagina della privacy policy.