Lun. Giu 24th, 2024

Nota: continueremo ad aggiornare questo articolo man mano che presentiamo più versioni delle fasi di sviluppo e beta di Android 14.

Qualche tempo fa, Google ha reso disponibile Android 14 agli utenti Pixel tramite la versione di anteprima per sviluppatori del sistema operativo, che ha dato agli utenti e agli sviluppatori un’idea di cosa aspettarsi quando Android 14 arriverà finalmente per più dispositivi. Pertanto, Google ha finalmente annunciato la prima versione beta di Android 14, che incorpora miglioramenti a prestazioni, sicurezza e privacy, personalizzazione dell’utente, nonché una migliore compatibilità con tablet e dispositivi pieghevoli.

La beta tiene conto anche del feedback ricevuto dalle prime anteprime degli sviluppatori e cerca di eliminare gradualmente eventuali bug e problemi di prestazioni: diamo un’occhiata!

Visualizza l’adattabilità e un’interfaccia utente più intelligente

Come visto nella precedente build di anteprima per sviluppatori, Android 14 è progettato per essere più flessibile quando si tratta di display di dimensioni maggiori, inclusi tablet e dispositivi pieghevoli. Google ha precedentemente fornito agli sviluppatori risorse per offrire un’esperienza migliore agli utenti di app attraverso guide di progettazione e sviluppo, che offrono ai progettisti e agli sviluppatori di app una prospettiva migliore su cosa offrire agli utenti di app quando accedono alla stessa app attraverso schermi di dimensioni diverse.

Ciò significa che Android 14 avrà meno difficoltà nel passaggio per adattarsi a una varietà di dimensioni dello schermo, soprattutto considerando che ora abbiamo visto un sacco di nuovi tablet e dispositivi pieghevoli sul mercato che a volte hanno proporzioni non convenzionali.

Google punta anche ad Android 14 per presentare un’interfaccia utente più intelligente, che si basa sul framework sottostante per fare le cose, e l’interfaccia utente del sistema che consente agli utenti di assumere il controllo. In quanto tale, la Beta 1 arriva con una manciata di nuovi perfezionamenti. Ad esempio, una nuova modifica è la freccia indietro, che è stata leggermente modificata per essere più prominente durante l’interazione dell’app con i gesti, consentendo una migliore visibilità: corrisponde persino al tema o allo sfondo di un dispositivo. È un cambiamento sottile, ma molto gradito, comunque.

Cambiamenti sotto il cofano

Per gli sviluppatori, Android 14 consentirà inoltre alle app di aggiungere azioni personalizzate ai fogli di condivisione del sistema che invocano. Gli sviluppatori possono scegliere una ChooserAction personalizzata utilizzando ChooserAction.Builder e specificare un elenco delle loro ChooserActions come Intent.EXTRA_CHOOSER_CUSTOM_ACTIONS dell’Intent creato con Intent.createChooser.

Con Android 14, gli sviluppatori possono ora interrogare i percorsi per scoprire cosa c’è dentro. L’API Path di Android (che consente la creazione e il rendering di grafica vettoriale) ora include funzionalità per interpolare tra percorsi le cui strutture corrispondono esattamente, il che consente effetti di morphing e un Libreria AndroidX fornisce retrocompatibilità all’API 21.

Aggiornamenti alla personalizzazione e alla privacy

Android 14 continua a compiere passi avanti per la personalizzazione dell’utente: uno sviluppo continuo sono le preferenze linguistiche individuali, che ora consentono la personalizzazione delle lingue mostrate nell’elenco delle lingue delle impostazioni di Android per app.

Won Android Studio Giraffe Canary 7 e AGP 8.1.0-alpha07, gli sviluppatori possono configurare le app in modo che supportino automaticamente le preferenze di lingua per app. Il plug-in Android Gradle genererà un file LocaleConfig file e aggiunge un riferimento ad esso nel file manifest generato, quindi gli sviluppatori non dovranno più creare o aggiornare il file manualmente quando cambia il supporto della lingua.

Con Beta 1, Android 14 affronta le funzionalità per gli utenti con esigenze e accesso speciali. Le nuove modifiche limiteranno la visibilità ai servizi di accessibilità incentrati sulla disabilità: il nuovo attributo accessibilityDataSensitive consente alle app di limitare la visibilità di viste specificate esclusivamente ai servizi di accessibilità che affermano di aiutare gli utenti con disabilità. Ciò significa che accessibilityDataSensitive può proteggere dati come password e impedire l’esecuzione di azioni involontarie come trasferimenti di denaro e checkout.

Per quanto riguarda queste app e servizi, Play Protect di Google garantirà agli utenti che le app scaricate dal Play Store siano veritiere su queste affermazioni. Ciò non influirà su servizi come TalkBack e altre app che aiutano gli utenti con disabilità.

Test di compatibilità delle app

Gli sviluppatori che non hanno testato la compatibilità delle app con Android 14 sono invitati a farlo il prima possibile, poiché l’accesso anticipato alla Beta significa che gli utenti e gli altri sviluppatori che hanno accesso alla Beta possono provare le app e segnalare problemi.

Detto questo, gli sviluppatori possono farlo verifica la compatibilità, installando le app pubblicate su un dispositivo o un emulatore con Android 14 Beta e lavora su tutti i flussi dell’app, rivedendo le modifiche al comportamento e pubblicando gli aggiornamenti dopo aver risolto i problemi. Di seguito puoi controllare le fasi di sviluppo precedenti di Android 14.

Sviluppatore Android 14 Build 2

Uno dei maggiori punti salienti introdotti con Android 12L (e successivamente Android 13) sono state le ottimizzazioni apportate per consentire ad Android di funzionare meglio con fattori di forma “non tradizionali” come tablet e pieghevoli. Google fornisce indicazioni agli sviluppatori per la qualità delle app in situazioni di grande schermo e ha anche rilasciato librerie per lo stilo a bassa latenza e la previsione del movimento.

Google offre inoltre agli sviluppatori una galleria di schermi di grandi dimensioni che darà agli sviluppatori un’idea migliore su come creare un’esperienza utente coinvolgente e coinvolgente su schermi di grandi dimensioni con layout diversi.

Basandosi sulla spinta di Android 14 per una migliore privacy, la nuova build consente inoltre agli sviluppatori di utilizzare Photo Picker per le app che richiedono l’accesso a supporti specifici dell’utente. Se Photo Picker non fosse disponibile, gli utenti di Android 14 concederanno alle app l’accesso a foto e video selezionati con le seguenti scelte:

  • Consenti l’accesso a tutte le foto: è disponibile la libreria completa di tutte le foto e i video sul dispositivo
  • Seleziona le foto: solo la selezione di foto e video dell’utente sarà temporaneamente disponibile tramite MediaStore
  • Non permettere: l’accesso a tutte le foto e i video è negato

Android 14 aggiunge anche Credential Manager come API della piattaforma. Developer Preview 2 presenta miglioramenti nello stile dell’interfaccia utente per il selettore di account, insieme a modifiche all’API basate su feedback precedenti.

Ciò semplificherà l’accesso per gli utenti con API che recuperano e archiviano le credenziali con provider di credenziali configurati dall’utente. Oltre alle password, l’API consentirà alle app di utilizzare passkey, che possono essere utilizzate sia con siti Web che con app.

Per Android 14, le app dovranno rendere immutabile l’intento in sospeso o renderlo esplicito. Per quanto riguarda le attività in background, Android impone restrizioni su quando le app possono avviare attività quando l’app è in esecuzione in background, quindi gli utenti hanno meno interruzioni sullo schermo.

Android Developer Preview 2 include anche ottimizzazioni per la gestione della memoria di Android con attività in background. Diversi secondi dopo che un’app passa allo stato memorizzato nella cache, il lavoro in background non è consentito al di fuori delle API del ciclo di vita delle app Android convenzionali.

Per quanto riguarda le notifiche, le notifiche su Android 14 contenenti FLAG_IN CORSO_EVENTO sarà ignorabile dall’utente sui dispositivi portatili sbloccati. Le notifiche rimarranno non ignorabili quando il dispositivo è bloccato, mentre le notifiche importanti per la funzionalità del dispositivo e del sistema rimarranno completamente non ignorabili.

Android 14 presenta nuove API PackageInstaller che consentono agli app store di migliorare la propria esperienza d’uso, consentendo di differire i download di APK fino a quando l’installazione non sarà stata approvata, consentendo agli installatori di consentire agli utenti ora che lo stesso si farà carico degli aggiornamenti futuri, così come il installazione di funzionalità facoltative dell’app tramite APK divisi mentre l’app è in uso.

In aggiunta alla personalizzazione preesistente di Android, le preferenze regionali consentono agli utenti di personalizzare le unità di temperatura, il primo giorno della settimana e i sistemi di numerazione, solo per citarne alcuni. Gli sviluppatori saranno in grado di utilizzare i nuovi menu delle impostazioni di Android per queste preferenze per fornire agli utenti una posizione rilevabile e centralizzata per modificare le preferenze dell’app.

Google aggiunge che si aspetta di raggiungere la stabilità della piattaforma per Android 14 qualche volta nel giugno 2023, quindi gli sviluppatori avranno diverse settimane prima del rilascio ufficiale per eseguire i test finali. Puoi dare un’occhiata al nostro copertura della prima Developer Preview di Android 14 Qui.

Più Android 14:

  • Come installare Android 14 Developer Preview sul tuo telefono
  • Anteprima per sviluppatori di Android 14 1

Vendita

GooglePixel 7 Pro

  • Google Pixel 7 Pro è il telefono migliore di tutto di Google; alimentato da Google Tensor G2, è più veloce, più efficiente e…
  • Il telefono Android 5G sbloccato ti offre la flessibilità di cambiare operatore e scegliere il tuo piano dati[2]; funziona con Google…