Sab. Mag 18th, 2024
Epic non ha finito di inseguire il Google Play Store

L’anno scorso Epic ha vinto una causa antitrust contro Google. Questo è stato un grosso problema. Come parte della decisione del tribunale, Epic ha dovuto creare una proposta di ingiunzione evidenziando le modifiche che vuole che Google apporterà al Play Store su Android. Sembra che l'azienda abbia preso la decisione in base a loro ultimo comunicato stampa.

Fondamentalmente, sembra che Epic voglia che Google non interferisca con il modo in cui vengono gestiti gli store di terze parti e le app di sideloading su Android. Per chi non ha familiarità, in genere Android visualizza un avviso quando gli utenti tentano di caricare app o utilizzare app store di terze parti. Questo viene fatto per avvisare gli utenti dei potenziali pericoli di tali pratiche.

Il Google Play Store controlla le app alla ricerca di malware e altri pericoli quando le app vengono inviate. Anche se gli app store di terze parti potrebbero fare lo stesso, è solo una questione di reputazione e fiducia. Secondo l'elenco delle modifiche proposte, Epic desidera che l'esperienza di sideload delle app e di utilizzo di app store di terze parti sia la stessa del Google Play Store.

Dicono anche che Google non può vendicarsi contro Epic per aver sfidato le pratiche del Play Store. Tieni presente che queste modifiche proposte non sono ancora state implementate. Google ha la possibilità di rispondere con un proprio deposito. Anche Google ha rilasciato una dichiarazione Android Centrale detto:

“La dichiarazione di Epic alla Corte Federale degli Stati Uniti dimostra ancora una volta che vuole semplicemente i vantaggi di Google Play senza dover pagare per questo. Continueremo a contestare il verdetto, poiché Android è una piattaforma mobile aperta che deve affrontare una forte concorrenza da parte dell'Apple App Store, nonché degli app store su dispositivi Android, PC e console di gioco.”