Sab. Apr 13th, 2024
Google Wallet ora richiede lo sblocco del telefono per i pagamenti

Proprio di recente sono entrato nel mio solito minimarket per fare la spesa veloce. Dopo aver toccato il mio Pixel sullo scanner POS per pagare con Google Wallet, il mio telefono ha improvvisamente chiesto la verifica dell’impronta digitale prima di consentirmi di pagare gli articoli. Si scopre che molti altri utenti Android hanno visto questo nuovo cambiamento anche sui loro dispositivi, in base a diversi rapporti online.

In precedenza, la maggior parte delle transazioni tap-to-pay su telefoni Android tramite Google Wallet non richiedeva all’utente di sbloccare il telefono, ma elaborava invece automaticamente la transazione. In precedenza esistevano alcune eccezioni, come gli importi dei pagamenti che superano una determinata soglia a seconda del paese in cui viene utilizzata la funzionalità.

Con questo nuovo sviluppo, tuttavia, sembra che Google stia implementando questa funzionalità di sicurezza aggiuntiva per più utenti, come si evince da una dichiarazione al riguardo pagina di supporto ufficiale:

“Prossimamente, sulla tua carta di credito e debito non verranno addebitati pagamenti al dettaglio a meno che tu non abbia utilizzato di recente un metodo di verifica, come l’impronta digitale o il PIN. Alcuni utenti potrebbero già aver bisogno di verificare per effettuare un pagamento. Se ti viene chiesto di verificare la tua identità, completa i passaggi di verifica sul tuo dispositivo per effettuare un pagamento.”

Questo è simile a quello che hanno fatto altre aziende come Apple, che di solito richiedono a un utente di sbloccare il proprio dispositivo con Face ID prima di consentirgli di continuare con la transazione tap-to-pay.