Lun. Mag 27th, 2024
L'Apple Vision Pro non inaugura il futuro AR che ci era stato promesso

Il concetto di tecnologia della realtà virtuale e aumentata affascina da anni il pubblico. Abbiamo tutti visto programmi TV e film sul potenziale della tecnologia e su come un giorno diventerà mainstream. Nonostante i dispositivi AR e VR siano in circolazione da anni, sono rimasti in gran parte dispositivi di nicchia. Mela lancio il Vision Pro è un tentativo di entrare nel mainstream, ma penso che sarà un compito arduo.

Una vendita difficile

Nonostante il design unico e il set di funzionalità uniche, è difficile ignorare il prezzo del Vision Pro. Al prezzo di oltre $ 3.000, sarà una vendita difficile per il consumatore medio. I dispositivi concorrenti o quelli di una categoria simile costano molto meno.

In secondo luogo, la durata della batteria del Vision Pro non è eccezionale. Per un dispositivo che dovrebbe essere portatile, la durata della batteria di circa 2,5 ore è piuttosto deludente. Potrebbe andare bene per un film, ma questo è tutto. Infine, è troppo dannatamente evidente. Ricorda quando è stato lanciato per la prima volta il meno appariscente Google Glass e il la reazione viscerale del pubblico ad esso? Vision Pro di Apple non si preoccupa nemmeno di provare a camuffarsi.

Questo ci porta al punto successivo: il fattore di forma. Se Apple spera che il Vision Pro diventi una parte quotidiana della nostra vita, deve essere trasformato in un fattore di forma facilmente “dimenticabile”. Pensa a prodotti come gli smartwatch. Si possono indossare al polso e si dimenticano facilmente tranne quando ne hai bisogno. Non sono d’intralcio e non occorre ritagliarsi un momento o un luogo particolare per utilizzarli.

Gli occhiali da sole intelligenti Ray-Ban di Meta sono un ottimo esempio. Anche quando le loro funzionalità intelligenti non vengono utilizzate, si trasformano in un fantastico accessorio di moda che tu o io indosseremo facilmente ogni giorno.

C’è del potenziale

Detto questo, l’Apple Vision Pro è lungi dall’essere un fallimento. A giudicare dalle varie recensioni del dispositivo, Apple ha effettivamente creato un dispositivo che funziona più o meno come commercializzato. È un’impresa ingegneristica piuttosto impressionante, soprattutto con i suoi controlli basati sui gesti. L’integrazione con l’ecosistema Apple è un altro vantaggio, che lo rende un’ottima estensione per gli utenti iPhone o Mac.

Per essere onesti, pensiamo che Apple si aspetti già che il Vision Pro di prima generazione non sarà un successo strepitoso. Il prezzo da solo è sufficiente a scoraggiare la maggior parte dei clienti. Come ogni nuova forma di tecnologia, c’è spazio per miglioramenti e perfezionamenti. Alla fine, Apple deve decidere cosa vuole dal Vision Pro e a chi si rivolge esattamente.

Se c’è una cosa positiva che Vision Pro ha ottenuto è che, grazie agli sforzi di marketing e alla reputazione di Apple, può ulteriormente stimolare la discussione e l’interesse per la tecnologia AR e VR. Può anche contribuire a fungere da catalizzatore per una più ampia accettazione e integrazione della tecnologia nella nostra vita quotidiana.