Sab. Lug 20th, 2024

Molti telefoni in questi giorni sono dotati di display enormi e non è una brutta cosa. Display enormi significano che i siti Web possono essere visualizzati più facilmente, i giochi sono più divertenti e i video sono più coinvolgenti. L’unico problema è che i telefoni con schermi più grandi possono sembrare ingombranti, specialmente se hai mani più piccole.

Questo è qualcosa di cui ASUS è a conoscenza e con l’annuncio dello Zenfone 10, sembra che l’azienda abbia optato per il fattore di forma compatto.

Ora, in realtà abbiamo sentito parlare di questo telefono da aprile, quando sono stati scoperti i benchmark del portatile su Geekbench. Come previsto da un telefono di punta del 2023, lo Zenfone 10 è alimentato nientemeno che dal chipset Snapdragon 8 Gen 2 di Qualcomm. Conterrà anche un display AMOLED da 5,9 pollici di dimensioni decenti con una frequenza di aggiornamento di 144Hz.

Una cosa da notare è che i 144Hz possono essere abilitati solo utilizzando la funzione software Game Genie durante i giochi per dispositivi mobili, quindi non sarà sempre attivo. Detto questo, sappiamo che 5,9 pollici è piccolo rispetto ad altri telefoni, ma è di progettazione.

In effetti, la natura compatta del telefono è stata ispirata dall’ASUS Zenfone 9, anch’esso progettato per essere un telefono compatto finalizzato a un migliore utilizzo con una sola mano, e questo è stato evidenziato da ASUS durante l’annuncio. Per espandere ulteriormente questo aspetto, ASUS ha introdotto una nuova funzionalità hardware chiamata ZenTouch, che è una striscia sensibile al tocco che corre lungo il lato destro del telefono.

Ciò consente agli utenti di interagire con il telefono anche con una sola mano, ad esempio abilitando il sensore di impronte digitali per sbloccare il telefono o autorizzare i pagamenti, interagire con l’area notifiche, scorrere i siti Web, saltare le playlist e altro ancora. Dobbiamo ammettere che in realtà è una funzionalità piuttosto interessante, ma fino a quando non la proviamo noi stessi, rasenta l’ingannevolezza. Altre specifiche includono l’uso di LPDDR5X 16 GB di RAM e fino a 512 GB di spazio di archiviazione UFS 4.0.

Sul fronte della fotocamera, il telefono includerà uno sparatutto principale Sony IMX766 da 50 MP con un sistema di stabilizzazione gimbal ibrido a 6 assi. Ci sarà anche una fotocamera ultrawide da 13 MP di accompagnamento. Oltre al sistema di stabilizzazione ottica, ASUS ha introdotto quello che chiamano Adaptive EIS che utilizza le informazioni giroscopiche per creare video stabilizzati ancora meglio con un campo visivo più ampio. Oltre a potenziare le capacità video di Zenfone 10, ASUS ha collaborato con OZO per offrire una migliore qualità audio con funzionalità come la riduzione del rumore del vento e così via.

Ci sarà anche una batteria da 4.300 mAh e per coloro che hanno perso la ricarica wireless dallo Zenfone 9, lo Zenfone 10 supporterà finalmente la ricarica wireless Qi. Inoltre, per coloro che preferiscono ancora utilizzare le cuffie cablate, lo Zenfone 10 verrà fornito con un jack per cuffie da 3,5 mm, una rarità negli smartphone di oggi.

Il telefono sarà disponibile in una serie di colori come Midnight Black, Starry Blue, Aurora Green, Comet White ed Eclipse Red. ASUS sottolinea anche come le versioni bianca, rossa e verde presentino una trama leggermente più aderente, quindi se sei qualcuno che ha i palmi sudati, potresti prendere in considerazione questi colori per una presa migliore.

In termini di prezzo, lo Zenfone 10 avrà un prezzo a partire da 799 euro per il modello base con 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione, 849 euro per il modello da 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione e 929 euro per la configurazione da 16 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione. . La società afferma che il telefono sarà presto disponibile in tutto il mondo.