Ven. Set 30th, 2022

È il gioco più primaverile e ottimista sul mercato. Nintendo ancora una volta re-inventa la ruota e fa centro

Rilassante, impegnativo ma anche epico, a tratti. Kirby e la terra perduta è una sessione di yoga, nel senso buono. Ti fa bene, è impegnativa e alla fine ne esci più leggero. Per la prima volta il paffuto eroe rosa entra in un mondo a tre dimensioni. Siamo dalle parti di Super Mario Odyssey o di Mario 3D World. Ma Kirby non è Super Mario. I suoi giochi sono ancora più colorati e buffi. E hanno un’anima bambina che vuole dire scoperta.

La «boccomorfosi» che permette al nostro amico di aspirare oggetti e assumerne le caratteristiche è il super-potere più ispirato ed emblematico. Il consiglio?  Provate a trasformarvi in un distributore di bibite o in una trivella o in una lampadina. E poi vediamo se il mondo non è più rosa.

Nintendo è magica perché ci fa giocare sempre allo stesso gioco senza che ce ne accorgiamo. E non ci importa. Perché ogni salto è leggermente diverso dall’altro, ogni trasformazione è sempre più sorprendente di quella passata. Super Mario, Kirby, Yoshi ti portano dove vogliono loro. Anche se si assomigliano un po’ tutti. Anche se razionalmente lo sai che non c’è mai nulla di nuovo. Dopo un paio di ore di giochi metti da parte lo spirito di critico e cominci a divertirti. Come se fosse la prima volta.