Sab. Mag 18th, 2024
Hashdex mira alla prima approvazione spot del bitcoin negli Stati Uniti con una nuova presentazione

Ricevi aggiornamenti gratuiti sui fondi negoziati in borsa

Un asset manager brasiliano poco conosciuto ha escogitato una nuova soluzione che potrebbe vederlo sgomitare di fronte a rivali molto più grandi come BlackRock e Ark per ottenere l’approvazione per il primo exchange traded fund bitcoin spot negli Stati Uniti.

Quello di Hashdex mossa tenta di placare le preoccupazioni della Securities and Exchange Commission sul rischio di manipolazione nel mercato spot dei bitcoin.

Mentre i concorrenti rivali come BlackRock propongono di stabilire un “accordo di condivisione di sorveglianza” con l’exchange di criptovalute Coinbase per rilevare eventuali frodi, Hashdex afferma invece che il calcolo del valore patrimoniale netto del suo ETF verrebbe derivato dalla curva dei futures bitcoin del mercato CME.

La Borsa di New York ha presentato istanza alla SEC per consentire a Hashdex di convertire il suo esistente ETF Bitcoin Futures da 3 milioni di dollari quotato in Borsa al NYSE Arca (DEFI) in un ETF Hashdex Bitcoin spot.

La richiesta di Hashdex arriva nel mezzo di una crescente speculazione secondo cui i regolatori statunitensi stanno per porre fine alla loro decennale resistenza alla creazione di ETF spot su bitcoin – che investono nella criptovaluta “fisica”, piuttosto che in contratti futures – da quando BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, ha presentato istanza una domanda per lanciare un simile ETF a giugno.

La mossa di BlackRock ha inaugurato una corsa all’oro in stile 21° secolo quando grandi nomi dei gestori rivali come Ark Investment Management, Fidelity, Invesco, WisdomTree, VanEck, Valkyrie Investments e Bitwise hanno presentato nuovamente le loro domande alla SEC nella speranza che la presentazione di BlackRock aprisse il mercato porta del regolatore.

La SEC sta ancora esaminando i documenti, lasciando al settore il dubbio se consentirà o meno eventuali ETF spot su bitcoin, una struttura a cui si è opposto sulla base del fatto che il bitcoin è negoziato su scambi non regolamentati che potrebbero essere potenzialmente suscettibili di manipolazione o frode. .

Se la SEC fosse disposta a cedere, tuttavia, significherebbe che tutti questi nomi familiari potrebbero essere superati da Hashdex – una casa brasiliana di criptovalute che attualmente gestisce solo 435 milioni di dollari in America Latina, Europa e Stati Uniti – meno di 1/1. Il 20.000esimo patrimonio di BlackRock in gestione ammonta a 9,4 trilioni di dollari.

DEFI è attualmente di gran lunga il più piccolo dei quattro ETF futures bitcoin negoziati negli Stati Uniti, una struttura consentita dalla SEC perché i contratti futures sono quotati e negoziati sul Chicago Mercantile Exchange, un mercato regolamentato. La SEC ritiene che questo accordo fornisca una sorveglianza sufficiente per evitare il rischio che gli investitori vengano danneggiati da attività criminali.

L’ETF Hashdex conterrebbe una miscela di contratti futures bitcoin, bitcoin spot e contanti. Acquisterà e venderebbe bitcoin fisici tramite l’Exchange for Physical Transactions del CME, un tipo di accordo privato tra due parti per negoziare una posizione future per l’asset sottostante. Queste transazioni sono soggette alla sorveglianza del mercato della CME.

Pertanto, “qualsiasi tentativo di manipolare il prezzo del fondo richiederebbe di influenzare la curva dei futures sul mercato CME”, un mercato che la SEC è felice di lasciare sostenere i prezzi per il quartetto esistente di ETF futures su bitcoin, si legge nel documento.

Nate Geraci, presidente di The ETF Store e consulente finanziario, ha descritto la proposta Hashdex/NYSE come una “mossa brillante”.

Un secondo fattore di fondamentale importanza per il deposito è che il DEFI è strutturato secondo il Securities Act del 1933, piuttosto che l’Investment Act del 1940 favorito da molti ETF, compresi i suoi fondi futures bitcoin rivali.

Le società di investimento regolamentate strutturate ai sensi della legge del 1940 possono investire solo in titoli, non in materie prime.

Tuttavia, i trust concedenti e i pool di materie prime creati ai sensi della legge del 1933 sono autorizzati a investire in materie prime, quindi ETF come SPDR Gold Shares (GLD) sono strutturati in questo formato.

Ciò è rilevante perché Gary Gensler, presidente della SEC, ha stabilito che il bitcoin è una merce, non un titolo, anche se crede che la maggior parte delle altre criptovalute lo siano titoli.

Se la SEC dovesse cedere sugli ETF spot su bitcoin – o fosse costretta a cambiare rotta se perdesse una causa in tribunale con Grayscale, che sta facendo causa al regolatore per il diritto di convertire il suo esistente Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) in un ETF – ciò potrebbe potenzialmente dare un vantaggio a Hashdex a causa della sua struttura della legge del 1933.

C’è una scuola di pensiero secondo cui sarebbe più rapido convertire un fondo esistente per iniziare a fare trading in bitcoin spot piuttosto che lanciare un nuovo veicolo da zero.

“Nel caso in cui la SEC approvi un bitcoin spot, DEFI può semplicemente convertirsi da futures a fisico perché la sua struttura gli consente di detenere sia futures che asset fisici – come con la maggior parte degli ETF sulle materie prime”, ha affermato Cinthia Murphy, direttrice della ricerca presso l’ETF Think. Tank, la divisione di ricerca di Tidal Financial Group.

“Ci sono un paio di documenti da presentare per la conversione di una legge del ’33, ma una volta approvato, il DEFI potrebbe convertirsi in spot il giorno successivo all’approvazione della SEC”, ha aggiunto.

Questa opzione non sarebbe disponibile per altri ETF sui futures bitcoin esistenti come l’ETF ProShares Bitcoin Strategy (BITO), ha detto Murphy.

“[19]I fondi della legge 40 non possono detenere attività fisiche, ma solo titoli, quindi una conversione non è possibile. È probabile che vedremo arrivare sul mercato una serie di fondi bitcoin spot del ’33 Act, al contrario delle conversioni di fondi esistenti a causa di queste restrizioni normative associate ai fondi del ’40 Act.”

Essere i primi potrebbe rivelarsi vantaggioso. BITO, che ha battuto sul mercato i prodotti rivali di VanEck, Valkyrie e Hashdex ETF quando è stato lanciato nell’ottobre 2021, detiene attualmente 942 milioni di dollari degli 1,01 miliardi di dollari nel segmento.

Tuttavia, in questo caso gli investitori possono scegliere di attendere il lancio di prodotti simili da parte di nomi familiari come BlackRock se credono che seguiranno subito dopo.