Dom. Lug 14th, 2024
La passione dell'India per l'oro svanisce mentre i prezzi si avvicinano al massimo storico

In un tranquillo pomeriggio presso la gioielleria Gold Palace nel centro di Bengaluru, il negoziante Shaik Ameen si lamenta della scarsa attività commerciale, poiché le famiglie indiane stanno riducendo gli acquisti pre-matrimonio a causa dei prezzi alle stelle dei lingotti.

Prima che l'oro raggiungesse nuovi record, Ameen, 29 anni, che aiuta a gestire il negozio con suo padre, ha detto che circa la metà dei circa 50 clienti giornalieri che entrano potevano essere considerati in vendita. Quel livello è ora sceso a circa un quarto.

“La gente ha smesso di comprare”, ha detto Ameen. “Una persona che poteva permettersi di comprare circa 100 o 200 grammi è appena passata a 50 o 60 grammi”.

È noto l'amore dei consumatori indiani per l'oro: è tradizionalmente considerato una riserva di valore per le famiglie ed è legato a Lakshmi, la divinità indù della ricchezza e della prosperità.

Tuttavia, i prezzi del metallo prezioso, ampiamente considerato una copertura contro l'inflazione, sono aumentati del 24 per cento in rupie negli ultimi 12 mesi, spinti dai conflitti in Medio Oriente e in Ucraina, nonché dalle enormi scommesse degli speculatori in Cina, che ha eclissato l'India come maggiore importatore di oro al mondo.

Nonostante la sua immensa importanza culturale nelle feste e nei matrimoni indù, la domanda di gioielli in oro in India è diminuita del 6 per cento lo scorso anno, secondo il World Gold Council, rispetto all'aumento del 10 per cento in Cina.

Secondo Crisil, una società di analisi indiana di proprietà di S&P Global, si prevede che i volumi di vendita “stagneranno” nell’anno fino a marzo 2025.

Titan, divisione di gioielleria e moda del conglomerato indiano Tata Sons, a maggio ha registrato un utile nel quarto trimestre di 7,9 miliardi di rupie (95 milioni di dollari), al di sotto delle stime degli analisti, dopo che la domanda è stata colpita dagli elevati prezzi dei lingotti.

Nonostante la “passione” dell'India per l'oro, l'aumento dei costi avrà un impatto sulle famiglie in vista delle nozze, ha affermato Surendra Mehta, segretario nazionale dell'India Bullion and Jewellers Association.

“Hanno due possibilità: o acquistare quantità inferiori o acquistare carati inferiori [purity]”, ha detto. “Non vedo che i prezzi verranno corretti nel prossimo futuro.”

Sebbene sia noto che gli indiani raccolgano oro per i matrimoni con anni di anticipo, conservandone una parte nel corso delle generazioni, gli acquisti dell'ultimo minuto sono spesso inevitabili.

Per la celebrazione del matrimonio di Kishita Gupta, tenutasi all'inizio di quest'anno nella sua città natale di Meerut, nell'India settentrionale, circa un decimo dei 95.000 dollari di budget dell'evento è stato speso in gioielli, alcuni dei quali acquistati due anni prima.

Ma quando la 26enne responsabile marketing della piattaforma di pianificazione WedMeGood ha pensato di acquistare altri set un mese prima della cerimonia di marzo, si è tirata indietro di fronte al costo e ha optato per gioielli artificiali più economici.

Grazie alle aspettative della società, “i genitori sono sicuramente sotto pressione a causa del prezzo dell'oro e questo ostacola molte decisioni”, ha affermato Gupta.

In risposta alla “folle quantità di oro”, si stanno verificando molte “cose ​​da mescolare e abbinare” e si sta riciclando la vecchia gioielleria per ottenere nuovi articoli, ha aggiunto il fondatore di WedMeGood, Mehak Sagar Shahani.

L'aumento dei costi nel settore dei matrimoni a seguito della pandemia di Covid significa che “qualunque cifra tu spenda, non ti porta più lontano come prima, e a ciò si aggiunge il fatto che il prezzo dell'oro non aiuta”, ha affermato Vithika Agarwal, co-fondatrice dell'esclusiva Divya Vithika Wedding Planners con sede a Bengaluru.

Ma Agarwal ha affermato che ciò non ha impedito ai ricchi di organizzare grandi feste.

“Quando si tratta dei miei clienti di fascia alta non fa molta differenza”, ha detto. “Ci sono alcune culture… dove il fattore spettacolo è enorme”.

Lo spettacolo più grandioso sarà rappresentato dalle nozze di luglio di Anant Ambani, il figlio più giovane del presidente della Reliance Industries e uomo più ricco dell'Asia, Mukesh Ambani, e Radhika Merchant.

I festeggiamenti pre-matrimonio, con abiti sontuosi, un'esibizione di Rihanna e tra gli ospiti anche Mark Zuckerberg, si sono svolti a marzo presso il complesso della raffineria Jamnagar della Reliance e hanno fatto notizia in tutto il mondo.

Nel negozio principale di Bengaluru del C Krishniah Chetty Group of Jewellers, un'attività con oltre 150 anni di storia e una clientela facoltosa tra cui il Maharaja di Mysore, anche l'addetto alle vendite Anil Karumbaya ha deriso l'idea che i suoi clienti benestanti avessero tagliato i prezzi.

Ha sottolineato che Bengaluru, la Silicon Valley indiana, era la patria di numerosi miliardari e milionari. Durante un tour delle collezioni più preziose del negozio, Karumbaya ha accompagnato il MagicTech lontano da un paio di “individui di alto valore” che stavano negoziando un acquisto.

“La classe alta e la classe media vengono qui, non credo che siano state toccate”, ha detto Karumbaya. “Non sono scoraggiate dal prezzo”.

Ha aggiunto che molti residenti della città sono più ricchi di quanto sembrino a prima vista. “La gente ha un sacco di soldi. Ci sono casi di persone che arrivano con delle calzature molto semplici e se ne vanno con un [$12,000] “conto”, ha detto.