Elon Musk si è offerto di acquistare Twitter per il prezzo inizialmente concordato di 44 miliardi di dollari, in una mossa che potrebbe porre fine a una delle battaglie legali aziendali di più alto profilo degli ultimi decenni.

Il capo di Tesla ha inviato una lettera a Twitter lunedì sera offrendo di portare avanti l’accordo, meno di due settimane prima che le due parti fossero processate presso la Delaware Chancery Court.

Secondo un deposito normativo di martedì, gli avvocati di Musk hanno affermato nella lettera che l’imprenditore intendeva chiudere l’accordo al prezzo precedentemente concordato di $ 54,20 per azione, una volta ricevuto il finanziamento del debito, a condizione che il tribunale interrompesse l’azione legale e aggiornasse il processo imminente e relativi procedimenti.

“Le parti di Musk forniscono questo avviso senza ammissione di responsabilità e senza rinuncia o pregiudizio a nessuno dei loro diritti”, si legge nella lettera.

In una dichiarazione, un portavoce di Twitter ha riconosciuto di aver ricevuto la lettera e ha affermato che “l’intenzione della società è quella di chiudere la transazione a $ 54,20 per azione”.

Le due parti si sono incontrate in tribunale in un’udienza di emergenza tramite Zoom martedì con il giudice, Kathaleen McCormick, secondo una persona che ha familiarità con la situazione.

Twitter sta cercando protezioni più ampie dal tribunale, ha affermato la persona, come un ordine di dare garanzie sui tempi e sulla certezza della chiusura. Le due parti stanno ora cercando di capire come potrebbe essere un meccanismo, ha detto la persona.

Un’altra udienza in tribunale di emergenza in cui entrambe le parti aggiorneranno il giudice dovrebbe aver luogo entro la fine di martedì, secondo due persone che hanno familiarità con la questione.

Una persona vicina a Twitter ha affermato che la società è preoccupata che Musk possa offrirsi di procedere con l’accordo nel tentativo di ritardare un processo. Musk doveva essere deposto alla fine di questa settimana.

Le azioni su Twitter sono aumentate notevolmente dopo che Bloomberg ha riferito per la prima volta che Musk aveva proposto di procedere con un accordo, prima di essere interrotto. Dopo la ripresa delle negoziazioni, le azioni di Twitter hanno guadagnato il 22% a $ 52.

L’amministratore delegato di Tesla ha inizialmente accettato ad aprile di rilevare Twitter per $ 54,20 per azione. Pochi mesi dopo, a luglio, ha affermato che intendeva ritirarsi dall’accordo, adducendo la preoccupazione che la società avesse fuorviato le autorità di regolamentazione e gli investitori sul numero di account falsi sulla sua piattaforma.

Twitter ha citato in giudizio Musk per completare l’accordo, sostenendo che il suo tentativo di ritirarsi era motivato dalla protezione dei suoi interessi finanziari durante una flessione dei titoli tecnologici piuttosto che da qualsiasi preoccupazione valida sui numeri di conto.

Un processo doveva iniziare il 17 ottobre. Le due parti hanno emesso dozzine di citazioni in giudizio a investitori, banchieri e altri coinvolti nell’accordo, e ciascuna ha accusato l’altra di non aver collaborato nel processo preliminare.

Il mese scorso, Musk ha modificato la sua denuncia includendo le accuse dell’ex dirigente di Twitter Peiter Zatko secondo cui la società ha fuorviato utenti e autorità di regolamentazione sulle sue pratiche di sicurezza, affermazioni che sono state rese pubbliche solo dopo che Musk ha annunciato per la prima volta la sua intenzione di ritirarsi e che la società di social media nega.

Il tentativo di Musk di evitare una lunga battaglia legale – che ha già portato al rilascio dei suoi messaggi di testo privati ​​con noti personaggi della tecnologia – aggiunge un’altra svolta a un accordo che ha affascinato il mondo aziendale.

Mentre la maggior parte degli osservatori credeva che sarebbe stato quasi impossibile per Musk ritirarsi dall’accordo a tenuta stagna, c’era anche curiosità sul fatto che potesse farla franca e cosa ciò avrebbe significato per i contratti di fusione e acquisizione in generale.

Storicamente è stato estremamente difficile per gli acquirenti che accettano un accordo essere autorizzati ad abbandonarlo a meno che non si verifichino violazioni straordinarie dell’accordo di fusione.

Un gruppo di banche di Wall Street che si sono iscritte per fornire 13 miliardi di dollari di finanziamenti ora probabilmente dovranno affrontare un percorso difficile per scaricare il debito con il sell-off nel mercato della finanza a leva e potrebbe dover finanziare l’accordo almeno in parte loro stessi.

Twitter non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.