Lun. Giu 24th, 2024
Il successo virale di Airchat non durerà

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Una nuova app di social media con un logo inquietante e a trentadue denti è diventata virale nella Silicon Valley all'inizio di quest'anno. Airchat consente agli utenti di registrare qualunque pensiero vogliano condividere con il mondo e di trascriverli in un feed continuo di testo e audio. La cacofonia delle voci ha lo scopo di imitare le interazioni del mondo reale. Ma le piattaforme social solo audio hanno un record scarso. E Airchat sembra una moda passeggera i cui giorni sono già contati.

Il feed verticale di Airchat è stato paragonato a X. Ma il suo focus clubby, incentrato sulla tecnologia e il modo in cui consente agli utenti di ascoltare altre persone parlare ricordano la rete audio Clubhouse. Le conversazioni, a cui chiunque può partecipare, spaziano dall’accettabilità di indossare scarpe in casa alla politica normativa nel settore tecnologico. Tra i titolari di account di alto profilo figurano Sam Altman di OpenAI e Patrick Collison di Stripe, sebbene nessuno dei due abbia post che possano essere ascoltati dal pubblico.

Clubhouse ha attirato l'attenzione grazie a utenti noti come Elon Musk. Ma l'investitore e co-fondatore di Airchat Naval Ravikant, che in precedenza aveva fondato il canale di raccolta fondi per start-up AngelList, afferma che la sua app è progettata pensando all'amicizia, non agli influencer.

Sfortunatamente per Airchat, la velocità con cui i giganti dei social media statunitensi replicano le idee popolari significa che il ciclo di vita delle nuove app è brutalmente breve. La noia del lockdown ha spinto Clubhouse a 10 milioni di utenti entro un anno dal suo lancio nel 2020. Ha raggiunto una valutazione di 4 miliardi di dollari. Verso la fine del 2021, tuttavia, il numero di utenti attivi era diminuito e i download mensili erano scesi al di sotto di 1 milione. I prodotti rivali basati sull'audio erano diventati disponibili su Facebook e Twitter. Anche la curiosità iniziale può diminuire rapidamente. L'anno scorso, i codici di invito per la nuova app social Bluesky erano molto richiesti. Ora è aperto a tutti ma non appare nella classifica delle prime 50 app social.

Airchat affronta lo stesso problema. L'app ha abbandonato la sua politica iniziale di solo su invito nel perseguimento della crescita, ma non ha scalato le classifiche delle app dei social media. Abbandonare l’esclusività troppo presto potrebbe essere stato un errore. I primi ad adottarli amano sentirsi dei VIP. Come Clubhouse, anche Airchat spera di lasciare la moderazione nelle mani degli utenti, cosa che diventa più difficile man mano che la rete cresce.

È possibile che le preoccupazioni normative sui giganti dei social media possano aiutare le nuove app di social media. I politici statunitensi stanno spingendo un disegno di legge che costringerebbe il proprietario cinese di TikTok a vendere l’app o a vederla vietata. Ma gli effetti di rete, la monetizzazione e le imitazioni da parte dei rivali non sono facilmente superabili. Se X lanciasse una funzionalità audio, sarebbe difficile vedere come Airchat potrebbe distinguersi.

[email protected]