Ven. Mar 1st, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Troppo grandi per fallire era l’etichetta assegnata alle banche tradizionali durante la crisi finanziaria. Potrebbe essere che “troppo grandi per avere successo” sia l’epiteto per le audaci start-up che sperano di usurparle?

Il leader in Europa è la britannica Revolut, gestita dal co-fondatore Nik Storonsky. I conti finanziari ritardati del gruppo per il 2022 sono finalmente arrivati ​​venerdì. Hanno mostrato una crescita spettacolare, insieme a dolori di crescita.

Revolut si sta posizionando come uno sportello finanziario unico, non vincolato da confini geografici o di prodotto. Questa audace promessa ha affascinato gli investitori privati ​​che hanno acquistato per un prezzo di 33 miliardi di dollari nel 2021. Da allora gli investitori hanno abbassato le loro quote mentre i tassi di interesse di mercato sono aumentati. Ma i regolatori potrebbero rappresentare un ostacolo immediato più grande di fronte alle ambizioni a lungo termine di Revolut.

I ricavi sono stati di 1,1 miliardi di dollari nel 2022, ovvero il 45% in più rispetto all’anno precedente. Si prevede che quest’anno raggiungeranno i 2 miliardi di dollari, quando si prevede che i margini di profitto netti raggiungeranno la doppia cifra. Anche i costi sono aumentati rapidamente con l’organico raddoppiato a 6.000 l’anno scorso. Dopo un rallentamento del ritmo, oggi i lavoratori sono circa 8.000.

Questo è il tipo di parametri che gli investitori adorano. Ma sono anche quelli che mettono alla prova i nervi dei regolatori che riflettono sulla richiesta di lunga data di Revolut per una licenza bancaria nel Regno Unito. Un altro fattore è stata la qualificazione dei conti del 2021 dopo che i revisori non sono stati in grado di verificare completamente alcune entrate. Negli ultimi conti, i revisori hanno affermato che i precedenti problemi relativi ai controlli interni di Revolut erano stati risolti.

Alcuni investitori ora attribuiscono al gruppo un valore vicino ai 20 miliardi di dollari. Sembra più vicino al bersaglio. Supponendo che la crescita di Revolut si moderi nel 2024 e che il margine di profitto netto a due cifre sia basso, Revolut potrebbe guadagnare circa 300 milioni di dollari. Un multiplo 50 volte, uguale a quello di Adyen e superiore a quello di Wise, implica una valutazione di 15 miliardi di dollari.

Revolut deve ancora sconvolgere il mercato come previsto, ma le sue ambizioni più ampie potrebbero aumentare la sua valutazione rispetto ai suoi concorrenti puramente di pagamento.