Gio. Mag 23rd, 2024
Ofcom indaga su OnlyFans sull'accesso dei bambini ai contenuti per adulti

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Le autorità di regolamentazione del Regno Unito stanno indagando su OnlyFans, una piattaforma di streaming utilizzata dalle prostitute, per i timori che il processo di verifica dell'età del sito non riesca a impedire ai bambini di accedere alla pornografia.

Mercoledì Ofcom ha affermato che OnlyFans, il più grande sito con sede nel Regno Unito che ospita contenuti per adulti, potrebbe aver “omesso di fornire informazioni complete e accurate” all'autorità di regolamentazione dei media sulle sue misure interne per impedire ai minori di 18 anni di utilizzare la piattaforma.

L’indagine rientra nella regolamentazione delle piattaforme di condivisione video. L'organismo di vigilanza raccoglie dettagli dalle aziende leader, tra cui TikTok, Snapchat, Twitch e OnlyFans dal 2021. Ha il potere di punire le aziende in caso di mancato rispetto con multe fino al 5% delle entrate qualificate o £ 250.000, a seconda di quale sia. maggiore.

Quando le persone si iscrivono per utilizzare OnlyFans, i loro volti vengono scansionati dalla tecnologia fornita da un servizio approvato dal governo, Yoti, che stima la loro età.

OnlyFans aveva erroneamente detto a Ofcom che la soglia per l'accesso alla visualizzazione dei contenuti del sito era stata fissata a 23 anni, il che avrebbe offerto un margine di cinque anni nel caso in cui gli utenti apparissero più grandi della loro età. La tecnologia, però, aveva effettivamente fissato la soglia a 20 anni.

OnlyFans, con sede a Londra, di proprietà di Fenix ​​International, ha dichiarato di aver modificato il suo rapporto a Ofcom quando ha scoperto l'errore, che mercoledì ha attribuito a un “problema di configurazione del codice”.

Mercoledì l’autorità di regolamentazione ha affermato che “le prove disponibili suggeriscono” che le informazioni fornite erano inaccurate e incomplete e “le misure di garanzia dell’età [OnlyFans] adottato potrebbe non essere stato implementato in modo tale da proteggere i minori di 18 anni dal materiale soggetto a restrizioni”.

L'indagine determinerà se OnlyFans non ha rispettato la legge e l'autorità di regolamentazione prevede di fornire un aggiornamento ad agosto. Ofcom sta anche indagando su TikTok in un caso simile in cui sono state fornite informazioni imprecise riguardo al controllo parentale, che secondo l'app di proprietà cinese era dovuto a un problema tecnico.

OnlyFans ha affermato di aver lavorato a stretto contatto con Ofcom “per implementare e sviluppare le migliori pratiche sulla sicurezza online, compreso l'uso della tecnologia di assicurazione dell'età”.

“Oltre a richiedere a tutti gli utenti di fornire il proprio nome e i dettagli della carta di pagamento, OnlyFans utilizza Yoti, il fornitore di assicurazioni sull'età approvato dal governo”, ha aggiunto.

Questa indagine riguarda i “fan” residenti nel Regno Unito che consumano contenuti sul sito, piuttosto che i creatori di contenuti, che forniscono la loro data di nascita sul loro documento d'identità rilasciato dal governo come parte della verifica dell'identità.

La prossima settimana, si prevede che l'autorità di regolamentazione rilasci codici di condotta sulle piattaforme che dovrebbero proteggere i bambini online e conformarsi alla nuova legge sulla sicurezza online del Regno Unito.

La legislazione è ampiamente riconosciuta come una delle normative online più rigorose a livello globale. Garantisce a Ofcom maggiori poteri per ritenere le aziende tecnologiche responsabili delle violazioni della legge, soprattutto quando i minori di 18 anni sono a rischio di danni, inclusa la responsabilità penale per i dirigenti nominati.