Gio. Mag 23rd, 2024
Il Vision Pro non sta vendendo bene come Apple sperava

L'introduzione da parte di Apple delle cuffie Vision Pro diversi mesi fa è stata innegabilmente una delle tendenze più interessanti nella recente storia della tecnologia. Sebbene i visori VR e AR non siano un nuovo tipo di prodotto o tecnologia, le diapositive di marketing di Apple e le pubblicità accuratamente modificate hanno sicuramente mostrato Vision Pro come una sorta di seconda venuta, in qualche modo simile al lancio dell'iPhone originale.

LEGGI: ​​Apple Vision Pro non inaugura il futuro AR che ci era stato promesso

A differenza dell'iPhone, però, il Vision Pro non ha ottenuto lo stesso impatto sperato da Apple, almeno secondo i nuovi rapporti online. Infatti, nuove informazioni affermano che l'azienda ha ridotto gli ordini di dispositivi Vision Pro, a seguito di un forte calo della domanda negli Stati Uniti.

Secondo l'analista Ming-Chi Kuo, Apple ha ridotto le spedizioni di Vision Pro nel 2024 a 400–450.000 unità, rispetto al precedente consenso di mercato di 700–800.000 unità; L’azienda ha anche tagliato gli ordini prima di lanciare Vision Pro al di fuori degli Stati Uniti, costringendola a rivalutare la domanda in altre parti del mondo.

Da un lato, dato il prezzo già elevato richiesto dal prodotto e la mancanza di un'ampia varietà di app (per non parlare dei problemi di comfort ed ergonomia), non è troppo sorprendente vedere questo. Con l'avvicinarsi del WWDC, però, chissà: Apple potrebbe avere una sorta di nuova formula per invertire la situazione, anche se in questo momento il Vision Pro non è lo straordinario dispositivo di calcolo spaziale commercializzato da Apple.

Fonte: Windows centrale