Sab. Gen 28th, 2023
DEAL: Google’s Pixel 6a is 33% off! Grab one before it sells out!

Durante un recente viaggio di vacanza nelle Filippine, il mio obiettivo principale è stato quello di scattare tantissime foto il più possibile. Erano passati tre anni da quando mi ero trasferito all’estero ed è stato bello riconnettersi finalmente con le persone e i luoghi che mi ero lasciato alle spalle. Detto questo, Ho portato con me il mio Pixel 7 (che da tempo era il mio autista quotidiano e telefono con fotocamera principale) ed ero davvero entusiasta di usarlo come fotocamera, principalmente perché ha un modo per rendere la fotografia inquadra e scatta davvero facile.

Ovviamente non era la prima volta che andavo in giro a scattare foto usando uno smartphone. Avendo già vissuto nelle Filippine, gran parte della mia fotografia è stata realizzata utilizzando innumerevoli telefoni Android di diversi produttori, anche se con risultati spesso deludenti o inferiori agli standard (a meno che non abbia utilizzato mod GCAM). Puoi quindi immaginare la mia eccitazione questa volta, scattando foto a destra e sinistra con un Pixel in mano.

Il che ci porta alla domanda “perché non hai usato un Pixel prima?” Beh, per dirla semplicemente, non potevo proprio.

Disponibilità e supporto

Per quanto mi sarebbe piaciuto acquistare uno smartphone con il marchio Google nelle Filippine, è stato terribilmente difficile metterne uno tra le mani. Allora, a meno che tu non vivessi in una delle città più grandi e fossi disposto a scovarne uno, conoscessi qualcuno negli Stati Uniti che potrebbe prenderne uno per te, o fossi disposto a fare una scommessa con loschi rivenditori del mercato grigio con prezzi folli, il più vicino quello che si poteva ottenere su un Pixel era, beh, guardare e leggere recensioni online. Trisale ai tempi della linea di telefoni Nexus e persino dei telefoni Google Play Edition.

Allo stesso modo, i gestori non offrono piani per smartphone Pixel, con i fornitori di reti locali che scelgono invece di andare con marchi più popolari nel sud-est asiatico, come Samsung, Oppo e Vivo, solo per citarne alcuni. Detto questo, se sei stato in grado di acquistare un Pixel, di solito ci sono complicazioni relative a garanzie e simili, dal momento che non c’erano partner di riparazione “ufficiali” nelle Filippine. Sebbene Google mantenga un ufficio lì a livello locale, tecnicamente non gestisce l’hardware al dettaglio.

Crescente riconoscimento

Naturalmente, queste erano le mie impressioni di qualche anno fa: ho notato alcuni cambiamenti durante la mia recente visita e sembra che più persone all’estero abbiano sicuramente sentito parlare degli smartphone di Google questa volta.

Ad esempio, uno dei centri commerciali più grandi di Manila in cui siamo andati aveva effettivamente un Pixel 6a in mostra (in un negozio autorizzato), accompagnato da molti altri prodotti Google, tra cui i Pixel Buds serie A. UN il cameriere di un bar che abbiamo frequentato ha riconosciuto il mio Pixel 7 per via della finestra della fotocamera, un tratto di design che ha praticamente definito la linea hardware negli ultimi anni (in seguito ha detto di aver già posseduto un Pixel 3XL). Anche molti amici e parenti mi hanno chiesto del Pixel (principalmente a causa delle recensioni che condivido spesso online) e ho visto più gruppi di appassionati di Pixel locali sulle piattaforme dei social media.

Detto questo, è certamente bello vedere il marchio ottenere più riconoscimento in tutto il mondo, anche se questo ci riporta a un elemento importante in questa discussione, ovvero il supporto ufficiale di vendita al dettaglio di Google.

Andare in tutto il mondo

Pertanto, il lancio della serie Pixel 7 spinge Google a portare l’adozione mainstream alla sua linea di smartphone, collaborando con grandi organizzazioni come l’NBA e rilasciando i suoi telefoni in più regioni in tutto il mondo. Attualmente, puoi ottenere facilmente un Pixel negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Germania, Spagna, Italia, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Danimarca, Svezia, Norvegia, Giappone, Australia, India, Singapore e Taiwan. Questo è in netto contrasto con i lanci precedenti: ad esempio, Pixel 5a era disponibile solo negli Stati Uniti e in Giappone, anche se a causa delle restrizioni poste dalla pandemia globale dell’epoca.

Non è un segreto, tuttavia, che le vendite di Pixel non siano impressionanti, spesso superate da marchi più grandi come Samsung e simili. Da un lato, lo afferma un rapporto del Nikkei Google ha in programma di raddoppiare il numero delle vendite di smartphone quest’anno, ordinando oltre 8 milioni di unità per la serie Pixel 7, un leggero aumento rispetto al Pixel 6 (per il quale Google ha ordinato oltre 7 milioni di unità). Se ciò si rivela vero, allora dovrebbe essere interessante vedere come l’azienda intende aumentare ulteriormente le proprie vendite e se decide di coprire più mercati nel processo.

Detto questo, le Filippine sono solo un esempio: se Google dovesse decidere di ottenere un migliore riconoscimento del marchio (e maggiori vendite) per il suo hardware Pixel, c’è letteralmente un mondo di possibilità da esplorare e non c’è dubbio che più persone in tutto il mondo lo farebbero essere più che felice di provare un telefono Pixel: spetta solo a Google mettere in moto le cose.