Lun. Giu 17th, 2024
Twitch licenzia il personale poiché la piattaforma ufficialmente non è redditizia

Abbiamo sempre saputo che quest’anno sarebbe stato un inizio difficile dato il numero di licenziamenti. Se non l’hai ancora saputo, ecco un elenco di tutti i seguenti licenziamenti nei primi 11 giorni del 2024. I licenziamenti di Twitch sono solo una delle poche aziende a sentire la crisi all’inizio del 2024.

Licenziamenti

  • Pixar con licenziamenti al 20%.
  • Udibile con licenziamento al 5%.
  • Google con diverse centinaia di posti di lavoro
  • Amazon con diverse centinaia di posti di lavoro
  • Twitch con il 35% di licenziamenti
  • Tesoro finanziario 60% licenziamenti
  • Duolingo con i suoi appaltatori
  • Affitta la passerella con licenziamenti del 10%.
  • Unità con cassa integrazione al 25%.
  • Campo con il 66% di licenziamenti
  • BenchSci con il 17% di licenziamenti
  • Flexe con il 38% di licenziamenti
  • Trigo con il 15% di cassa integrazione
  • InVision si spegne completamente
  • VideoAmp con il 20% di licenziamento
  • Orca Security con il 15% di cassa integrazione
  • FrontDesk licenzia circa 200 persone

E ora il CEO di Twitch Dan Clancy ha candidamente rivelato in un’intervista che al momento Twitch non è redditizia.

In modo impegnativo annuncio, Dan Clancy, CEO di Twitch, condivide la difficile decisione di ridimensionare l’azienda di oltre 500 dipendenti. Questa mossa fa parte di uno sforzo per semplificare le operazioni e allineare le dimensioni dell’organizzazione con la scala attuale e le proiezioni di crescita prudenti.

Nonostante la forza finanziaria di Twitch, la decisione mira a garantire la sostenibilità a lungo termine senza compromettere il supporto per gli streamer. Dan riconosce la difficoltà della situazione e la passione che i dipendenti nutrono per la community di Twitch. Il ridimensionamento è un passo strategico, che garantisce che l’organizzazione sia dimensionata in modo ottimistico per la crescita futura piuttosto che per la realtà presente.

Sottolineando la trasparenza, Dan promette una comunicazione diretta con le persone interessate, dettagliando i pacchetti di buonuscita e fornendo supporto durante la transizione. Nonostante le informazioni trapelate causino ansia, Dan esprime gratitudine ai dipendenti che se ne vanno e sottolinea l’impegno di Twitch nel servire la comunità in questi tempi difficili.

Il post sui licenziamenti di Twitch poiché la piattaforma ufficialmente non è redditizia è apparso per la prima volta su MagicTech.