Una cosa per iniziare: Sono Laurence Fletcher, il corrispondente di hedge fund del FT. Mentre Harriet Agnew è via per un anno sabbatico questo mese, Brooke Masters, l’editore finanziario statunitense del FT, e io faremo a turno per scrivere la newsletter.

BlackRock avverte e taglia

È stato uno dei maggiori vincitori del mercato rialzista alimentato dagli stimoli dell’ultimo decennio o giù di lì, ma il gigante dei fondi Roccia nera ha dimostrato di non essere immune al profondo mutamento delle condizioni di mercato avvenuto lo scorso anno.

Presidente e amministratore delegato Larry Fink ha avvertito che “i mercati negativi hanno avuto un impatto sostanziale” sul più grande gestore di fondi del mondo lo scorso anno, con attività in calo di $ 1,4 trilioni nell’anno e ricavi del quarto trimestre in calo del 15%, riporta il FT Emma Dunkley.

Forse in modo più minaccioso per l’industria dell’asset management, Fink ha anche avvertito che l’ambiente operativo “è diverso da qualsiasi cosa abbiamo visto negli ultimi decenni”.

I risultati di BlackRock, che hanno mostrato anch’essi un calo del margine operativo ma un aumento trimestre su trimestre dei flussi netti a lungo termine, arrivano dopo i miei colleghi Adrienne Clasa e Madison Darbyshire ha riferito che il gruppo prevede di tagliare 500 dipendenti dalla sua forza lavoro globale.

I tagli equivalgono a una riduzione di circa il 2,5% della sua forza lavoro totale di quasi 20.000 persone. L’organico è aumentato in modo significativo dall’inizio della pandemia di coronavirus – i numeri sono aumentati di circa il 23% dalla fine del 2019 al terzo trimestre dello scorso anno – quindi la riduzione dei numeri in un mercato ribassista non sorprende. BlackRock aveva già detto a ottobre che avrebbe sospeso le assunzioni discrezionali.

Ma mentre i numeri del taglio di posti di lavoro non sono enormi, la mossa riflette una crescente sensazione che il 2023 potrebbe rappresentare un doloroso periodo di resa dei conti per molti gestori patrimoniali.

Dopo aver beneficiato del mercato rialzista decennale delle azioni (e di un mercato rialzista molto più lungo delle obbligazioni), ora devono tagliare i costi e prendere decisioni difficili su dove investire esattamente per la crescita. Alcune società del settore dei servizi finanziari, tra cui Goldman Sachsstanno già intraprendendo programmi di riduzione dei costi e licenziamenti.

Tutti gli occhi sono puntati su Riserva federale degli Stati Uniti e se sta arrivando una pausa o addirittura una svolta nella sua serie di rialzi aggressivi dei tassi di interesse. Molti investitori desiderano ardentemente un ritorno agli anni della “Fed put” e dei mercati in rialzo. Se ciò non dovesse accadere, è probabile che quest’anno i gestori patrimoniali si sentano più addolorati.

Il settore del risparmio gestito è pronto per un anno di deflussi e tagli di posti di lavoro? E chi ne uscirà più forte? Inviami un’e-mail con i tuoi pensieri a [email protected]

Il successo da 14 miliardi di dollari di Baillie Gifford

A sentire gli effetti del mercato ribassista è anche una società di fondi da 228 miliardi di sterline Baillie Gifford.

L’azienda di 115 anni, le cui prime scommesse su titoli tecnologici dirompenti hanno contribuito a trasformarla in uno degli investitori tecnologici più influenti al mondo, ha perso più di 14 miliardi di dollari nel 2022 a causa del produttore di veicoli elettrici statunitense Tesla e società di e-commerce Shopifysecondo i calcoli del MagicTech.

Una combinazione di inflazione in aumento, tassi in aumento e una forte svendita di titoli tecnologici ha pesato sul gruppo di fondi incentrato sulla crescita, riferiscono i miei colleghi Emma Dunkley e Chris Alluvione.

Tom Slater, gestore dell’ammiraglia da 13,8 miliardi di sterline Fondo di investimento ipotecario scozzeseha ammesso che era stato un “anno umiliante” e che era stato un “errore” presumere che i cambiamenti nel comportamento dei consumatori sarebbero sopravvissuti alla pandemia.

Mentre Tesla alla fine è stato un successo per Baillie Gifford – il titolo è aumentato di quasi il 2.000% da quando la società ha iniziato a investire un decennio fa – lo scorso anno è stato un grande freno, con le azioni in calo del 65%. Fino al 2019, l’azienda era il secondo maggiore azionista, dietro al CEO Elon Musk.

Sebbene la sua partecipazione in Shopify sia minore, anche il suo calo del 75% lo scorso anno si è rivelato doloroso. Il titolo era precedentemente aumentato a seguito del passaggio allo shopping online durante la pandemia.

Baillie Gifford è tutt’altro che l’unica società di fondi colpita dalla recessione tecnologica. I bruschi cali dei titoli tecnologici in rapida crescita con scarsi guadagni hanno inflitto pesanti perdite a molti hedge fund azionari long-short lo scorso anno, con Tiger Global di Chase Coleman uno degli esempi di più alto profilo.

Come Tiger, che l’anno scorso ha detto agli investitori che le sue perdite hanno segnato “un punto nel tempo in un lungo viaggio”, Baillie Gifford è un investitore a lungo termine. Slater ha affermato che le valutazioni più basse ora offrono “un punto di ingresso molto interessante per gli investitori”. E il partner Nick Thomas ha affermato che l’azienda ha ancora convinzione in Tesla, aggiungendo che “è stato solo un periodo difficile”.

Grafico della settimana

Le obbligazioni societarie più rischiose d’America hanno dato il via al 2023 con una nota positiva, con gli investitori che tollerano un premio inferiore per detenere debito di basso grado a seguito di persistenti prove di raffreddamento dell’inflazione.

I rendimenti delle obbligazioni statunitensi di grado speculativo sono diminuiti di circa 0,8 punti percentuali nelle prime due settimane di gennaio a poco più dell’8%, secondo un indice ICE BofA, che segnala un aumento del prezzo, riporta il FT Harriet Clarfelt.

I rendimenti per i mutuatari con la qualità creditizia più bassa sono scesi in modo ancora più accentuato, secondo un indicatore ICE del debito in difficoltà, scendendo di 3 punti percentuali al 19,5%, un livello visto l’ultima volta cinque mesi fa.

Queste mosse riflettono in parte un rally del debito pubblico degli Stati Uniti, alimentato dalle aspettative che la Federal Reserve ammorbidirà la sua posizione sugli aumenti aggressivi dei tassi di interesse di fronte al rallentamento della crescita dei prezzi. Il calo dei rendimenti dei Treasury di riferimento ha accresciuto l’attrattiva delle obbligazioni societarie a basso rating che in genere offrono rendimenti più elevati.

Ma non è chiaro se la mossa delle obbligazioni spazzatura preannunci davvero uno scenario più favorevole. Marty Fridsonchief investment officer presso Consulenti Lehmann Livian Fridsonha affermato che il mercato ad alto rendimento “non ha un ottimo record per avvisarti con largo anticipo di una recessione.

“È tipico che le persone sembrino rimanere con esso, forse rimanere oltre il loro benvenuto”, ha detto, “pensando, ‘beh, uscirò prima che lo facciano tutti gli altri’.”

10 storie imperdibili questa settimana

Attivista Nelson Petz sta cercando di farsi strada con la forza nel consiglio di amministrazione di Walt Disneymettendosi a diretto confronto con il CEO da poco rientrato Bob Iger. Il palcoscenico è pronto per uno dei più grandi combattimenti per procura degli Stati Uniti degli ultimi anni.

Gruppo di private equity Carlyle ha chiesto a due alti banchieri di Wall Street di diventare il suo prossimo amministratore delegato dopo la brusca partenza di Kewsong Lee l’anno scorso. Negli ultimi mesi ha tenuto discussioni con Citigroup capo dell’ufficio finanziario Marco Masone e in uscita Morgan Stanley Ufficiale capo operazioni Jonathan Pruzan.

La società di hedge fund del commerciante miliardario Chris Rokos è precipitato da profitti di 914 milioni di sterline a una piccola perdita nei suoi risultati finanziari più recenti, dopo che il suo fondo è stato colpito dalle turbolenze del mercato obbligazionario nell’autunno 2021. Tuttavia, il co-fondatore timido dei media di Brevan Howard ha goduto di un 2022 di gran lunga migliore, con il suo fondo che ha chiuso l’anno in rialzo di circa il 51%.

Sebastien de La Rivièreil gestore del fondo presso Elliott dietro le campagne di attivisti a GSK e Fresenioha lasciato la società di hedge fund, l’ultima di una serie di partenze senior dal suo ufficio di Londra.

Miliardario caduto Sam Bankman-Fried ha investito $ 20 milioni in un fondo di capitale di rischio gestito da Paradigm, un grande sostenitore di start-up crittografiche, che ha poi preso una quota nel suo scambio di criptovalute ora collassato FTX.

Gestore di fondi nel Regno Unito Terry Smith è stato pagato più di 36 milioni di sterline l’anno scorso come sua boutique di investimento Fondatore ha registrato un profitto annuo record per l’anno fino a marzo 2022. Tuttavia, lo stesso 2022 si è rivelato un anno più difficile, con il suo fondo che ha perso il 14%. Smith ha accusato la fine del “denaro facile” e ha avvertito che un eccessivo inasprimento monetario potrebbe portare alla recessione.

I regolatori statunitensi stanno reprimendo gli obblighi dei fondi garantiti – veicoli che spartiscono partecipazioni in centinaia di società di proprietà di private equity – per timore che le agenzie di rating stiano minimizzando i pericoli dei prodotti.

I portafogli tradizionali composti per il 60% da azioni e per il 40% da obbligazioni, la pietra angolare dell’asset allocation di molti investitori, hanno subito la peggiore performance lo scorso anno almeno dal 1999, quando la correlazione inversa tra azioni e obbligazioni si è rotta. Molti investitori intervistati da Amundi e Crea ricerca ritengono probabile che questi portafogli rimarranno sotto pressione quest’anno.

I venditori allo scoperto hanno realizzato profitti complessivi per $ 300 miliardi l’anno scorso scommettendo contro le azioni statunitensi, aiutati dal calo del prezzo di società come Tesla, Amazzonia e Melasecondo Partner S3. Questo va in qualche modo a compensare i 572 miliardi di dollari che hanno perso tra il 2019 e il 2021.

Ftse Russell ha espulso decine di aziende dal suo FTSE4Good All-World punto di riferimento per il mancato rispetto di standard ambientali più rigorosi, la prima volta che ha compiuto un passo del genere.

E infine

Uno dei monumenti più famosi di Londra, Centrale elettrica di Batterseainizia il suo terzo Festival delle luci annuale questa settimana. Otto pezzi di opere d’arte illuminate, tra cui un gigantesco slinky, “un tramonto post-apocalittico” e un tappo per il bagno, illumineranno le buie serate invernali sia all’interno che all’esterno dell’ex centrale elettrica fino all’inizio di marzo.

E, cosa sempre più importante per molti di noi in questi giorni, è gratuito.

Brooke tornerà con te la prossima settimana.