Gio. Mag 23rd, 2024
BHP prevede un'offerta da 31 miliardi di sterline per Anglo American, ma attira le ire del Sud Africa e degli azionisti

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

BHP ha proposto di acquistare la rivale Anglo American con un accordo da 31 miliardi di sterline che ha provocato una reazione negativa da parte del governo sudafricano e dei principali azionisti.

La società australiana BHP ha dichiarato giovedì di aver presentato una proposta completa per acquisire Anglo e diventare il più grande produttore mondiale di rame, un metallo fondamentale per gli sforzi mondiali di decarbonizzazione.

L’approccio non richiesto ha provocato un’onda d’urto nel settore minerario globale, alimentando la prospettiva di una guerra di offerte.

Il ministro delle risorse minerarie del Sud Africa, Gwede Mantashe, ha dichiarato al MagicTech di essere contrario all'offerta perché l'esperienza del suo paese con BHP “non è stata positiva”, anche se ha affermato che questa non è una posizione ufficiale del governo.

Anglo, quotata a Londra, è stata inserita nel tessuto dell’economia sudafricana da quando Ernest Oppenheimer fondò l’azienda nel 1917 a Johannesburg. Nel 2001 la BHP si è fusa con la società mineraria sudafricana Billiton e un'entità statale sudafricana, la Public Investment Corporation, è il maggiore azionista di Anglo.

Mantashe, uno stretto alleato del presidente Cyril Ramaphosa, ha affermato che la transazione che ha creato BHP Billiton “non ha mai fatto molto per il Sud Africa” e ha portato i capitali a lasciare il paese.

PIC ha affermato che “qualsiasi transazione presentata sarà valutata per garantire la creazione di valore per i nostri clienti”, ma ha osservato che l'attività mineraria “rimane una parte fondamentale dell'economia sudafricana” e che “le nuove opportunità che potrebbero sorgere nel settore devono prendere in considerazione questi fattori e agire a lungo termine”. considerazione la sostenibilità a lungo termine”.

Secondo la proposta, gli investitori anglosassoni riceverebbero 0,7097 azioni BHP per ciascuna azione. BHP ha affermato che non prenderà in considerazione le divisioni sudafricane di minerale di ferro e platino di Anglo, che sono quotate in borsa in modo indipendente. Le azioni di quelle unità sono scese giovedì.

BHP ha affermato che la sua offerta valuta ciascuna azione Anglo a £ 25,08. Le azioni di Anglo sono aumentate del 16,1% a 25,60 sterline a Londra, conferendo alla società una capitalizzazione di mercato di 34,2 miliardi di sterline.

Alcuni dei maggiori azionisti di Anglo hanno criticato l'offerta, arrivata dopo un periodo di debole performance del prezzo delle azioni.

Nick Stansbury di Legal & General Investment Management, l'undicesimo maggiore azionista di Anglo, ha affermato che BHP ha adottato un “approccio altamente opportunistico” che ha sfruttato la valutazione “depressa” di Anglo e ha rappresentato “una proposta poco attraente per gli investitori a lungo termine”.

Iain Pyle, gestore di fondi presso Abrdn, uno dei primi 25 azionisti, ha dichiarato: “Il prezzo di offerta dà la sensazione di un'offerta iniziale che speri venga rivista al rialzo”.

Adrian Frost, gestore degli investimenti presso Artemis Fund Managers, uno dei primi 20 azionisti, ha affermato che il prezzo di offerta è “lontano”. Ha aggiunto: “Se fossi un azionista di BHP e fossi ancora in grado di fare una ruota, ne farei due se l'avessi a questo prezzo.”

Uno dei primi 15 azionisti ha affermato che, all’attuale prezzo di offerta, una proposta di acquisizione avrebbe implicazioni per il più ampio mercato azionario del Regno Unito.

“Se non poniamo fine a tutto ciò, continueremo a vedere altre società britanniche con valutazioni scadenti rilevate dai loro concorrenti stranieri con valutazioni più elevate. Ci sarà un continuo gocciolamento di valore fuori dal mercato del Regno Unito”.

Il valore delle pregiate miniere di rame di Anglo in Cile e Perù è oscurato dal resto del suo vasto business, dicono gli analisti.

“Il rame è la cosa vera qui: il rame è di prima classe”, ha detto Frost ad Artemis. “Se si crede nella crescita strutturale del rame, il prezzo di offerta è troppo basso”.

Un quarto grande investitore, che detiene azioni sia di Anglo che di BHP, ha affermato che Anglo dovrebbe spingere per un prezzo più alto da BHP o offrire un'altra proposta che potrebbe comportare la vendita di asset e la fusione con concorrenti del settore di dimensioni simili come Teck Resources, Freeport -McMoRan o South32.

“Anglo dovrà creare un'alternativa convincente se vuole difendere questa situazione”, hanno detto.

Nelle ultime settimane Anglo ha sondato i potenziali acquirenti del suo business dei diamanti De Beers, tra cui fondi sovrani del Golfo, case di lusso e individui facoltosi, secondo due persone a conoscenza della questione.