Sab. Mag 18th, 2024
Galp darà il via agli accordi con Big Oil con la sua scoperta in Namibia

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Galp avrà bisogno di un rebranding. Che ne dici di Gulp?

La compagnia petrolifera portoghese di medie dimensioni – che ora vale 15 miliardi di dollari – ha un bel problema. Ha scoperto miliardi di barili di petrolio al largo della Namibia.

Questo è molto. Galp ha riportato circa 620 milioni di barili di riserve di petrolio nel 2023. I suoi risultati favorevoli dopo aver testato la sua più grande scoperta in Namibia hanno fatto schizzare le azioni a un livello record. Lunedì l’aumento ha aggiunto 2,5 miliardi di dollari al suo valore di mercato.

Aspettatevi ulteriori scoperte petrolifere. Galp dovrebbe conoscere la Namibia, avendo perforato in quelle acque per più di un decennio. La sua scoperta dimostra che, nonostante le voci contrarie, l'esplorazione petrolifera non è ancora morta. Altri nomi delle grandi compagnie petrolifere saranno interessati a condividere questo successo.

Finora l'esploratore stima che siano disponibili 10 miliardi di barili di petrolio equivalente, ma quest'anno verranno perforati più pozzi. Finora Galp si era astenuto dall'offrire stime dopo la scoperta di gennaio, osserva Jefferies.

La Namibia dovrebbe aumentare radicalmente il valore di Galp. Dei 10 miliardi di barili, non tutti saranno costituiti da petrolio; alcuni saranno gas naturale meno prezioso. Anche allora, Galp probabilmente estrarrà solo un terzo del petrolio disponibile. Tagliando il totale in base a questi fattori, Galp potrebbe raggiungere più di 2 miliardi di barili. Al netto dei costi, ciascuno vale circa 5 dollari (sulla base del prezzo del petrolio di 65 dollari al barile), afferma il consulente energetico Wood Mackenzie. Lex stima che il totale finora superi i 9 miliardi di dollari, tenendo conto della proprietà dell'80% di Galp.

Questo non è un esploratore di una sola risorsa. Galp ha già una produzione di petrolio in Brasile, con un nuovo progetto in fase di avvio a Bacalhau. Ha partecipazioni in progetti in Mozambico (gas) e nell'offshore di São Tomé (vicino alla Nigeria). Lo scorso anno ha realizzato più di 1 miliardo di dollari di profitti al netto delle imposte. D’altra parte, dopo un rally del prezzo delle azioni del 43% quest’anno, la società non è più a buon mercato. Con un rapporto tra valore aziendale e ebitda a termine di oltre 5 volte, viene scambiato a premio rispetto a tutti i suoi concorrenti regionali.

Galp avrà sicuramente bisogno di aiuto. Portare questo petrolio sul mercato costerà miliardi di dollari. Potrebbe benissimo vendere la sua partecipazione a una compagnia petrolifera internazionale. Tra i candidati figurano Shell, Total e Chevron, che stanno tutte trivellando, o pianificando di farlo, nello stesso bacino petrolifero di Orange. Il successo di Galp attirerà l’interesse di aziende più grandi che, indipendentemente da qualsiasi impegno sul clima, cercano ancora la crescita del petrolio.

[email protected]