Sab. Mag 18th, 2024
La conversione Tremblant segna il crescente interesse degli hedge fund per gli ETF

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

Un gestore di hedge fund statunitense ha compiuto il raro passo di lanciare un exchange traded fund con una mossa che potrebbe annunciare un movimento più ampio da parte della classe di asset nel mercato attivo degli ETF in forte espansione.

Tremblant Capital, fondata da Brett Barakett nel 2001 e con un patrimonio gestito di circa 1 miliardo di dollari, prevede di lanciare il Tremblant Global ETF (TOGA), un portafoglio concentrato e long-only con circa 40 partecipazioni.

L'ETF è una conversione del Tremblant Tax Efficient Fund dell'azienda, lanciato nell'agosto 2022, secondo uno studio archiviazione con la Securities and Exchange Commission, e ha generato un rendimento prima delle imposte del 36,2% nel 2023.

Gli investitori nell’ETF dovranno sostenere commissioni di gestione dello 0,69%, che è molto inferiore a quella che gli hedge fund generalmente addebitano agli investitori per una strategia simile. Beneficeranno inoltre di un vantaggio fiscale di cui godono gli investitori in ETF negli Stati Uniti rispetto ad altre strutture di fondi e di una migliore liquidità rispetto agli hedge fund.

Gli investitori stanno diventando sempre più sensibili alle commissioni e mentre il settore degli ETF, prevalentemente a basso costo, ha incassato circa 940 miliardi di dollari nel 2023, il settore globale degli hedge fund ha sofferto, perdendo 105 miliardi di dollari a causa di deflussi lo scorso anno e quasi 26 miliardi di dollari in più nel primo trimestre del 2024. , secondo i dati di ETFGI e Nasdaq eVestment.

Storicamente i gestori di hedge fund hanno fatto fortuna addebitando una struttura tariffaria 2 e 20 composta da una commissione di gestione del 2% del patrimonio totale e una commissione di performance del 20% sui profitti superiori a soglie definite.

Al contrario, la commissione media per un ETF gestito attivamente negli Stati Uniti è dello 0,65%. Stella del mattino.

Tremblant ha rifiutato di rivelare la sua esatta struttura tariffaria precedente, ma le commissioni 2 e 20 non vengono generalmente applicate ai fondi long-only e un dirigente del settore dei fondi con conoscenza del fondo Tremblant prima della conversione ha affermato che avrebbe addebitato commissioni di gestione tra l'1% e il 10%. 1,5%, con commissioni potenzialmente inferiori per allocazioni di dimensioni maggiori.

Barakett ha dichiarato al MagicTech che stava lanciando l'ETF principalmente come un modo per ottenere un trattamento fiscale preferibile per il proprio denaro e quello di alcuni dei suoi clienti, poiché gli ETF offrono non solo maggiore liquidità ma anche la possibilità per gli investitori di differire le plusvalenze. imposte fiscali a tempo indeterminato.

Ha detto che si aspetta che altri hedge fund seguano l'esempio, offrendo agli investitori al dettaglio la possibilità di accedere a strategie di investimento che tradizionalmente sono state riservate a clienti molto ricchi e sofisticati.

Potrebbe anche significare che gli hedge fund trarranno vantaggio da una corsa storica in cui gli investitori hanno investito somme record in ETF attivi, tra cui più di 65 miliardi di dollari nei primi tre mesi del 2024.

“La corda di velluto rosso ora sta andando via”, ha detto Barakett, riferendosi al tipo di barriera che potrebbe bloccare la porta di un club esclusivo. Ha aggiunto che si aspetta che i grandi asset allocatori inizino a insistere affinché i gestori di hedge fund lancino i propri ETF. “Seguiranno. Non siamo gli unici animali orientati al commercio”.

Mentre il miliardario gestore di hedge fund Bill Ackman ha recentemente rivelato l’intenzione di lanciare un fondo chiuso e il discepolo di Warren Buffett, Mohnish Pabrai, l’anno scorso ha lanciato un fondo comunegli hedge fund non sono ancora grandi protagonisti sulla scena degli ETF statunitensi.

TOGA entrerà a far parte di un gruppo selezionato di ETF statunitensi lanciati dagli hedge fund. I fornitori di dati non sono stati in grado di fornire immediatamente un conteggio completo, ma tali ETF includono offerte di nomi noti come Gotham Asset Management, Chesapeake Capital Management e Ionic Capital Management. La filiale AHL dell'hedge fund londinese Man Group gestisce una strategia futures gestita per un ETF American Beacon dal 2014.

La tendenza potrebbe acquisire slancio se le versioni ETF delle strategie degli hedge fund decollassero tra gli investitori, ha affermato Douglas Yones, responsabile degli Exchange Traded Products presso la Borsa di New York.

“Non penso che questo sia un fuoco di paglia a breve termine”, ha detto Yones, aggiungendo che gli hedge fund godrebbero di qualsiasi asset che traggono dall'esterno della loro clientela come bonus: “Questo è solo un vantaggio extra. Non è che il loro piano aziendale richieda la raccolta di nuove risorse da un pubblico che non conoscono.”

Ted Seides, un esperto del settore e co-fondatore della società di investimenti alternativi Protégé Partners, ha affermato di conoscere almeno altri due gestori di hedge fund che stavano pianificando di entrare nel mercato degli ETF.

“Penso che questo potrebbe essere l'inizio di un'ondata di prodotti di altissima qualità che sono più accessibili rispetto al passato”, ha detto Seides.

Maurits Pot, fondatore e amministratore delegato della piattaforma di fondi Tema ETF, ha affermato che la sua azienda sta ancora cercando di attrarre un grande nome di hedge fund, aggiungendo che “Ackman sarebbe stato il candidato ideale per l'ETF”.

“Ci sono molti hedge fund che dicono 'Non voglio crescere, sono molto felice di essere qualunque sia la mia dimensione, addebiterò commissioni elevate e rimarrò lì'”, ha detto Pot. “Ma coloro che vogliono far crescere le proprie risorse, penso che vedano che c'è semplicemente un enorme pool di risorse nel settore della vendita al dettaglio e non possono accedervi con gli hedge fund. Gli ETF forse non sono la soluzione migliore, ma la migliore opzione disponibile tra quelle disponibili in questo momento.”

Pershing Square Capital Management di Ackman ha rifiutato di commentare.