Gio. Giu 13th, 2024
Nick Train ha pagato un dividendo di 14 milioni di sterline nonostante la sottoperformance

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Nick Train è stato pagato circa 14 milioni di sterline in dividendi nonostante il gestore del fondo britannico si sia scusato la scorsa settimana per la recente scarsa performance della sua strategia di investimento.

Secondo i conti della boutique di investimento Lindsell Train, che gestisce asset per 15,2 miliardi di sterline, il gestore del fondo è stato tra i beneficiari di 39 milioni di sterline di dividendi aziendali annuali, in calo di circa 10 milioni di sterline rispetto all’anno precedente.

Train, che insieme alla moglie possiede circa il 36% della società, ha chiesto scusa agli investitori del suo Finsbury Growth and Income Trust da 1,6 miliardi di sterline per non essere riusciti a battere l'indice di riferimento FTSE All-Share negli ultimi anni.

Il gestore ha affermato che il mancato possesso di azioni di società petrolifere e minerarie quotate nel Regno Unito ha rappresentato un freno alla performance dalla fine del lockdown dovuto al Covid, ma che la ragione principale della scarsa performance è stata l’esposizione insufficiente alle società tecnologiche.

Negli ultimi tre anni, il prezzo delle azioni del trust è sceso del 2,8%, mentre il FTSE All-Share è aumentato del 23,9%. Train gestisce anche il fondo azionario Lindsell Train UK Equity da 3,6 miliardi di sterline.

Secondo i conti di Lindsell Train, anche il direttore più pagato dell'azienda ha guadagnato 2,6 milioni di sterline, in calo rispetto ai 5,6 milioni dell'anno precedente.

Oltre ai dividendi, agli amministratori sono stati pagati complessivamente 8,6 milioni di sterline, rispetto ai 15,1 milioni di sterline dell’anno precedente. L'utile prima delle imposte della società è sceso da 67 milioni di sterline a 58,8 milioni di sterline.

Train ha dichiarato la scorsa settimana di aver acquistato tre nuove azioni dal 2020 nel tentativo di aumentare la performance, tra cui la società di valutazione del credito Experian e il sito web immobiliare Rightmove.

Ha sottolineato che Rightmove ha valutazioni interessanti rispetto al suo concorrente CoStar negli Stati Uniti, sottolineando che esiste un divario di valutazione tra quello delle società britanniche che beneficiano degli sviluppi tecnologici e i rivali quotati all'estero.

La scorsa settimana ha affermato che è “difficile” trovare “un modo credibile per comunicare agli azionisti il ​​motivo per cui rimaniamo ottimisti riguardo al portafoglio di investimenti della società”. Ha aggiunto: “È difficile, perché sono consapevole di essere stato apertamente ottimista riguardo alle sue prospettive durante i tre anni e più di sottoperformance”.

Train ha già espresso preoccupazione per la sottoperformance delle azioni del Regno Unito. L’anno scorso, ha descritto il Regno Unito come “la zona arretrata” dei mercati azionari globali, sottolineando la “triste performance del capitale” negli ultimi 20 anni.

Ha notato anche l'“assenza [of] campioni tecnologici di rilevanza mondiale” come ragioni della “sgradevole reputazione di Londra come zona arretrata nei mercati azionari del 21° secolo”.