Mar. Lug 16th, 2024
Nvidia supera Apple e Microsoft per diventare l'azienda di maggior valore al mondo

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Nvidia ha scavalcato Microsoft e Apple diventando l’azienda di maggior valore al mondo, dopo mesi di crescita esplosiva dei prezzi delle azioni guidata dalla domanda dei suoi chip e dalla frenesia degli investitori per l’intelligenza artificiale.

Martedì le azioni della società sono salite del 3,2% a 135,18 dollari, portando la sua capitalizzazione di mercato a 3,332 trilioni di dollari e superando i due giganti della tecnologia che da tempo si contendono la pole position sui mercati azionari statunitensi.

Nvidia è stata la principale beneficiaria di un boom della domanda di chip in grado di addestrare ed eseguire potenti modelli di intelligenza artificiale generativa come ChatGPT di OpenAI. In meno di due anni, è stata trasformata da un’azienda da 300 miliardi di dollari, alle prese con un eccesso di chip esacerbato dal crollo delle criptovalute, in una delle aziende tecnologiche più potenti al mondo, con altri giganti della Silicon Valley in fila per assicurarsi le sue ultime novità. prodotti.

I suoi enormi guadagni azionari hanno guidato da soli circa un terzo dell’aumento del 14% da inizio anno dell’indice di riferimento S&P 500, in un rally che ha scioccato anche gli osservatori rialzisti.

“Questi sono gli spiriti animali adesso, sono le emozioni umane che prendono il sopravvento”, ha detto Ted Mortonson, uno stratega tecnologico di Baird. “Nvidia è un'azienda fantastica, non fraintendermi. Ci sono molti conducenti[for the stock]. . . ma il 40% in un mese non è normale”.

Fondata 31 anni fa per costruire schede grafiche per PC per videogiocatori, l'azienda con sede nella Silicon Valley ha registrato nell'ultimo anno trimestri consecutivi di enorme crescita dei ricavi, annunciando un aumento del 265% su base annua a febbraio e del 262% a febbraio. Maggio. Le sue azioni sono aumentate di circa il 170% dall’inizio dell’anno.

L'amministratore delegato di Nvidia Jensen Huang ha dichiarato che l'azienda è al centro di una nuova “rivoluzione industriale”, liberando il potere dell'intelligenza artificiale generativa per trasformare tutti i settori dell'economia globale con l'informatica intelligente.

Google, Microsoft e Amazon hanno tutti acquistato la serie “Hopper” di unità di elaborazione grafica per i loro servizi cloud. L'ecosistema software di Nvidia, Cuda, che offre strumenti per gli sviluppatori che utilizzano i suoi chip, consolida il suo dominio.

Nel frattempo sta lanciando la sua nuova generazione di chip “Blackwell” più potenti, con Huang che promette un “ritmo di un anno” di nuove versioni. Concorrenti come AMD e Intel hanno lanciato i propri chip AI concorrenti, ma devono ancora intaccare in modo significativo la quota di mercato dominante di Nvidia.

“Qualcuno deve essere il numero uno, e non è che le azioni di Nvidia siano aumentate da sole: i finanziari sono aumentati ancora di più”, ha affermato Stacy Rasgon, analista di chip presso Bernstein. “Non ho mai visto nulla di simile in termini di effettivi fattori economici che lo determinano. È davvero sorprendente.”

La corsa per sfruttare le opportunità offerte dall’intelligenza artificiale generativa ha investito il settore tecnologico. Alla conferenza annuale degli sviluppatori della scorsa settimana, Apple ha aderito, annunciando che la propria suite di modelli generativi sarebbe stata incorporata nei suoi nuovi sistemi operativi e firmando un importante accordo di partnership con OpenAI.

La crescente influenza di Nvidia sugli indici azionari più ampi ha alimentato preoccupazioni sulla sostenibilità a lungo termine del rally del mercato, ma pochi analisti o investitori prevedono un’inversione a breve termine.

Dei 72 analisti di Nvidia monitorati da Bloomberg, solo uno ha valutato il titolo come “venduto”.

“Questa pesantezza del mercato è davvero preoccupante. . . siamo a livelli di concentrazione che non avevamo dal 1999: questo è problematico”, ha affermato Hans Olsen, direttore degli investimenti presso Fiduciary Trust, il gestore patrimoniale da 23 miliardi di dollari.

“Ma se ripensi alla bolla tecnologica, durata dal 1997 al marzo 2000, ha avuto una lunga durata. Anche questo ha ancora una passerella”, ha aggiunto.

Nvidia si è unita alla coppia dominante Apple e Microsoft, che da più di un decennio si contendono la posizione di azienda di maggior valore negli Stati Uniti – e spesso nel mondo. L’ultima volta che una società statunitense valeva più di entrambe è stato nel 2011, quando ExxonMobil era la società di maggior valore del paese.