La banca svizzera UBS e il robo-advisor statunitense Wealthfront hanno rescisso il loro accordo di acquisizione da 1,4 miliardi di dollari poco più di otto mesi dopo l’annuncio del legame, hanno affermato le società venerdì.

Elimina quella che sarebbe stata la più grande acquisizione da parte di UBS dalla crisi finanziaria del 2008. L’acquisto è stato anche visto come una dichiarazione di intenti da parte dell’amministratore delegato Ralph Hamers dei suoi piani per aumentare la presenza della banca nel mercato statunitense della gestione patrimoniale.

“UBS rimane impegnata nei suoi piani di crescita negli Stati Uniti e continuerà a costruire la sua offerta di gestione patrimoniale digitale”, ha affermato UBS in una nota.

Le società non hanno fornito una motivazione per la risoluzione, ma la notizia arriva dopo un forte calo delle valutazioni delle società di tecnologia finanziaria da quando la transazione interamente in contanti è stata annunciata a gennaio.

L’amministratore delegato di Wealthfront David Fortunato ha affermato che le due società stanno ancora esplorando modi per lavorare insieme e che UBS ha concesso alla sua azienda un finanziamento di 70 milioni di dollari con una valutazione di 1,4 miliardi di dollari.

“Sono incredibilmente entusiasta del percorso di Wealthfront come azienda indipendente e sono orgoglioso di condividere che grazie al duro lavoro del nostro team e alla fiducia che ci hai riposto, saremo positivi per il flusso di cassa” e redditizi sulla base degli utili prima interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti “nei prossimi mesi”, ha detto Fortunato.

L’acquisto di Wealthfront, che utilizza l’automazione per fornire servizi bancari e consulenza finanziaria, doveva concludersi nella seconda metà di quest’anno.

Wealthfront è popolare tra i millennial e i clienti della Generazione Z ed è stata fondata nel 2008 con il nome kaChing. È stato lanciato dall’ex partner di Benchmark Capital Andy Rachleff, rivolto a singoli investitori che desideravano tracciare e replicare portafogli di investimento di successo.

Poiché l’acquisizione di Wealthfront è stata concordata a gennaio, UBS ha nominato Iqbal Khan unico capo della sua unità di punta di gestione patrimoniale in un rimpasto di gestione che includeva il co-responsabile della divisione Tom Naratil che annunciava la sua partenza dalla banca.