Gio. Giu 13th, 2024
Apple collabora con OpenAI per portare ChatGPT sui suoi dispositivi in ​​push AI

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Lunedì Apple ha dichiarato di aver collaborato con OpenAI per integrare ChatGPT nei suoi dispositivi, in quanto l'amministratore delegato Tim Cook ha delineato il “prossimo grande passo” del produttore di iPhone guidato dall'intelligenza artificiale generativa e da grandi modelli linguistici.

Cook e il suo team hanno delineato gli aggiornamenti all'ecosistema software dell'azienda in arrivo quest'anno durante la conferenza annuale degli sviluppatori di Apple, con l'obiettivo di sfruttare la potenza dell'intelligenza artificiale per fornire un assistente vocale Siri più intelligente e funzionalità più personalizzate sui suoi dispositivi per migliorare la produttività e sfruttare di più intelligenza informatica avanzata.

La Worldwide Developers Conference di quest'anno è stata osservata con particolare attenzione mentre gli investitori aspettavano di vedere come Cook posizionerà l'azienda per sfruttare l'intelligenza artificiale generativa, tra le preoccupazioni che stia rimanendo indietro rispetto ai suoi concorrenti Big Tech.

I giganti della Silicon Valley, tra cui Alphabet, Microsoft, Amazon e Meta, stanno gareggiando per sviluppare nuovi prodotti che sfruttano l’intelligenza artificiale, competendo anche con – o in alcuni casi collaborando con – start-up focalizzate sulla tecnologia, come OpenAI. Microsoft ha investito miliardi di dollari in OpenAI.

La partnership OpenAI alimenterà le funzionalità di intelligenza artificiale generativa proprietarie di Apple, che ha soprannominato “Apple Intelligence”. Cook lo ha descritto come un “nuovo sistema di intelligenza personale” basato sui modelli di intelligenza artificiale generativa di Apple e personalizzato per l'utente.

Apple ha sottolineato che il suo approccio all’intelligenza artificiale sarà incentrato sulla protezione della privacy degli utenti, con modelli eseguiti localmente sui dispositivi e sui propri server cloud e alimentati dai propri chip. L'approccio – addestrare le funzionalità dell'intelligenza artificiale sui dati personali di un utente senza che questi lascino il dispositivo – è “l'intelligenza artificiale come solo Apple può fornirla”, ha affermato Cook.

Sam Altman, amministratore delegato di OpenAI, era tra il pubblico all'evento di lunedì © Bloomberg

“Conosce i tuoi dati personali senza raccoglierli”, ha affermato Craig Federighi, vicepresidente senior dell'ingegneria del software di Apple.

L'assistente vocale Siri di Apple si sta rinnovando con i modelli di intelligenza artificiale generativa di Apple. L'azienda ha promesso un'esperienza interattiva più naturale con una comprensione del linguaggio più ricca.

Siri sarà in grado di porre domande ChatGPT, sfruttando la potenza dei modelli OpenAI, anche se chiederà il permesso all'utente prima di comunicare con esso. Gli utenti Apple non avranno bisogno di un abbonamento per accedere alla funzionalità. Ciò consentirà una “perfetta integrazione” garantendo al tempo stesso che “si abbia il controllo su quando viene utilizzato ChatGPT”, ha affermato Federighi.

Siri sarà anche in grado di eseguire azioni più dettagliate sulle app native di Apple, con nuovi strumenti di sviluppo che consentiranno agli sviluppatori di terze parti di sfruttare queste funzionalità.

Il team esecutivo di Apple ha presentato altre funzionalità di intelligenza artificiale generativa che saranno disponibili su iOS 18, l’ultima versione del suo sistema operativo iPhone, nonché su iPad e Mac entro la fine dell’anno, tra cui la generazione di immagini ed emoji personalizzati.

“Apple Intelligence dovrebbe aiutare a placare gli investitori nervosi e rassicurarli sul fatto che Apple sta tenendo il passo con i suoi rivali”, ha affermato Leo Gebbie, analista di CCS Insight. “La partnership con ChatGPT è uno sviluppo importante che rafforza le offerte di intelligenza artificiale di Apple e nuove funzionalità come Siri notevolmente migliorata saranno benvenute per gli utenti.”

Ci si aspettava che la conferenza di quest'anno fosse incentrata sull'intelligenza artificiale poiché Apple cerca di sfruttare una delle tendenze tecnologiche più calde per suscitare l'entusiasmo degli investitori e dei consumatori. Ma la reazione del mercato è stata tiepida, con le azioni della società in calo di circa il 2% nel corso della giornata.

I partecipanti sono stati indirizzati all'Apple Park sotto il sole del mattino da grida e applausi da parte dei dipendenti Apple in magliette rosa. Le porte in vetro a più piani della vasta caffetteria dell'azienda sono state aperte per creare posti a sedere per centinaia di ospiti durante l'evento, che si è svolto su un palco all'aperto. La presentazione si è aperta con un video realizzato con cura di Federighi e un team di dipendenti Apple che fanno paracadutismo da un aereo vestiti con tute bianche marchiate Apple.

L'amministratore delegato di OpenAI Sam Altman è stato avvistato all'evento di Apple, ma non si è unito a Cook sul palco per l'annuncio della partnership. OpenAI è diventata una delle forze dominanti nell'intelligenza artificiale generativa con il suo prodotto ChatGPT, portando la sua valutazione a oltre 80 miliardi di dollari. Lunedì ha annunciato di aver assunto l’ex amministratore delegato di Nextdoor Sarah Friar come chief financial officer e Kevin Weil – che in precedenza aveva lavorato presso Facebook, Instagram e Twitter – come chief product officer.

Apple ha inoltre annunciato che porterà sui mercati internazionali le sue cuffie Vision Pro, rilasciate negli Stati Uniti a febbraio. I preordini delle cuffie arriveranno questo mese in Cina, Giappone, Singapore, Regno Unito, Francia, Germania, Canada e Australia.