ASML, che vende il kit necessario per realizzare il miglior tipo di semiconduttori, sembra camminare sull’acqua. In un settore colpito dai timori di recessione e dalla lotta contro i chip USA-Cina, le sue macchine stanno vendendo meglio del previsto e ha più ordini di quanti ne possa gestire. Cosa sta succedendo?

La risposta è che ASML, con un valore di mercato di 161 miliardi di euro, è in testa a quello che rimane, nonostante i venti contrari ciclici, un settore in crescita. Se vogliamo davvero vivere in un mondo in cui i frigoriferi ordinano il latte, le automobili si guidano da sole ei computer scrivono articoli di giornale, ciò richiede molta potenza di elaborazione.

Le nuove unità di litografia ultravioletta estrema (EUV) di ASML sono mission-critical per i produttori di chip ambiziosi. Usano lunghezze d’onda minuscole per stampare chip più potenti. Nessun altro li fa – ancora. E non ce ne sono abbastanza per girare. Il potere dei prezzi spiegherebbe perché i suoi margini operativi hanno toccato il record del 35% l’anno scorso e perché gli analisti prevedono che questi rimarranno elevati nel 2024.

Questo vantaggio proteggerà ASML dai venti contrari ciclici e geopolitici, almeno per qualche tempo. I clienti esposti all’indebolimento della domanda possono respingere i loro ordini. Ma ci sono molte altre cose che aspettano in coda. Nel frattempo, la società ritiene che subirà scarsi effetti diretti dalle misure statunitensi contro la Cina, poiché ASML è un produttore europeo.

Tuttavia, gli impatti indiretti dell’attenuazione della domanda cinese sono una preoccupazione maggiore, con il 15% delle vendite del terzo trimestre provenienti dal Paese. Ma anche qui, il suo portafoglio ordini di 33 miliardi di euro che durerà fino al 2024 dovrebbe attutire il colpo.

ASML non può discostarsi per sempre dalle più ampie forze di mercato. Il mercato azionario ha chiaramente i suoi dubbi dato che ha svalutato le azioni ASML di circa il 40% dall’inizio dell’anno, sostanzialmente in linea con il settore globale dei chip. Data la posizione industriale di ASML, ciò suggerisce che gli investitori vedono quest’ultima flessione per i semiconduttori come qualcosa di più di un calo.