TikTok è l’unica buona app di social media. Almeno, lo era. Dal 2019 al 2021, l’algoritmo è stato magico. Aveva un modo per inviare video a cui non sapevi di essere interessato finché non li hai visti. Per me, ciò significava balli sincronizzati, ricette vegane e canzoni elaborate create dal dramma su Internet. Poi è arrivato il processo per diffamazione ad Amber Heard e Johnny Depp.

Per settimane e settimane quest’estate, il mio feed TikTok è stato dirottato da strani video che valorizzavano Johnny Depp e offrivano commenti violentemente pieni di odio sulla sua ex moglie. Non importava quante volte avessi cliccato su “non interessato” o passato il dito senza guardare, ne sarebbero apparse altre. Che provenisse da veri fan, opportunisti o bot, il contenuto pro-Depp era implacabile.

Quando il caso si è concluso, anche i video sono finiti. Ma il mio algoritmo non si è mai completamente ripreso. Invece di battute, sono arrivato su un lato di TikTok pieno di consigli su proteine ​​in polvere e video di chirurgia cruenta. È come se prendesse vita una rivista per ragazzi degli anni ’90.

Aggrappato ai ricordi dei bei tempi, ho passato le ultime settimane cercando di riqualificare il mio algoritmo. Questo, si scopre, non è facile. Non si tratta solo di cliccare “mi piace” sui video che ti interessano. Devi superare quelli che non ti piacciono e salvare quelli che ti piacciono.

L’algoritmo di TikTok dovrebbe essere particolarmente perspicace perché l’app raccoglie così tanti dati. La società, che è di proprietà della cinese ByteDance, osserva da vicino il tempo che un utente trascorre guardando un video. Lo aggiunge alle informazioni che raccoglie sulla loro posizione, età, sesso e cronologia delle ricerche. Ci sono anche molti contenuti da esaminare. I video possono essere girati su smartphone e caricati facilmente. Sono brevi, quindi è possibile guardarne di più in una sola seduta. Il fatto che tutti questi dati vengano raccolti da una società di proprietà cinese è qualcosa che ha sollevato frequenti problemi di sicurezza negli Stati Uniti.

Tuttavia, ciò che tiene agganciati oltre un miliardo di utenti come me è che TikTok rilascia anche video casuali di tanto in tanto invece di utenti noiosi mostrando lo stesso tipo di contenuto. Negli Stati Uniti, TikTok viene guardato più a lungo di YouTube, secondo i dati raccolti dagli utenti di telefoni Android dalla società di analisi App Annie. Le società di social media rivali hanno offerto all’app il massimo dei complimenti cercando di inserire formati simili a TikTok sulle proprie piattaforme. Per Instagram, è Reels. Per YouTube, sono i cortometraggi.

Come ho scoperto, tuttavia, quella casualità può anche essere fonte di problemi. A differenza di Twitter o Instagram, che concentrano l’attenzione sui contenuti delle persone che scegli di seguire, TikTok serve estranei. Ciò può lasciare i feed aperti a video spiacevoli. L’anno scorso, la società ha affermato che avrebbe cercato di migliorare questo aspetto e impedire agli utenti di essere presi nelle tane del coniglio di contenuti sconvolgenti. Ma sospetto che molti creatori siano diventati più abili nel lavorare con l’algoritmo e nel portare avanti determinati contenuti.

L’ultimo passo che ho fatto per migliorare il mio algoritmo TikTok è stato quello di bloccare i creatori i cui video mi venivano mostrati ripetutamente e di filtrare determinate parole. È laborioso ma sembra aver funzionato. I video disgustosi sono stati sostituiti con remix di un ragazzo che parla di quanto gli piace il mais dolce.

Tuttavia, i giorni di gloria di TikTok di battute infinite e video abilmente fantasiosi sembrano volgere al termine, almeno sul mio feed. Una volta che celebrità e inserzionisti si sono trasferiti, la qualità dei video sull’app è diminuita. Anche dopo aver intrapreso un lavoro di riparazione di un algoritmo, potrei aver bisogno di trovare un nuovo modo per perdere tempo.