Dom. Lug 14th, 2024
Il cloud sulle aziende cloud

Sblocca gratuitamente l'Editor's Digest

C'è un angolo degno di nota del mondo della tecnologia che non è stato toccato dall'euforia per l'intelligenza artificiale che sta travolgendo il mercato azionario.

Se l'AI generativa rappresenta davvero la prossima grande opportunità di vendita per l'industria tecnologica, allora le aziende di software dovrebbero essere tra i maggiori vincitori. Dopotutto, è probabile che la maggior parte dell'AI si presenti come funzionalità avanzate nel software aziendale su cui le aziende fanno affidamento nelle loro operazioni quotidiane.

Tuttavia, l'indice BVP Nasdaq delle aziende di software cloud è sceso di quasi il 10 percento quest'anno, mentre il Nasdaq Composite è salito di oltre il 20 percento. Si è anche dimezzato rispetto al picco dell'era della pandemia. Il crollo indica un settore a un bivio. Una lunga fase di crescita secolare guidata dall'ascesa del cloud sembra stia entrando in uno stato nuovo e più maturo, mentre il successivo (la diffusione dell'intelligenza artificiale generativa nel business) è appena iniziato.

In momenti come questo, Wall Street si trova ad affrontare questioni complesse. Se il business del cloud sta davvero maturando, l'attenzione degli investitori deve spostarsi più rapidamente dalla crescita al valore. Le aziende tecnologiche che hanno recentemente riportato risultati deludenti, come Salesforce, MongoDB e Workday, hanno cercato di far passare la stasi come il risultato di una prolungata debolezza economica. Ma più a lungo va avanti, più difficile è sostenere questa argomentazione. I ricavi di Salesforce sono raddoppiati negli ultimi quattro anni, arrivando a 36 miliardi di dollari: a quella scala, la crescita più lenta del 10 percento che ha previsto per il prossimo anno inizia a sembrare più la norma.

Allo stesso tempo, gli investitori devono valutare quali aziende saranno in grado di cogliere la prossima ondata di crescita e quali non riusciranno ad adattarsi e saranno lasciate indietro.

Secondo le aziende stesse, la mancanza di impatto sulle loro vendite da parte dell'IA è solo una questione di tempistiche. Il CEO di Salesforce Marc Benioff, ad esempio, sottolinea la sfida di formare grandi eserciti di venditori per gestire quella che lui chiama “una vendita più dura e complessa”. I clienti sono alle prese con un'ampia serie di domande, cercando di capire come funzionano i nuovi modelli di IA e come i loro dipendenti dovrebbero interagire con essi. Devono anche considerare come riprogettare i loro processi di lavoro per sfruttare al meglio la tecnologia, nonché affrontare le nuove minacce alla sicurezza dei loro dati.

Anche se le vendite sono ancora trascurabili, le aziende di software segnalano un enorme interesse da parte dei clienti nel pilotare i loro nuovi servizi di intelligenza artificiale. Ciò potrebbe significare che il dividendo di intelligenza artificiale è stato appena ritardato.

Tuttavia, le minacce dirompenti dell'AI suggeriscono che le cose non saranno così semplici. Una è lo sconvolgimento del modello di business delle aziende cloud. La maggior parte si basa sulla fatturazione di abbonamenti per postazione, il che significa che i loro ricavi aumentano in linea con il numero di lavoratori che utilizzano i loro servizi. Se l'AI generativa funziona come promesso e rende i lavoratori molto più produttivi, i clienti dovrebbero essere in grado di fare di più con meno personale.

Il risultato è stato un passaggio verso prezzi basati sul consumo, o una tariffazione basata su quanto i nuovi servizi vengono effettivamente utilizzati. Legare le tariffe all'utilizzo ha il vantaggio aggiuntivo di compensare parte dei costi più elevati della fornitura di AI generativa. Ma a meno che ciò non porti a vantaggi aziendali reali e dimostrabili, le aziende di software potrebbero subire una reazione negativa quando i clienti vedranno le loro bollette salire alle stelle.

I gruppi software devono anche fare i conti con la storia tecnologica. In passato, le nuove ere tecnologiche, come l'ascesa del client-server computing negli anni '90 e del cloud computing nel decennio successivo, hanno portato alla ribalta nuove ondate di aziende software start-up. Le nuove aziende, i loro prodotti e modelli aziendali progettati da zero per adattarsi a un nuovo paradigma informatico partono con un grande vantaggio.

La prima ondata di queste aziende di software “native AI” è spesso sembrata poco più che “wrapper” attorno ai grandi modelli linguistici, aggiungendo solo una patina di competenza specifica del settore mentre offrono alle aziende modi per adottare l'AI generativa. Ma stanno tutte lavorando duramente per mettere piede da dove possono iniziare a sviluppare servizi più interessanti.

Secondo Benioff di Salesforce, sarà difficile spodestare i titolari. Aziende come la sua sono diventate i depositari dei dati più importanti dei loro clienti, dice, dando loro un grande vantaggio quando si tratta di addestrare i modelli di intelligenza artificiale che le aziende troveranno davvero utili.

Ciò avrà valore solo se le aziende cloud di oggi riusciranno ad adattare i propri prodotti e processi alla nuova tecnologia abbastanza velocemente. Per ora, Wall Street sta sospendendo il giudizio.

[email protected]