Mar. Mar 5th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company prevede un ritorno a una forte crescita quest’anno, con ricavi in ​​crescita fino al 25% mentre il mercato globale dei chip uscirà da un profondo calo.

“Ci aspettiamo che il 2024 sia un anno di crescita sana per TSMC, supportato da . . . robusto [artificial intelligence] domanda”, ha detto giovedì agli investitori CC Wei, amministratore delegato del più grande produttore di chip a contratto del mondo.

Le prospettive di crescita dell’azienda sono più del doppio delle previsioni per il mercato complessivo dei semiconduttori, che secondo Wei vedrà probabilmente un aumento di oltre il 10%.

TSMC prevede che i ricavi nel trimestre in corso diminuirebbero del 6,2% rispetto al quarto trimestre, tra 18 e 18,8 miliardi di dollari, in linea con i modelli stagionali. Tuttavia, è probabile che aumentino ogni trimestre successivo, ha affermato la società.

Nei tre mesi fino al 31 dicembre, i ricavi delle applicazioni di calcolo ad alte prestazioni – che includono l’intelligenza artificiale generativa – sono aumentati del 17% su base trimestrale, mentre i ricavi dei chip per smartphone sono aumentati del 27% e le vendite di applicazioni automobilistiche sono aumentate del 13%. .

Le spese in conto capitale dell’azienda si stanno stabilizzando a seguito della massiccia espansione della capacità produttiva all’avanguardia a Taiwan e della costruzione di impianti di fabbricazione, o fab, negli Stati Uniti e in Giappone.

“Il tasso di aumento della nostra spesa in conto capitale ha iniziato a stabilizzarsi mentre iniziamo a raccogliere la crescita”, ha affermato Wendell Huang, direttore finanziario. La spesa in conto capitale sarebbe compresa tra 28 e 32 miliardi di dollari quest’anno, ovvero invariata rispetto al 2023.

La società ha registrato un calo del 19,3% nell’utile netto a 238,7 miliardi di dollari NT (7,6 miliardi di dollari) per il quarto trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La cifra degli utili netti ha leggermente superato la fascia alta delle indicazioni di TSMC fornite tre mesi fa.

I margini lordi sono scesi di 9,2 punti percentuali rispetto al quarto trimestre del 2022 al 53%, ma TSMC si è detta fiduciosa di poter raggiungere un margine lordo medio superiore a quel livello a lungo termine.

Con i rivali di TSMC, Intel e Samsung, che spingono avanti con la prossima generazione di tecnologia di produzione di chip, chiamata N2, il management ha risposto alle domande di alcuni osservatori sulla capacità di TSMC di mantenere il vantaggio rispetto ai concorrenti.

Ha ripetuto la sua argomentazione avanzata tre mesi fa secondo cui la tecnologia 18A di Intel, che entrerà nella produzione di massa quest’anno, non poteva essere paragonata alla N2 di TSMC ma era simile alla sua N3P, una tecnologia che l’azienda taiwanese ha già prodotto in serie.

“L’affermazione dell’altra parte potrebbe essere giusta, ma solo per il proprio prodotto”, ha affermato il presidente di TSMC Mark Liu, indicando il cosiddetto modello di business di Intel di produzione di dispositivi integrati in base al quale produce semiconduttori per i propri prodotti e per altre società di chip che creano progetti. ma non hanno le loro favole.

“IDM in genere ottimizza la propria tecnologia solo per il proprio prodotto, mentre la fonderia ottimizza per i propri clienti”, ha affermato Liu.