Mer. Lug 17th, 2024
Oracle si rivela uno dei grandi vincitori dell'intelligenza artificiale

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

È stata una settimana divertente per Oracle. Innanzitutto, uno dei suoi ingegneri, Saurabh Netravalkar, ha contribuito a portare la squadra nazionale di cricket degli Stati Uniti a una vittoria sconvolgente sul Pakistan nel torneo di coppa del mondo che si è svolto in America.

In secondo luogo, Oracle ha conquistato il suo status di vincitore a sorpresa nella rivoluzione dell’intelligenza artificiale. Quattro anni fa, l'azienda di Larry Ellison fu sostanzialmente colta di sorpresa. Oracle, una società di software basata su licenza con considerevoli flussi di cassa maturi, ha dovuto fare affidamento su questi per le costose fusioni e acquisizioni necessarie per generare anche un modesto entusiasmo.

Da allora, tuttavia, la sua capitalizzazione di mercato è salita a quasi 400 miliardi di dollari, poiché la sua offerta di cloud computing, venduta come abbonamento, è stata selezionata da aziende come OpenAI come la spina dorsale dei loro grandi modelli linguistici. Ellison ha descritto la svolta come “sorprendente” durante la teleconferenza della società questa settimana. Tali perni sono difficili da realizzare, ma Ellison sembra averlo fatto.

Mercoledì le azioni di Oracle sono aumentate del 13%, rappresentando un incremento di 45 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. Il numero su cui Wall Street si era fissata era qualcosa chiamato “obbligazioni di prestazione rimanenti”, altrimenti noti come impegni di acquisto del cliente che alla fine si trasformeranno in entrate contabili. Il saldo RPO ammonta a 98 miliardi di dollari, un enorme balzo del 44% rispetto a un anno fa. A loro volta, gli utili sono aumentati ad un tasso del 10%, mentre il flusso di cassa è esploso in modo ancora più brusco.

Ellison ha individuato il 2020 come punto di svolta per Oracle. Per coincidenza, Oracle e Salesforce – fondate dal protetto di Ellison, Marc Benioff – avevano entrambe una capitalizzazione di mercato di circa 170 miliardi di dollari all’epoca. Da allora Salesforce ha avuto un percorso irregolare, con il suo valore azionario oggi pari a 230 miliardi di dollari. Il pioniere del software come servizio ha faticato a trovare la sua strada nell’era dell’intelligenza artificiale poiché insieme ad altri rivali stanno schivando i timori che l’intelligenza artificiale possa rendere obsoleti i software applicativi.

Oracle, la cui eredità è nei database, scommette che potrebbe essere uno dei vincitori nell'infrastruttura cloud insieme a Microsoft e Amazon. Sembrava un compito arduo, ma la tecnologia che ha creato si è adattata bene quando è arrivata l’intelligenza artificiale. Non è proprio la stessa cosa della vittoria a sorpresa del Team USA sul Pakistan. Ma si può dire con certezza che, a parte forse Ellison, pochi vedevano arrivare questa vittoria dell’IA.

[email protected]