Lun. Giu 24th, 2024
xAI di Elon Musk ottiene il nuovo sostegno di Andreessen, Lightspeed, Sequoia e Tribe

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

xAI di Elon Musk si è assicurata un nuovo sostegno da parte dei giganti del venture capital della Silicon Valley Lightspeed Venture Partners, Andreessen Horowitz, Sequoia Capital e Tribe Capital, mentre il miliardario tecnologico si avvicina a un nuovo round di finanziamento che valuta la start-up di intelligenza artificiale a 18 miliardi di dollari.

Gli investitori si sono impegnati ad aderire all'ultimo finanziamento di xAI in cui Musk sta cercando di raccogliere quasi 6 miliardi di dollari, secondo persone che hanno familiarità con i negoziati.

Tuttavia, un investitore coinvolto nel round ha affermato che il capo di Tesla e X rimane “qualche centinaio di milioni di dollari” al di sotto di tale obiettivo.

Lightspeed, Tribe e Sequoia hanno rifiutato di commentare. Andreessen Horowitz e Musk non hanno risposto a una richiesta di commento.

L’accordo di finanziamento arriva mentre Musk cerca di assicurarsi la potenza di fuoco finanziaria per raggiungere i leader di mercato OpenAI, Anthropic e Google, che hanno tutti rilasciato modelli di intelligenza artificiale generativa più potenti di xAI.

La sua proposta agli investitori è che xAI può guadagnare terreno grazie alla sua connessione con le altre società da lui guidate, che potrebbero fornire tecnologia, dati e ricavi iniziali come clienti della start-up.

Il round di finanziamento darebbe a xAI una cosiddetta valutazione “post-money” di 24 miliardi di dollari una volta preso in considerazione il nuovo investimento, e aiuterebbe la start-up a sviluppare nuove versioni del suo chatbot Grok.

Musk è stato co-fondatore di OpenAI prima di andarsene nel 2018 a seguito di disaccordi con l'amministratore delegato Sam Altman sulla direzione della ricerca. Da allora Musk ha citato in giudizio OpenAI e Altman, sostenendo che avevano compromesso la missione originale della start-up di costruire sistemi di intelligenza artificiale a beneficio dell'umanità, una causa che OpenAI ha respinto come “frivola”.

Musk ha anche promesso di essere più trasparente nella sua ricerca dell’intelligenza artificiale generale – il punto in cui le macchine hanno capacità cognitive più elevate rispetto agli esseri umani – rispetto a rivali come OpenAI.

Si è anche impegnato a costruire una “IA alla massima ricerca della verità”, criticando i modelli attuali che, a suo avviso, sono stati addestrati per essere politicamente corretti.

Un investitore ha affermato di essere stato convinto dalla proposta di Musk, ma ha avvertito che xAI è “dietro” ai suoi rivali. “Per recuperare il ritardo è necessario spendere miliardi di dollari su H100 [chips] e infrastrutture”, ha avvertito la persona.

Durante la raccolta fondi di xAI, investitori come Sequoia e Andreessen, che in precedenza avevano sostenuto le attività di Musk tra cui X e SpaceX, hanno ricevuto il primo rifiuto di sostenere l'impresa di intelligenza artificiale e acquisire fino al 25% delle azioni, secondo le persone che hanno familiarità con l'accordo. parla.

Un altro investitore della Silicon Valley ha aggiunto che gran parte del round di finanziamento è stato ottenuto tramite banche e società veicolo, anche al di fuori degli Stati Uniti.

Un altro investitore che ha partecipato al round ha affermato di essere preoccupato che gli investitori che avevano sollevato domande su questioni relative alle altre iniziative di Musk fossero stati esclusi dal round di finanziamento xAI.

“Il team dietro xAI è davvero bravo, quindi non sono preoccupato per il nostro investimento, ma sono preoccupato per l'approccio”, ha detto la persona. “Non è inclusivo, non è la Silicon Valley”.

Il MagicTech aveva riferito per la prima volta a gennaio che xAI era in trattative per raccogliere fino a 6 miliardi di dollari.

Aveva incaricato Morgan Stanley di coordinare le discussioni con potenziali investitori in tutto il mondo, inclusi fondi sovrani, family office e investitori al dettaglio in Medio Oriente e Hong Kong.

All’epoca, Musk disse in un post su X: “xAI non sta raccogliendo capitali e non ho avuto conversazioni con nessuno a riguardo”.