Sab. Feb 24th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Cinque migranti sono morti nel tentativo di attraversare la Manica domenica mattina, aumentando la pressione sul primo ministro Rishi Sunak affinché elabori un piano praticabile per impedire alle persone di intraprendere il pericoloso viaggio.

Secondo un rapporto dell’AFP, domenica mattina circa 70 persone hanno tentato di salire a bordo di barche che partivano dalla spiaggia vicino alla città francese di Wimereux in acque gelide. Cinque sono stati trovati morti e un sesto è stato portato in ospedale in condizioni critiche.

La prefettura marittima francese ha detto che le barche della guardia costiera e un elicottero sono intervenuti circa 15 minuti dopo la segnalazione dell’incidente e hanno salvato la maggior parte delle persone.

Il ministro degli Esteri Lord David Cameron ha affermato che la morte dei migranti è “straziante”, ma ha sottolineato l’urgente necessità di “fermare le barche”.

Ha detto a Laura Kuensberg della BBC che “in un mondo ideale” il Regno Unito rimanderebbe i richiedenti asilo “direttamente in Francia” ma poiché ciò non è possibile, il governo sta perseguendo quella che “potrebbe essere una politica non ortodossa e insolita” di rimandarli in Francia. Ruanda.

“Si tratta di affrontare l’immigrazione clandestina, si tratta di salvare vite umane”, ha affermato.

Dopo una pausa nel canale dal mese scorso a causa del maltempo, sabato sono arrivate 124 persone su tre barche, secondo i dati del Ministero degli Interni. I decessi di domenica mattina sono stati i primi dal 15 dicembre.

“Non possiamo immaginare il livello di dolore e sofferenza creati da queste situazioni”, ha detto Nikolaï Posner, portavoce di Utopia 56, un ente di beneficenza che lavora con i migranti a Calais. Ha accusato i politici di non riuscire a “costruire soluzioni” che impediscano la morte dei migranti.

La notizia arriva prima di un dibattito serrato sul controverso disegno di legge del governo conservatore che prevede l’invio dei richiedenti asilo in Ruanda per l’esame delle loro domande.

Diversi tentativi di inviare migranti a Kigali sono stati bloccati da ricorsi in tribunale. A novembre la Corte Suprema ha stabilito che il tentativo del governo di inviare migranti in Ruanda era illegale perché esisteva la minaccia reale che potessero essere rimandati nel paese di origine, dove le loro vite avrebbero potuto essere in pericolo.

Il governo di Sunak ha risposto redigendo una legislazione che afferma categoricamente che il Ruanda è un paese “sicuro” e disapplica parti delle leggi britanniche sui diritti umani.

I ministri sono stati impegnati in colloqui con i backbenchers la scorsa settimana per cercare di evitare la rivolta sul disegno di legge.

Le fazioni di destra del partito ritengono che non si spinga abbastanza lontano da bloccare gli interventi dei tribunali europei o da impedire ai migranti di lanciare sfide indipendenti.

Decine di parlamentari del fianco destro del partito hanno presentato una serie di emendamenti al disegno di legge, che secondo loro colmeranno le lacune che lasciano aperta la questione dell’allontanamento dei migranti.

Nel frattempo, i membri del gruppo più moderato One Nation hanno risposto redigendo i propri emendamenti che annacquerebbero le disposizioni che disapplicano la legge sui diritti umani e bloccherebbero le ingiunzioni provvisorie della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Domenica, parlando alla BBC, il leader laburista Sir Keir Starmer ha affermato che se il suo partito vincesse le elezioni generali previste quest’anno, “perseguirebbe le bande criminali” che trasportano i migranti attraverso la Manica. “Mi rifiuto di accettare che queste bande siano intoccabili e che non possiamo farci nulla”, ha detto.

Nel 2023 più di 30.000 persone hanno attraversato il canale su piccole imbarcazioni, un calo di un terzo rispetto all’anno precedente. Alla fine del 2021, 27 persone sono morte in una sola notte mentre tentavano di intraprendere il pericoloso viaggio.