Gio. Mag 23rd, 2024
Daniel Křetínský intensifica i colloqui con il proprietario della Royal Mail per un'offerta migliore

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Il gruppo EP del miliardario ceco Daniel Křetínský ha intensificato i colloqui con il proprietario della Royal Mail britannica su un'offerta pubblica di acquisto migliore, dopo che la sua offerta iniziale di 4,5 miliardi di sterline è stata respinta il mese scorso.

Le discussioni tra EP e il consiglio di amministrazione della International Distributions Services, proprietaria dell'ex monopolio postale britannico, si sono approfondite nelle ultime due settimane, hanno riferito fonti vicine alla questione.

Non è chiaro se EP e IDS riusciranno a raggiungere un accordo, hanno avvertito le persone. Il PE ha tempo fino al 15 maggio per presentare un'offerta definitiva per IDS ai sensi delle norme britanniche che regolano le offerte pubbliche di acquisizione per le società pubbliche.

Křetínský, un avvocato diventato magnate dell’energia, è il maggiore azionista di IDS, con una quota del 27,5%.

È stato un importante commerciante nel Regno Unito, investendo nella catena di supermercati J Sainsbury e nella squadra di calcio londinese West Ham United.

L'EP ha affermato di aver “presentato una proposta indicativa non vincolante” a IDS il 9 aprile, dopo che il suo interesse ad acquisire l'azienda era stato riportato per la prima volta dal MagicTech.

Tuttavia, IDS ha rifiutato l'offerta indicativa di 320 pence per azione, definendo i tempi dell'offerta “opportunistici” e affermando che sottovalutava l'attività. Altri azionisti di IDS hanno criticato la proposta.

Le azioni di IDS sono crollate negli ultimi tre anni e le azioni sono state scambiate per l'ultima volta al valore della proposta di EP nel maggio 2022. Venerdì le azioni hanno chiuso in ribasso di quasi l'1% a 280,2p.

Royal Mail si trova ad affrontare sfide legate ai costi elevati del suo servizio di consegna completo in tutto il Regno Unito mentre si sta adattando a un forte calo del volume di lettere che gestisce.

Il PE si trova a fronteggiare il controllo da parte dei funzionari governativi del Regno Unito e di una forza lavoro IDS fortemente sindacalizzata.

Il Communication Workers Union ha affermato che cedere la proprietà di “una delle istituzioni più prestigiose del Regno Unito” a un investitore azionario straniero “non può essere giusto”.

Křetínský ha chiarito la sua intenzione di non smembrare IDS separando la Royal Mail in perdita dalla redditizia attività logistica europea GLS, né di toccare il surplus del piano pensionistico del gruppo, hanno detto alcune persone informate della situazione.

Křetínský ha anche affermato che manterrà il rating creditizio investment grade di IDS ed eviterà licenziamenti obbligatori.

I rappresentanti di Křetínský e IDS hanno rifiutato di commentare.