Lun. Giu 24th, 2024
I ministri delle Finanze del G7 dovranno pianificare l’emissione di debito garantito da beni congelati

Buongiorno da Firenze e dall'annuale conferenza sullo stato dell'Unione all'Istituto Universitario Europeo.

Oggi, i nostri corrispondenti alla riunione dei ministri delle Finanze del G7 hanno presentato in anteprima la discussione sui piani per sfruttare le risorse russe per l’Ucraina, e vi presento una proposta polacco-greca per uno scudo di difesa aerea congiunto dell’UE.

Diventare creativi

I ministri delle finanze del G7 si sono riuniti sulle rive del Lago Maggiore in Italia per discutere di come sfruttare i profitti derivanti dalle riserve russe immobilizzate per l'Ucraina, scrivere Paola Tamma E Claire Jones.

Contesto: gli Stati Uniti stanno spingendo per emettere debito garantito dal valore futuro dei profitti derivanti dalle riserve russe bloccate dalle sanzioni in Occidente. I membri dell’UE del G7 e il Giappone hanno accolto favorevolmente il piano come un modo per garantire aiuti a Kiev in vista delle elezioni americane di novembre.

La segretaria del Tesoro americano Janet Yellen ha dichiarato al FT in un'intervista che spera che i ministri delle finanze sostengano l'idea.

“Se qui c'è un ampio sostegno a questo approccio generale, in quanto costruttivo, cercheremo di lavorare su molti dei dettagli chiave nelle prossime settimane”, ha detto Yellen. I leader del G7 si incontreranno a metà giugno, quando potrebbe essere raggiunto un accordo finale.

Ma i dettagli chiave devono ancora essere risolti, hanno detto i funzionari. Questi includono chi emetterebbe il debito: i soli Stati Uniti o il G7; come sarebbe coperto – attraverso garanzie statali o tramite le attività sottostanti; e come verrebbe rimborsato nel caso in cui i profitti futuri non si materializzassero.

La Yellen ammette che non tutto è ancora chiaro, compresa la destinazione dei fondi. Ha detto che probabilmente non sarebbero andati direttamente in Ucraina, ma in una struttura europea o presso la Banca Mondiale prima di essere trasferiti a Kiev.

Anche gli importi e la tempistica non sono ancora chiari, poiché questi dipenderebbero fortemente dall’andamento dei tassi di interesse. Gli Stati Uniti hanno affermato che un tale piano potrebbe comportare l’esborso di 50 miliardi di dollari in Ucraina entro l’estate.

I funzionari europei sono anche scettici riguardo alle possibilità di emettere debito prima della caduta, anche perché il sistema richiederebbe il sostegno unanime di tutti i paesi dell’UE.

“Non è facile. C'è una certa esitazione da parte delle banche centrali”, ha detto il ministro delle Finanze italiano Giancarlo Giorgetti. “Ma dobbiamo lavorare duro ed essere creativi”, ha aggiunto.

L'atmosfera a Stresa è generalmente ottimista e c'è consenso sulla necessità di mobilitare fondi per l'Ucraina. “È importante che la Russia si renda conto che non saremo scoraggiati dal sostenere l'Ucraina per mancanza di risorse”, ha detto Yellen in un discorso.

Grafico del giorno: in calo

Le nascite nell’UE sono scese a livelli che i meteorologi non si aspettavano per altri due decenni, suggerendo che il picco demografico europeo potrebbe essere raggiunto l’anno prossimo.

La “cupola di ferro” dell’UE

I primi ministri di Polonia e Grecia hanno chiesto all’UE di sviluppare e finanziare uno “scudo di difesa aerea europeo” condiviso.

Contesto: l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia ha innescato un cambiamento epocale nel modo di pensare la difesa dell’UE, compresi i finanziamenti UE per le armi inviate a Kiev, il finanziamento congiunto per progetti di difesa europei e colloqui su come integrare meglio le piattaforme militari.

In una lettera inviata ieri alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e vista dal FT, il primo ministro polacco Donald Tusk e il suo collega greco Kyriakos Mitsotakis hanno chiesto “un sistema di difesa aerea completo per proteggere il nostro spazio aereo comune dell’UE da tutte le minacce in arrivo”. .

Il bombardamento quotidiano da parte della Russia di paesi, città e infrastrutture critiche ucraine ha reso la difesa aerea contro bombe, missili e aerei un requisito fondamentale per i pianificatori militari, ma i sistemi sono costosi, lenti da produrre e pochi paesi dell’UE ne possiedono quantità significative.

Descrivendo la mancanza di uno scudo aereo integrato come una “grande vulnerabilità nella nostra sicurezza”, i due leader hanno affermato che un simile progetto “invierebbe un chiaro segnale che l’Europa è unita e determinata ad agire in autodifesa”.

“In questa nuova era geopolitica, la nostra unione economica e monetaria deve essere accompagnata da una forte unione di difesa”, scrivono.

Von der Leyen, che si candida per un secondo mandato come presidente, ha dichiarato martedì in un dibattito dei leader delle elezioni europee ospitato dal FT e Bruegel che “sosterrebbe, ad esempio, uno scudo di difesa aerea come progetto comune europeo”.

La proposta dovrebbe essere discussa in un vertice dei leader europei il mese prossimo, hanno suggerito Tusk e Mitsotakis.

Cosa guardare oggi

  1. Assemblea parlamentare della Nato si apre a Sofia, Bulgaria.

  2. Il capo della diplomazia europea Josep Borrell interviene alla conferenza sullo stato dell'Unione a Firenze. alle 15.45.

Ora leggi questi