Mar. Giu 18th, 2024
Il primo ministro gallese Vaughan Gething perde la mozione di sfiducia

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Vaughan Gething, primo ministro del Galles, ha perso un voto di sfiducia a soli 77 giorni dalla sua leadership, in una mossa che getta il partito laburista gallese nel caos nel bel mezzo della campagna elettorale generale del Regno Unito.

La mozione di sfiducia contro Gething è stata approvata mercoledì pomeriggio con 29 voti favorevoli e 27 contrari, dopo che due suoi colleghi laburisti del Welsh Senedd si erano dati malati.

Anche se lo scrutinio non è vincolante, la sconfitta rappresenta un duro colpo per l'autorità del primo ministro gallese.

Gething ha insistito che avrebbe continuato ad essere primo ministro nonostante avesse perso il voto, dicendo che era “orgoglioso” di essere primo ministro. “E' quello che continuerò a fare”, ha aggiunto.

Il voto di sfiducia è stato chiesto dal partito conservatore di opposizione al Senedd dopo una disputa sulle donazioni ricevute da Gething quando era candidato alla leadership laburista gallese l'anno scorso.

Andrew RT Davies, leader dei conservatori gallesi, ha dichiarato: “Vaughan Gething ha perso la fiducia del popolo gallese. Ha perso la fiducia del Senedd”.

Gething, che in precedenza era ministro dell’Economia, ha ricevuto 200.000 sterline per la sua campagna per diventare leader laburista gallese tra dicembre 2023 e gennaio 2024 dall’azienda di riciclaggio Dauson Environmental Group.

Il proprietario dell'azienda, David Neal, ha ricevuto una pena detentiva sospesa nel 2013 per lo scarico illegale di rifiuti.

David Neal, proprietario della Dauson Environmental Group, è stato condannato per lo scarico illegale di rifiuti da parte della sua azienda. Vaughan Gething ha accettato i soldi della campagna da Dauson ©Richard Swingler Fotografia

Neal Soil Suppliers, una filiale di Dauson, aveva ricevuto un prestito di 400.000 sterline dalla Development Bank of Wales nel febbraio 2023 per l'acquisto di un parco solare.

Il ministro dell’Economia è responsabile della DBW, che è interamente di proprietà del governo gallese ma gestisce in modo indipendente. Gething ha detto di non aver mai preso alcuna decisione nei confronti di Dauson.

Gething ha detto al Senedd che si è rammaricato della mozione di sfiducia e ha affermato che era stata progettata per mettere in dubbio la sua integrità.

“Come molti di voi in questa Camera, ho dedicato la mia vita adulta ai servizi pubblici e al Galles”, ha detto. “Anche nel bel mezzo di una campagna elettorale, fa male profondamente quando le mie intenzioni vengono messe in discussione”.

Gething, divenuto primo ministro a marzo, è sopravvissuto a un voto simile all’inizio di maggio.

Ma con i laburisti che detengono 30 dei 60 seggi al Senedd di Cardiff Bay e gli altri partiti pronti a votare contro di lui, Gething aveva bisogno che tutti i membri laburisti lo sostenessero mercoledì pomeriggio.

Due membri laburisti del Senedd, Hannah Blythyn e Lee Waters, entrambi ex ministri del governo gallese, non hanno partecipato al voto perché si diceva che non stessero bene.

Waters aveva criticato il Gething nel dibattito del mese scorso, affermando che le donazioni avrebbero dovuto essere restituite perché erano un “errore”.

Rhun ap Iorwerth, leader del Plaid Cymru, il partito nazionalista gallese, ha esortato Gething a “fare la cosa onorevole” e a dimettersi per evitare ulteriore instabilità nel cuore del governo di Cardiff.

“Il Senedd ha parlato a nome del popolo del Galles: non abbiamo fiducia nel primo ministro laburista”, ha detto.

“Il suo governo è chiaramente allo sbando. . . onorando il risultato del voto, il governo gallese e il nostro Senedd possono superare questo deplorevole episodio”.

Emily Thornberry, procuratore generale ombra, ha affermato che il voto non metterà fuori strada la campagna elettorale nazionale laburista.

Ha detto alla BBC: “Il popolo del Galles è interessato alle elezioni generali e a come possiamo migliorare la loro vita piuttosto che a questo”.

Ma una figura laburista gallese ha detto che Gething non è riuscito a superare la sua “scarsa capacità di giudizio” sulle donazioni a causa della sua “gestione arrogante” della situazione.

“Se non fosse stato per le elezioni probabilmente se ne sarebbe già andato”, hanno detto.