Lun. Giu 17th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Secondo un’analisi del MagicTech, finora sono stati forniti più di 650 milioni di sterline di sostegno statale al controverso progetto di rigenerazione di Teesworks supervisionato dal sindaco conservatore Ben Houchen.

I dati sottolineano la misura in cui il denaro pubblico ha sostenuto la spinta per rilanciare l’ex acciaieria di Redcar, nel nord-est dell’Inghilterra, anche dopo che gli imprenditori del settore privato sono stati coinvolti per stimolare gli investimenti.

La somma estesa al più grande sito dismesso del Regno Unito comprende un forte aumento delle passività dei contribuenti locali e agevolazioni fiscali nazionali negli ultimi tre anni.

Teesworks è un progetto di punta per i conservatori al governo in uno dei loro fondamentali campi di battaglia elettorale, dove Houchen ha aperto la strada alla conquista dei tradizionali voti laburisti negli ultimi anni.

È destinato a sostituire migliaia di ex posti di lavoro industriali con opportunità offerte da datori di lavoro che operano nel settore dell’energia verde.

L'altoforno Redcar verrà demolito nel novembre 2022
L’altoforno Redcar è stato demolito l’anno scorso nel sito di Teesworks ©Danny Lawson/PA

Ma il progetto, avviato sei anni fa, è stato tormentato da dubbi sulla decisione presa da un ente del settore pubblico presieduto da Houchen nel 2021 di cedere gratuitamente il 90% delle azioni di Teesworks Ltd a imprenditori locali.

La società è stata costituita per sviluppare il sito dalla South Tees Development Corporation, che ha mantenuto una proprietà del 10% dopo il trasferimento delle azioni a entità controllate da Chris Musgrave e Martin Corney. Lo stesso STDC è stato lanciato nel 2017 per supervisionare la rigenerazione del sito.

Un’indagine governativa sulla governance del progetto Teesworks, compresi gli accordi finanziari alla sua base, è stata avviata a maggio e si prevede che riporterà i risultati questo mese.

Houchen, che è anche lui un collega, ha affermato che lo scopo del trasferimento di azioni di Teesworks Ltd nel 2021 era quello di ridurre l’onere sui contribuenti per finanziare la rigenerazione del sito.

Rishi Sunak, a sinistra, parla con il sindaco di Tees Valley Ben Houchen durante una visita a Teesworks
Il primo ministro Rishi Sunak, a sinistra, parla con il sindaco della Tees Valley Ben Houchen durante una visita a Teesworks ©Owen Humphreys/PA

Ma l’analisi dei conti pubblicati dal FT mostra che i contribuenti sono rimasti intrappolati nei crescenti importi del sostegno statale alla STDC negli ultimi anni, anche attraverso prestiti al settore pubblico.

Nello stesso periodo, Teesworks Ltd sembra aver effettuato solo investimenti minimi, suggerendo che la maggior parte dell’onere della rigenerazione è stato sostenuto dai contribuenti.

A maggio, Houchen ha affermato che i due sviluppatori privati ​​avevano effettuato investimenti per 168 milioni di sterline. Da allora la STDC ha affermato che la cifra era denaro che gli sviluppatori avrebbero dovuto spendere tramite Teesworks Ltd e comprendeva futuri “impegni”.

Finora il FT è riuscito a stabilire un solo investimento di 15 milioni di sterline come parte di una transazione fondiaria.

Teesworks Ltd, che detiene opzioni di acquisto sull’intero sito, l’anno scorso ha accettato di acquistare un terreno da una filiale della STDC per la fabbrica di parchi eolici SeAH. Cinque milioni di sterline sono stati pagati nel 2022-23, mentre il resto non sarà dovuto prima di due anni.

I lavori di fondazione e la costruzione si svolgono all'interno del sito Teesworks a Redcar, in Inghilterra
Teesworks è il più grande sito dismesso del Regno Unito ©Ian Forsyth/Getty Images

Teesworks Ltd ha detto che le società di Musgrave e Corney “stanno impegnando decine di milioni di sterline per risanare e riparare grandi appezzamenti di terreno”.

La società ha aggiunto che questo investimento stava andando avanti “poiché la demolizione in loco finanziata dal governo è stata completata, le strutture ridondanti sono state rimosse e il terreno è stato ora ripulito per consentire lo sviluppo”.

C’è stato “un enorme lavoro dietro le quinte”, si legge, “per preparare il sito per lo sviluppo e per assicurarsi nuovi inquilini che stanno fornendo più di 2 miliardi di sterline di investimenti interni”.

“Queste azioni sono state complesse e difficili ma sono state essenziali per riportare in vita il sito di Teesworks”, ha aggiunto Teesworks Ltd.

Secondo l’analisi del FT all’inizio di quest’anno, gli sviluppatori hanno guadagnato almeno 45 milioni di sterline dalle vendite di rottami del sito. Né Teesworks Ltd né STDC hanno negato di aver riferito alla rivista Private Eye secondo cui gli sviluppatori avrebbero guadagnato 75 milioni di sterline attraverso la vendita di terreni.

Allo stesso tempo, il sostegno statale e le passività sono aumentati in modo significativo.

Dal 2020 si è registrato un forte aumento dei prestiti alla STDC da parte della Tees Valley Combined Authority, il gruppo di cinque consigli locali presieduto anch’esso da Houchen.

I prestiti ammontavano a 206 milioni di sterline a marzo 2023, rispetto agli 11 milioni di sterline di marzo 2020.

Teesworks Ltd ha dichiarato di essersi impegnata a rimborsare alla fine una parte di quel prestito, un prestito di 107 milioni di sterline da parte della UK Infrastructure Bank, di cui la TVCA è legalmente garante.

La STDC ha affermato che il finanziamento del debito “è sempre stato inteso” a integrare i finanziamenti per il progetto e che l’aumento è stato “come previsto e in linea con i piani operativi in ​​loco”.

Ha affermato che il debito sarebbe stato finanziato dalla metà dei proventi delle tariffe commerciali presso il sito di Teesworks, che secondo le stime della STDC ammonterebbero a 31 milioni di sterline all’anno sulla base dei progetti firmati.

Il governo centrale ha anche concesso un’agevolazione fiscale sulle discariche a Teesworks all’inizio di quest’anno dopo le pressioni di Houchen. Secondo le stime della STDC, l’agevolazione fiscale dovrebbe valere più di 250 milioni di sterline.

Un portavoce della STDC ha affermato che l’agevolazione fiscale si applica ai siti in tutto il paese, non solo a Teesworks.

Dal 2017, il governo centrale ha inoltre fornito altri 246 milioni di sterline in sovvenzioni al progetto.

Teesworks beneficerà di ulteriori agevolazioni fiscali dopo che gli è stato concesso lo status di porto franco dal governo dell’allora primo ministro Boris Johnson nel 2021.

Il valore preciso del beneficio non è chiaro, ma l’Office for Budget Responsibility prevede che tutti gli otto porti franchi a livello nazionale costeranno al Tesoro 75 milioni di sterline all’anno entro la metà degli anni 2020.

Il Ministero del Tesoro, il Dipartimento per il livellamento, l’edilizia abitativa e le comunità e il Dipartimento per le imprese e il commercio non hanno commentato.