Ven. Mar 1st, 2024

Re Carlo III si è rivolto venerdì al vertice COP28 di Dubai indossando una cravatta decorata con la bandiera greca, in una settimana che ha visto un grande scontro diplomatico tra Londra e Atene.

La controversia è scoppiata dopo che Rishi Sunak, primo ministro britannico, ha annullato martedì un incontro con il suo omologo greco, accusando Kyriakos Mitsotakis di utilizzare un’intervista della BBC prima della sua prevista visita a Downing Street per “tribuna” nella spaccatura di lunga data sul cosiddetto Marmi di Elgin.

Parti dei media greci hanno colto la scelta della cravatta del monarca britannico come un segnale della sua simpatia per Mitsotakis e del suo tentativo di restituire le sculture del Partenone dal British Museum ad Atene.

L’immagine del re è apparsa sulla maggior parte dei siti di notizie greci con titoli del tipo: “Un’immagine vale più di mille parole”.

In un articolo sul sito del quotidiano greco Kathimerini si legge: “Anche se re Carlo non ha preso posizione sulla questione, questa mossa è vista da molti analisti come una forma indiretta di sostegno”.

Un primo piano della cravatta di re Carlo III accanto alla bandiera greca
Un primo piano della cravatta di re Carlo III accanto alla bandiera greca © Montaggio FT/AP/Dreamstime

Il Re ha indossato la cravatta a tema greco per uno dei suoi impegni più importanti dell’anno: un discorso sull’ambiente davanti ai leader mondiali al vertice COP28.

Anche Sunak era presente all’evento e ha pubblicato una sua foto sulla piattaforma di social media X mentre chiacchierava allegramente con il monarca.

Buckingham Palace ha insistito sul fatto che la cravatta era semplicemente parte della “collezione attuale” del re e che aveva indossato lo stesso capo la settimana scorsa per dare il benvenuto al presidente della Corea del Sud, prima dello scontro tra Sunak e il primo ministro greco.

Charles è conosciuto come un amante della cultura greca ed è un assiduo visitatore del paese dove è nato suo padre, il principe Filippo.

La decisione di Sunak di snobbare Mitsotakis questa settimana è stata definita “patetica” dall’opposizione laburista ed è stata criticata ad Atene. Giorgos Gerapetritis, ministro degli Esteri greco, ha dichiarato: “Anche Israele e Hamas comunicano”.

Sunak ha insistito per annullare l’incontro perché il premier greco ha infranto la promessa di non “spalmare” sulla questione dei marmi di Elgin prima del loro incontro a Downing Street.

Mitsotakis venerdì ha detto a Bloomberg TV che sperava di lasciarsi alle spalle la disputa diplomatica, ma ha aggiunto: “Ci vogliono sempre due persone per ballare il tango”.

Il tabloid greco Eleftheri Ora, noto per i suoi titoli audaci, è stato meno indulgente, presentando una foto di Sunak in prima pagina con il titolo: “Vaffanculo bastardo”.