Lun. Mag 27th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Una nave mercantile britannica è affondata nel Mare del Nord dopo una collisione martedì mattina presto, secondo le autorità tedesche.

Nove navi e aerei da ricerca, tra cui un elicottero della Marina tedesca e una nave da crociera P&O, stanno setacciando il mare alla ricerca dell’equipaggio disperso.

Due marinai sono stati salvati e stanno ricevendo cure mediche. Un terzo è morto. Il suo corpo è stato recuperato poco prima di mezzogiorno. Altri quattro risultano ancora dispersi.

“I servizi di emergenza stanno facendo tutto il possibile per salvare le persone scomparse”, ha detto il ministro dei trasporti tedesco Volker Wissing. “I miei pensieri vanno ai membri dell’equipaggio, ai loro parenti e alle squadre di soccorso che sono in azione da questa mattina presto.”

La nave da 91 metri Verity, una nave portarinfuse, si è scontrata con la nave da carico più grande Polesie alle 5 del mattino nella baia tedesca, la parte poco profonda a sud-est del Mare del Nord, 12 miglia nautiche a sud-ovest dell’isola tedesca di Helgoland, la Germania centrale. Lo ha riferito il Comando per le Emergenze Marittime (CCME).

GM251004_23X Mappa collisione Mare del Nord

La Verity, una nave battente bandiera britannica costruita nel 2001, era in rotta da Brema in Germania a Immingham, sull’estuario dell’Humber, nel nord-est dell’Inghilterra.

“[We] Attualmente presumiamo che la Verity sia affondata a causa della collisione”, ha affermato la CCME, che ha sede nella città portuale di Cuxhaven, nel nord della Germania, non lontano dalla scena dell’incidente.

Due navi da salvataggio in mare d’emergenza, la Hermann Marwede e la Bernhard Gruben, stanno coordinando le ricerche nella zona.

Diverse navi di pronto intervento e navi commerciali si sono unite alle operazioni di salvataggio mentre la ricerca dei dispersi è diventata più disperata.

Tra questi c’è la nave da crociera P&O Iona, una nave di 344 metri con spazio per 7.000 membri dell’equipaggio e passeggeri, partita da Southhampton nel fine settimana per un tour della costa del Mare del Nord.

Ai medici e al personale sanitario a bordo della nave è stato detto di prepararsi ad accogliere le vittime.

Anche se la temperatura dell’acqua del Mare del Nord è insolitamente alta al momento – misurata martedì a circa 15°C al largo delle coste olandesi – è ancora abbastanza fredda da causare ipotermia dopo solo un paio d’ore di esposizione senza un’adeguata protezione.

I due membri dell’equipaggio salvati sono stati trasferiti in elicottero negli ospedali della Germania, dove ricevono cure mediche urgenti.

Martedì mattina le condizioni nella zona erano difficili ma navigabili, con onde fino a 3 metri e venti fino a 50 km orari.

Il Polesie, che con i suoi 190 metri è più del doppio del Verity, è ancora galleggiante. La nave ha un equipaggio di 22 persone. Era in viaggio da Amburgo a La Coruna in Spagna.