Ven. Mag 24th, 2024
Recensione Infinix Note 40 Pro+: tutto carico

L'ampia portata di Infinix nei mercati internazionali ha sicuramente portato sotto i riflettori il marchio, che è stato coerente nel produrre telefoni Android convenienti che sfidano concorrenti affermati come Redmi e Realme. Questo non vuol dire che Infinix non sia aperta a produrre più telefoni “premium”, e questo è più evidente con il lancio del Note 40 Pro+.

Pertanto, abbiamo avuto l'opportunità di conoscere da vicino e in modo personale il telefono premium di fascia media di Infinix. Sebbene non sia disponibile localmente nel Nord America, è un buon promemoria del tipo di hardware che le persone negli Stati Uniti si stanno perdendo: dai un'occhiata in ritardo!

Specifiche

  • Display: AMOLED curvo da 6,78 pollici, 120 Hz, risoluzione 1080 x 2436 pixel
  • Processore: MediaTek Dimensity 7020
  • RAM e spazio di archiviazione: 12 GB, 256 GB
  • Software: Android 14 con XOS
  • Fotocamere posteriori: sensori primari da 108 MP, 2 MP + 2 MP
  • Fotocamera per selfie: 32MP
  • Batteria: 4.600 mAh
  • Ricarica: MagCharge cablata da 100 W, wireless da 20 W

Progettazione ed esposizione

Uno sguardo al design del Note 40 Pro+ ed è piuttosto ovvio che Infinix ha sviluppato il telefono per avere un aspetto più premium rispetto agli altri telefoni Android. La variante che abbiamo qui è il modello “Vintage Green”, che presenta una texture in pelle vegana sul retro e lati metallici. Essendo un fan delle finiture opache sui dispositivi, ha un bell'aspetto e una piacevole sensazione in mano e viene fornito con la certificazione IP53 per la resistenza agli schizzi.

Nella parte anteriore, il telefono è dotato di un display AMOLED curvo da 6,78 pollici, con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz e una risoluzione di 1080 x 2436 pixel. È moderatamente luminoso, con 1300 nit di luminosità massima e, sebbene non sia il più nitido in circolazione, è abbastanza buono per la maggior parte degli scenari di utilizzo. Naturalmente una considerazione riguarda lo schermo curvo, sarà una questione soggettiva per alcuni utenti che potrebbero invece preferire uno schermo piatto.

Una particolarità particolare che ho notato è che il ritaglio del software di perforazione della mia unità sembrava disallineato, indipendentemente dall'app visualizzata sullo schermo: anche se per lo più potevo ignorarlo, il disallineamento sembrava distrarre in certi momenti. A parte questo, però, il telefono sembra un dispositivo ben costruito e non è troppo pesante per l'uso quotidiano.

Prestazioni e software

All'interno del Note 40 Pro+ è presente un SoC MediaTek Dimensity 7020, un chip da 6 nm supportato da 12 GB di RAM. Per l'uso quotidiano, non c'è molto di cui lamentarsi poiché il telefono gestisce facilmente il multitasking, lo scorrimento delle app e la navigazione nell'interfaccia utente. È un punto di forza del telefono e funziona bene con la maggior parte delle app e dei giochi.

Parlando di giochi, gli utenti che desiderano eseguire alcuni giochi ad alta intensità grafica sul telefono non avranno grossi problemi, poiché riesce a gestire titoli come Genshin Impact in modo decente, anche se non senza un po' di balbettii qua e là. Tende a scaldarsi dopo un po', e questo è un aspetto da tenere in considerazione.

Stranamente, però, alcuni dei miei titoli preferiti come XCOM 2 Collection e alcuni altri non erano disponibili per il dispositivo, nonostante Dimensity 7020 fosse in grado di eseguirne la maggior parte.

Per quanto riguarda il software, l'Infinix Nota 40 Pro+ viene fornito con Android 14, che viene fornito con XOS, la skin Android personalizzata di Infinix. Comprende diverse app e software di terze parti e, se sei abituato a versioni di Android pesantemente modificate come questa, ti sentirai come a casa poiché include tantissime opzioni di personalizzazione per gli utenti. Va notato che si prevede che il telefono riceverà due anni di aggiornamenti software, oltre a tre anni di patch di sicurezza.

Qualità della fotocamera

Per quanto riguarda l'ottica, Infinix Note 40 Pro+ presenta un array di tre fotocamere che include a Sensore principale da 108 MP (f/1.75), un obiettivo macro da 2 MP (f/2.4) e un sensore di profondità da 2 MP (f/2.4). Nel frattempo, i selfie sono gestiti da un sensore da 32 MP nella parte anteriore.

Come con la maggior parte dei dispositivi dal prezzo simile al giorno d'oggi, il telefono per lo più riesce a capire bene l'essenziale. Venendo da un telefono Google Pixel, ci sono ovviamente alcune grandi differenze, ma dato il prezzo del telefono riesce a fare un lavoro decente in termini di qualità delle foto. C'è abbastanza gamma dinamica con luci tenui e gli scatti ravvicinati sembrano impressionanti con buoni dettagli; detto questo, però, ci sono casi in cui il rilevamento dei bordi può essere migliore.

Ci sono momenti in cui la qualità dell'immagine lascia un po' a desiderare. Ad esempio, la fotocamera frontale può presentare dettagli morbidi nella maggior parte delle foto, quindi l'illuminazione svolgerà un ruolo importante nella qualità dei tuoi autoritratti. Tutto sommato, però, per la maggior parte dei consumatori, dopo una fotocamera per smartphone con prestazioni decenti per l'uso occasionale e i social media, il Note 40 Pro+ farà il suo lavoro. Puoi controllare alcuni esempi qui sotto:






Durata della batteria

Nella commercializzazione del Note 40 Pro+, Infinix si è assicurata di evidenziare la batteria e le capacità di ricarica del telefono. C'è anche un mattoncino di ricarica in bundle oltre a un caricabatterie wireless (e persino cuffie cablate), cosa molto rara nella maggior parte delle confezioni di vendita al dettaglio di smartphone al giorno d'oggi: grandi complimenti a Infinix per questo.

Il telefono è dotato di una batteria da 4.600 mAh, che dovrebbe essere sufficiente per durare un giorno con un utilizzo moderato. Avremmo preferito un'unità da 5.000 mAh all'interno, anche se il telefono compensa ampiamente con la sua capacità di ricarica rapida.

Infinix ha incluso un chip Cheetah X1 integrato nel telefono, un chip di gestione dell'energia progettato su misura che si concentra sull'ottimizzazione della durata della batteria e dell'efficienza di ricarica e apprende anche il modo migliore per mantenere la salute della batteria in buone condizioni il più a lungo possibile. Detto questo, il Note 40 Pro+ supporta MagCharge cablato da 100 W e wireless da 20 W, il primo dei quali è tornato utile più volte quando non avevo abbastanza carica sulla mia unità prima di uscire.

Ora gli utenti dovrebbero tenere presente che fattori tra cui la connettività 5G e l'uso del GPS, la luminosità dello schermo e i giochi avranno un impatto sulla resistenza del telefono. Nel complesso, però, è abbastanza per reggere il confronto e le capacità di ricarica rapida sono una manna dal cielo.

Pensieri finali

Con un prezzo di circa $ 300, Infinix Note 40 Pro+ 5G deve affrontare la concorrenza di altri dispositivi come i dispositivi della serie Redmi Note 13, nonché i telefoni della serie A di Samsung, per citarne alcuni. Rispetto a questi, le capacità di ricarica rapida e l'ottimo display del Note 40 Pro+ rappresentano i suoi punti di forza, e avere il Dimensity 7020 a bordo non fa male.

Ovviamente non è un dispositivo perfetto e la qualità della fotocamera sarà una questione soggettiva per alcuni utenti, così come la versione pesantemente modificata di Android 14 e le app di terze parti preinstallate. Alla fine, però, se per te le prestazioni e la batteria contano di più, allora Infinix Note 40 Pro+ è un'ottima scelta.