Ven. Mar 1st, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

L’ex cancelliere britannico George Osborne è entrato a far parte del consiglio consultivo dell’exchange di criptovalute Coinbase, poiché la società deve affrontare un crescente controllo normativo.

La borsa con sede a San Francisco è coinvolta in una battaglia di alto profilo con i regolatori statunitensi e si sta espandendo in giurisdizioni che vanno da Singapore alle Bermuda.

La società ha affermato che prevede di affidarsi alle “intuizioni ed esperienze di Osborne mentre facciamo crescere Coinbase in tutto il mondo”.

Durante una visita a Londra lo scorso aprile, l’amministratore delegato di Coinbase Brian Armstrong ha flirtato con l’idea di trasferire la borsa quotata al Nasdaq, suggerendo che “tutto era sul tavolo”.

Il governo del Regno Unito ha deciso di commercializzarsi come un “hub” per le risorse digitali.

L’anno scorso i ministri hanno svelato piani di ampia portata per regolamentare il settore, inclusa una proposta per introdurre le stablecoin – gettoni digitali ancorati alle valute forti – come opzione per i pagamenti.

Tuttavia, la Financial Conduct Authority del Regno Unito sta applicando regole severe sul marketing delle criptovalute.

“C’è un’enorme quantità di innovazioni entusiasmanti nella finanza in questo momento”, ha affermato Osborne, aggiungendo che “le blockchain stanno trasformando i mercati finanziari e le transazioni online”.

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha citato in giudizio Coinbase lo scorso giugno, sostenendo che non si era registrata come borsa valori nazionale. La società sta combattendo la causa.

Osborne, che è stato cancelliere tra il 2010 e il 2016, da allora ha svolto una serie di altri lavori. Attualmente è partner della banca d’investimento boutique Robey Warshaw e presidente del British Museum.