Gio. Giu 20th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Carvana, il commerciante online di auto usate, ha recentemente riportato un quarto di un significativo flusso di cassa disponibile dopo lunghe perdite. La riduzione dei costi operativi ha avuto un ruolo. Ma sono stati cruciali anche alcuni giochi di prestigio legati alla ristrutturazione del debito.

La società e gli obbligazionisti hanno concordato uno scambio di debito all’inizio del 2023. Le nuove note erano dotate di una caratteristica che richiedeva forti aumenti delle spese per interessi. Tuttavia, tale aumento è derivato dall’aumento del saldo principale, piuttosto che tramite pagamenti regolari in contanti.

Si prevede che i cosiddetti interessi “pagamenti in natura”, insieme al più ampio risanamento del debito, ridurranno i costi annuali del servizio di cassa di quasi 500 milioni di dollari per Carvana.

Sempre più spesso le aziende si rivolgono al debito PIK per preservare la liquidità. I creditori, compresi i fondi di credito privati, sono felici di accettare il ritardo nella restituzione. Ma a molte aziende il respiro non basterà.

All’inizio di quest’anno, il gruppo di spazi di lavoro flessibili WeWork ha tagliato il suo saldo debito di circa un quarto e ha trasferito la maggior parte delle sue spese per interessi sulla consegna PIK. Tuttavia, nel giro di pochi mesi ha dichiarato bancarotta. Un risparmio di liquidità non potrebbe risolvere i suoi profondi problemi strutturali.

Il passaggio dei costi per interessi dalla liquidità con scadenza oggi al capitale con scadenza domani non dovrebbe modificare di per sé la valutazione di un’azienda. Tuttavia, il denaro risparmiato oggi può essere investito nella crescita dell’azienda, con un ritorno sperato in futuro.

Sfortunatamente, il debito PIK non è economico. Nel caso di Carvana, le tranche di titoli PIK maturano interessi in natura a tassi annuali del 12-14%.

Quando si torna al contante, i tassi sono inferiori di alcuni punti percentuali. Gli analisti di Creditsight notano che quando gli interessi torneranno in contanti entro due anni a Carvana, supereranno il livello precedente.

Per gli obbligazionisti e gli istituti di credito pazienti, il debito PIK può essere un’operazione proficua. Evitano una bancarotta complicata e aumentano la loro pretesa di proprietà se un Capitolo 11 arriva più tardi.

Le aziende, tuttavia, dovrebbero rimanere diffidenti nei confronti dell’etica “finanza ora, paga dopo” che potrebbe danneggiarle maggiormente nel lungo periodo.