Mar. Lug 16th, 2024
Hyundai prevede di quotare la business unit indiana in una delle più grandi IPO del paese

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

Hyundai sta progettando di quotare le sue attività indiane in quella che sarà una delle più grandi offerte pubbliche mai realizzate in India, tra l'aumento del numero di automobili e l'impennata dei mercati azionari nella grande economia in più rapida crescita del mondo.

La casa automobilistica sudcoreana venderà fino a 142 milioni di azioni, ovvero il 17,5%, della sua partecipazione in Hyundai Motor India sulle borse locali, secondo la bozza di prospetto vista dal MagicTech.

La documentazione, depositata sabato presso l'autorità di regolamentazione dei mercati finanziari dell'India, non specifica i prezzi. Si prevede che l'offerta raccolga circa 2,5 miliardi di dollari, valutando la società circa 25 miliardi di dollari, secondo una persona con conoscenza della questione.

La vendita potrebbe eclissare l’IPO da 2,45 miliardi di dollari della Life Insurance Corp of India di proprietà statale nel 2022, la più grande quotazione della nazione fino ad oggi.

I piani di quotazione di Hyundai derivano dalla forte domanda di veicoli, dalle berline ai SUV, in India, il terzo mercato automobilistico più grande del mondo. L'industria automobilistica rappresenta circa il 7% dell'economia indiana e le vendite nell'ultimo anno finanziario hanno raggiunto la cifra record di 4,2 milioni di unità.

Dal 1998 Hyundai, la seconda casa automobilistica indiana per vendite, ha venduto quasi 12 milioni di autovetture a livello nazionale ed esportazione, secondo il prospetto.

La quotazione sarà probabilmente programmata intorno alla festa indù di Diwali alla fine di ottobre, a seconda dei processi normativi e delle condizioni di mercato, ha detto la persona a conoscenza della questione.

Un portavoce della divisione indiana di Hyundai ha rifiutato di commentare. In un documento normativo di febbraio, il gruppo madre ha dichiarato: “Stiamo esaminando varie attività, inclusa la quotazione di un’unità estera per aumentare il valore aziendale”.

Kim Kwang-soo, analista di LS Securities a Seoul, ha scritto in un rapporto che Hyundai avrebbe raccolto circa Won3tn-Won4tn ($ 2,2 miliardi-$ 2,9 miliardi) nell'IPO e avrebbe utilizzato i proventi per aumentare la capacità nei suoi stabilimenti indiani. Ha stimato che l'India rappresenta circa l'8% degli utili netti di Hyundai.

Kranti Bathini, direttore della strategia azionaria presso WealthMills Securities di Mumbai, ha descritto la futura quotazione come “una grande novità per l'India” a causa della dimensione di Hyundai nel paese.

Il “mercato indiano è stato piuttosto forte e c'è molta liquidità in questo momento”, ha detto Bathini. “C'è un sentimento positivo in India, lo vedete entrambi [benchmark] gli indici che formano i massimi storici giornalieri e le vendite di automobili sono state piuttosto buone negli ultimi due anni”.

L'offerta di Hyundai è l'ultima di una serie di quotazioni in India quest'anno, poiché la forte domanda interna ha portato il mercato azionario del paese a livelli record, superando l'indice di Hong Kong in termini di capitalizzazione di mercato. Secondo il fornitore di dati Tracxn, quest’anno finora sono entrate sui mercati azionari indiani 112 aziende, rispetto alle 179 dell’intero 2023.

“L'India è pronta a assistere a uno straordinario aumento delle IPO”, ha affermato Neha Singh, cofondatore di Tracxn con sede a Bangalore.

“Molte aziende promettenti, che in precedenza contemplavano la quotazione, hanno accelerato i loro programmi di IPO per trarre vantaggio da questo mercato vivace”, ha affermato, indicando le prossime quotazioni del produttore di scooter elettrici Ola Electric e dell'azienda di consegna di cibo Swiggy, nonché delle filiali di multinazionali globali.