Gio. Mag 23rd, 2024
I flussi della stagione Isa aumentano di cinque volte

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

Quest'anno i risparmiatori Isa del Regno Unito sono tornati a investire in azioni, correndo a trarre vantaggio dal boom dei mercati azionari.

Secondo la rete di fondi Calastone, circa 1,93 miliardi di sterline sono stati investiti in fondi azionari tra il 15 febbraio e il 5 aprile, la fine della stagione Isa 2023-24. Si tratta di cinque volte l’importo investito nello stesso periodo dell’anno scorso e il livello più alto degli ultimi 10 anni.

Edward Glyn, responsabile dei mercati globali di Calastone, ha dichiarato: “[There has been a] corsa rialzista sui mercati azionari dall'inizio dell'anno. . . gli investitori vedono questa come un’opportunità significativa per aumentare le loro partecipazioni”.

Quasi 7 miliardi di sterline sono stati investiti su base netta in fondi azionari dai risparmiatori britannici nel primo trimestre di quest’anno, con ulteriori 2 miliardi di sterline affluiti nel mese di aprile.

L'S&P 500 è cresciuto del 10% tra l'inizio dell'anno e il 5 aprile, con il Dow Jones in rialzo del 3% e il Dax in rialzo dell'8%.

Glyn ha aggiunto che gli investitori sono “propensi al rischio”, il che significa che sono più disposti a correre rischi maggiori quando investono. Ciò ha provocato deflussi dai fondi del mercato monetario, che hanno visto i primi deflussi da parte degli investitori britannici ad aprile da gennaio 2023 con 100 milioni di sterline ritirati su base netta nel mese.

“Gli investitori stanno abbandonando i fondi del mercato monetario, che sono tradizionalmente più una classe di attività rifugio, e stanno inseguendo rendimenti elevati attraverso attività rischiose”, ha affermato Glyn. Anche se i dati di Calastone non sono esaustivi, si ritiene che offrano un'utile istantanea dei flussi di fondi di investimento.

La stagione Isa si riferisce al periodo tra febbraio e aprile in cui i risparmiatori sono incoraggiati a sfruttare appieno il loro limite Isa esentasse di £ 20.000 prima dell'inizio di un nuovo anno fiscale il 6 aprile. Questa franchigia può essere utilizzata per azioni, contanti e altri investimenti, e nessuna imposta è dovuta sugli interessi di risparmio, sui dividendi o sulle plusvalenze.

Nonostante il FTSE 100 sia salito dall'inizio dell'anno, culminando nel raggiungimento del massimo storico in aprile, gli investitori britannici hanno continuato a ritirare denaro dal mercato interno. Circa 665 milioni di sterline sono stati riscattati dai fondi focalizzati sulle azioni del Regno Unito ad aprile, il 35° mese consecutivo di deflussi per il settore durante il quale sono stati disinvestiti 21,3 miliardi di sterline.

Ad aprile, il cancelliere Jeremy Hunt ha annunciato un tentativo di incrementare gli investimenti nelle società quotate a Londra aumentando l’esenzione fiscale per il possesso di azioni del Regno Unito. Il governo sta portando avanti le proposte per un nuovo “British Isa” che fornirebbe ai risparmiatori ulteriori 5.000 sterline in esenzione fiscale quando investono in società del Regno Unito.

Gli investimenti dei risparmiatori britannici in fondi a reddito fisso sono proseguiti nel primo trimestre dell'anno, con 1,2 miliardi di sterline investiti e altri 422 milioni di sterline in aprile. La piattaforma di investimento Hargreaves Lansdown ad aprile ha affermato che i titoli di stato del Regno Unito sono stati il ​​prodotto a reddito fisso più popolare nei primi tre mesi di quest'anno poiché gli investitori si sono assicurati rendimenti interessanti.

Anche i fondi dei mercati emergenti hanno registrato deflussi netti, con gli investitori britannici che hanno interrotto un ciclo di investimenti netti durato 18 mesi e hanno venduto 162 milioni di sterline delle loro partecipazioni nei mercati emergenti ad aprile.