Dom. Lug 21st, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Flutter, il gruppo di gioco d’azzardo che possiede Paddy Power, sta progettando di abbandonare l’indice FTSE 100 del Regno Unito spostando la sua quotazione principale a New York, assestando un altro colpo al mercato azionario in difficoltà di Londra.

Se approvato dagli azionisti, il passaggio di Flutter alla quotazione primaria negli Stati Uniti, lontano dalla Borsa di Londra, potrebbe avvenire già quest’anno, ha affermato lunedì la società.

Il gruppo di gioco d’azzardo con sede in Irlanda ha affermato che una quotazione primaria negli Stati Uniti offrirebbe “accesso a mercati di capitali molto più profondi” e a nuovi investitori dall’altra parte dell’Atlantico. Il consiglio prevede di mantenere una quotazione secondaria nel Regno Unito dopo il trasferimento, ma è necessaria una quotazione primaria per l’inclusione nel FTSE 100.

L’annuncio di Flutter, una delle prime 20 società del FTSE con una valutazione di circa 29 miliardi di sterline, è un’altra battuta d’arresto per il mercato azionario di Londra.

Diverse società hanno recentemente deciso di abbandonare le loro attuali quotazioni nel Regno Unito a favore di borse rivali come New York e Francoforte, citando una significativa diminuzione della liquidità sui mercati azionari britannici negli ultimi anni e il potenziale per valutazioni più elevate negli Stati Uniti.

La miniera BHP, il gruppo di materiali da costruzione CRH, la società di imballaggi Smurfit Kappa e il fornitore di impianti idraulici Ferguson sono tra le società ad aver abbandonato il FTSE 100 per quotazioni primarie in Australia o negli Stati Uniti. Lo scorso anno il progettista britannico di chip Arm si è recato a New York, resistendo alle pressioni affinché scegliessero Londra.

Anche il sondaggista britannico YouGov e il più grande tour operator europeo Tui stanno valutando la possibilità di cancellare la loro quotazione a Londra.

I ministri del Regno Unito stanno tentando di sostenere il mercato londinese attraverso una serie di riforme normative e misure per incoraggiare i fondi pensione a investire in società private ad alta crescita, che potrebbero eventualmente quotarsi in borsa.

Il governo sta inoltre preparando una potenziale offerta al dettaglio di azioni di NatWest, la banca di cui possiede ancora una partecipazione di oltre un terzo dopo averla salvata durante la crisi finanziaria del 2008.

Flutter ha annunciato il piano di spostare la sua sede di negoziazione primaria in quanto le azioni ordinarie della sua società hanno debuttato lunedì in una nuova quotazione secondaria sulla Borsa di New York, mentre la sua quotazione secondaria a Dublino è stata cancellata. Subito dopo l’annuncio le sue azioni sono crollate dell’1,4%, chiudendo in ribasso dello 0,9%.

“Crediamo che una quotazione primaria negli Stati Uniti sia la sede naturale per Flutter”, ha affermato l’amministratore delegato Peter Jackson, sottolineando che si prevede di realizzare la maggior parte dei suoi profitti negli Stati Uniti nel prossimo futuro.

La società, che possiede anche il marchio Sportsbet, sta valutando una quotazione primaria negli Stati Uniti dallo scorso febbraio e ha affermato che l’idea ha ricevuto feedback “molto favorevoli” dai suoi investitori e azionisti.

I ricavi non certificati per i suoi libri di sport e giochi statunitensi sono aumentati del 26% a 1,14 miliardi di sterline nell’ultimo trimestre del 2023, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo è notevolmente superiore ai ricavi di 647 milioni di sterline generati nel Regno Unito e in Irlanda.

Le società di gioco d’azzardo hanno speso ingenti somme in marketing negli Stati Uniti nella speranza di trarre vantaggio dal boom del gioco d’azzardo online del paese, da quando la Corte Suprema ha revocato il divieto federale sulle scommesse sportive nel 2018.

FanDuel, l’azienda statunitense di Flutter, detiene una quota di entrate lorde pari al 43% del mercato delle scommesse sportive nel paese, rivaleggiando con il colosso degli sport fantasy e del gioco d’azzardo online DraftKings.

Allo stesso tempo Flutter, insieme a concorrenti come 888, è stata colpita da una regolamentazione più severa nel Regno Unito e in Irlanda mentre i governi cercano di affrontare i problemi del gioco d’azzardo.