Sab. Feb 24th, 2024

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Iniziamo l’anno alla grande! Con questo intendo dire che ho deciso di destinare un po’ di denaro a un fondo quotato in borsa (ETF) bitcoin se ne sarà presto disponibile uno. E-mail al solito indirizzo.

Ho deciso la settimana scorsa mentre correvo lungo la costa di Exmoor, tra ripide scogliere che si tuffano nelle onde. Molti lettori diranno che è lì che finiranno i miei risparmi per la pensione. Ma, come ho scritto l’estate scorsa, è ora di correre più rischi.

E non esiste una storia di investimento più grande in questo momento. Le ricerche su Google per “bitcoin ETF” sono triplicate nell’ultima settimana. La più grande criptovaluta del mondo ha iniziato il 2024 con un valore del 7% in più. Da ottobre aggiungi uno zero.

Il catalizzatore è l’aspettativa che la Securities and Exchange Commission stia per dare il via libera a molteplici applicazioni spot (puoi già acquistare ETF con contratti futures su bitcoin). Bloomberg ritiene che ci sia una probabilità del 90% che l’approvazione venga data entro il 10 gennaio.

È preciso quasi quanto il mio amico Chris. Prima di iniziare la mia corsa mi ha detto che c’era una probabilità del 98% che i prezzi dei bitcoin raddoppiassero quest’anno. Anche se avesse ragione a metà, non hai bisogno del mio corso di statistica del secondo anno a Cambridge per sapere che si tratta di un rendimento fisso del 50%.

Sarei un pazzo a perderlo. Inoltre, ho cambiato la mia opinione sull’idoneità degli ETF bitcoin per gli scommettitori al dettaglio. Mi preoccupava il fatto che sembrassero fallire almeno due test SEC quando si tratta di protezione degli investitori e integrità del mercato. Lo fa ancora.

Prendi la custodia sicura. Nessuno può “rubare” un ETF, ovviamente, e le bande non hanno la minima idea di dove nascondere il tuo “portafoglio freddo” – se preferisci tenere i bitcoin offline. Anche i portafogli digitali utilizzati dagli ETF sono sicuri.

Ma i ladri possono razziare gli scambi più grandi e popolari – e lo hanno fatto – minando i prezzi. Ricorda che l’unico scopo di un ETF spot è quello di replicare un prezzo. Pertanto non importa se le monete fuori borsa sono sicure.

L’integrità dell’intero sistema può essere violata. È un po’ come sentirsi a proprio agio che le tue azioni Apple siano al sicuro con un custode, anche se Gru da Detestabile me può far sparire i negozi al dettaglio con una pistola a raggi.

Gli ETF spot bitcoin falliscono anche un altro test cruciale: se il mercato sottostante può essere monitorato in misura sufficiente per prevenire frodi o manipolazioni. Questo è principalmente il motivo per cui le precedenti domande della SEC sono state respinte.

Certo, le blockchain sono registri permanenti. Ma le transazioni bitcoin sono pseudonime e possono coinvolgere più indirizzi. È irrilevante che un ETF sia trasparente se gli asset che detiene non lo sono.

Inoltre, secondo i dati, le cosiddette “balene” dominano la proprietà, con lo 0,25% degli indirizzi che detengono l’80% dell’offerta totale di bitcoin. Bitinfocharts dati. Si ritiene che chiunque abbia inventato il bitcoin possieda 1,1 milioni di monete.

Si tratta di circa un ventesimo dell’offerta totale fino ad oggi – e ci sono almeno cinque portafogli che contengono circa 100.000 monete ciascuno, secondo Arkham Intel. Mi sembra che la possibilità di spostare i prezzi sia enorme, e questo prima ancora di prendere in considerazione le frodi.

Detto questo, più pensi al bitcoin come a un investimento, in un ETF o meno, i suoi numerosi difetti non differiscono enormemente dalla maggior parte degli altri asset regolamentati che possiedi felicemente.

Per quanto riguarda la concentrazione della proprietà, Bitcoin impallidisce di fronte alla partecipazione del 48% di Bernard Arnauld in LVMH, per non parlare della sua quota di voto di maggioranza. Mark Zuckerberg possiede il 13% di Facebook, così come Elon Musk di Tesla. Quei ragazzi spostano i prezzi ogni volta che sbattono le palpebre.

Un altro motivo per cui la gente dice che il bitcoin non ha posto nei portafogli seri è perché non esiste: solo uno e zero senza valore intrinseco. Ma negli altri miei fondi possiedo molti beni invisibili che valgono solo quanto gli altri sono disposti a pagare per averli.

Per le società del mio fondo FTSE 100, ad esempio, il valore contabile tangibile rappresenta solo il 45% del valore patrimoniale netto totale. In altre parole, neanche la maggior parte dell’ETF esiste: marchi aziendali, buona volontà e simili.

Anche il fatto che Bitcoin non produca alcun reddito è citato come un problema. Non è quindi altro che un asset speculativo. E allora? Oro, auto d’epoca e terreni non edificati sono la stessa cosa. Secondo questa definizione, lo è anche la casa o l’appartamento in cui vivi.

Inoltre, un quinto delle azioni dell’S&P 500 non ha reso un centesimo neanche l’anno scorso – alcune non lo fanno mai, tra cui Facebook, Berkshire Hathaway e Amazon. La teoria finanziaria ci dice che in ogni caso non dovremmo preoccuparci dei dividendi.

Questo si collega ad un’altra preoccupazione che non condivido: che bitcoin sia quindi impossibile da valorizzare. Non hai bisogno di un flusso di reddito per valutare i beni: chiedi a qualsiasi commerciante d’arte. Con la stessa curva di offerta verticale di un dipinto una tantum – 19,6 milioni dei 21 milioni massimi di bitcoin sono già in circolazione – la domanda determina i prezzi.

Inoltre, cosa non è difficile da valutare? Gli analisti sbagliano regolarmente su ogni classe di asset, mentre la maggior parte dei gestori di fondi attivi sottoperforma. In Europa, ad esempio, oltre il 90% dei fondi azionari attivi ora seguono i propri benchmark per oltre un decennio, sulla base di Dati S&P Dow Jones.

Infine, mi piace il fatto che la correlazione del bitcoin con le principali classi di attività sia inferiore a 0,25: sarà lo zio pazzo nel mio portafoglio. Certo, ha anche una volatilità annualizzata avvicinandosi al 50%. (non tutti i parenti?), ma poiché i rendimenti sono così elevati, i rendimenti corretti per il rischio rimangono interessanti.

Quindi forza SEC, divertiti un po’, perché no! O almeno sii coerente: ci sono moltissimi modi in cui i miei risparmi possono schiantarsi in mare che già approvi.

L’autore è un ex gestore di portafoglio. E-mail: [email protected]; Twitter: @stuartkirk__