Gio. Mag 23rd, 2024
La chiusura del revisore dei conti di Trump Media ritarda le IPO e i risultati aziendali

Rimani informato con aggiornamenti gratuiti

La chiusura della società di revisione del gruppo di social media dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump minaccia di far fallire i piani di diverse aziende di quotarsi in borsa e di costringere decine di società quotate a ritardare i loro risultati finanziari.

Questo mese la Securities and Exchange Commission ha accusato BF Borgers – uno dei revisori più utilizzati negli Stati Uniti, precedentemente utilizzato da Trump Media & Technology Group – e il suo fondatore di aver falsamente dichiarato ai clienti che il suo lavoro di revisione sarebbe stato conforme agli standard statunitensi. L’ha accusata di “frode massiccia” e ha affermato che tre quarti dei suoi audit erano errati.

L'improvvisa chiusura di Borgers ha provocato un'onda d'urto nel settore small-cap statunitense nel pieno della stagione degli utili. Nove società a microcapitalizzazione che pianificavano offerte pubbliche iniziali erano clienti dell'azienda ormai caduta in disgrazia, mentre circa 170 società pubbliche che avevano assunto Borgers si sono improvvisamente trovate ad aver bisogno di un nuovo contabile pubblico iscritto all'albo.

“L’effetto a catena è stato grande”, ha affermato Agnes Cheng, professoressa di contabilità presso la John T Steed School of Accounting dell’Università dell’Oklahoma. Ha paragonato Borgers a un piccolo Arthur Andersen, il revisore dei conti crollato più di 20 anni fa dopo essere rimasto coinvolto nello scandalo Enron.

I nove ex clienti di Borgers – tra cui l’operatore di droni Droneify Holdings, la società di robotica degli Emirati Arabi Uniti Micropolis Robotic e il gruppo blockchain TessPay – speravano di raccogliere un totale di 150 milioni di dollari attraverso offerte pubbliche, secondo i documenti analizzati dalla società di ricerca e gestione patrimoniale Renaissance Capital, che fornisce Fondi negoziati in borsa focalizzati sull'IPO.

Ognuna di queste società deve ora far ricontrollare i propri conti da un nuovo revisore dei conti. Non è chiaro quanti abbiano trovato dei sostituti.

Key Mining, con sede in Florida, che estrae rame e titanio in Cile, avrebbe dovuto essere quotata a New York questa settimana, ma non è riuscita a farlo. La società ha rifiutato di commentare. Nessuna delle altre otto società ha risposto alle richieste di commento.

I documenti presentati alla SEC suggeriscono inoltre che molte società quotate che si sono affidate a Borgers tarderanno a presentare i propri risultati. La SEC ha dichiarato all’inizio di questo mese che avrebbe consentito una “proroga limitata della scadenza” per le aziende interessate.

Il gruppo biotecnologico Next-ChemX ha dichiarato in una dichiarazione del 6 maggio che era in procinto di assumere un altro revisore dei conti, “insieme a molte altre società che si trovano nella stessa situazione”, aggiungendo che c'era una “reale possibilità” che ciò accadesse. essere lenti nel presentare i rendiconti finanziari.

American Rebel, che produce casseforti in cui riporre armi da fuoco, era un ex cliente di Borgers. Il suo presidente, Doug Grau, ha detto che il crollo della società di revisione “è arrivato all'improvviso”.

Ha aggiunto: “Eravamo a un giorno o due dalla presentazione della domanda. . . col senno di poi si potrebbe dire “come hai fatto a non prevederlo?” Ma non l'abbiamo fatto. Mette un’azienda come la nostra in una posizione davvero difficile”.

Il gruppo di telecomunicazioni FullNet Communications, la società mineraria Atlas Lithium e il gruppo di intrattenimento Lingerie Fighting Championships sono stati tra le oltre 50 aziende a licenziare ufficialmente Borgers questa settimana. Di questi, 14 hanno già trovato un sostituto.

La TMTG di Trump si è assicurata Semple, Marchal & Cooper come nuovo revisore dei conti.

Gold Rock Holdings, Eva Live e Bioforce Nanoscience hanno scritto separatamente martedì di aver assunto Michael Gillespie & Associates. La chiusura di Borgers all'inizio di questo mese “è stato ovviamente un evento significativo in questo campo, quindi c'è stata molta gente che ne ha parlato”, ha detto Gillespie al MagicTech.

Senza ammettere o negare i risultati della SEC, sia Borgers che il suo fondatore Ben Borgers sono stati multati e vietati di esercitare la professione di contabile davanti all'autorità di regolamentazione. Il “fallimento deliberato e sistemico” dell’azienda nel soddisfare gli standard professionali ha influenzato più di 1.500 dichiarazioni aziendali da gennaio 2021 a giugno 2023, ha affermato la SEC. Almeno 16 aziende hanno abbandonato Borgers all’inizio di quest’anno.

“Meglio per molte aziende dover affrontare l’inconveniente di trovare un nuovo revisore dei conti piuttosto che [Borgers] rimanere impuniti”, ha detto una persona a conoscenza dei precedenti dell'azienda.