Ven. Mag 24th, 2024
L'accordo da 3 miliardi di dollari di Mubadala con la Fortezza supera l'ostacolo normativo cruciale degli Stati Uniti

Sblocca gratuitamente il Digest dell'editore

L'offerta da 3 miliardi di dollari di Mubadala Capital per Fortress Investment Group, un potente investitore nei mercati del credito con una grande scommessa sulle infrastrutture ferroviarie statunitensi, ha superato un significativo ostacolo normativo dopo che le parti hanno concordato importanti concessioni.

Il Comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti ha approvato la vendita di una quota di maggioranza azionaria da parte di Fortress a Mubadala, il braccio investimenti del fondo sovrano di Abu Dhabi con un patrimonio di quasi 300 miliardi di dollari, hanno riferito tre persone informate sulla questione.

L’autorizzazione arriva dopo che Mubadala ha accettato di lasciare che il gruppo di investimento si impegnasse a mantenere dati e tecnologia all’interno degli Stati Uniti, oltre a un precedente impegno di rinunciare al controllo quotidiano su Fortress. La nuova concessione arriva mentre Washington è sempre più concentrata sulla protezione della proprietà intellettuale degli Stati Uniti, che abbraccia software di sicurezza informatica e algoritmi di dati, hanno osservato le fonti.

Ottenere l'approvazione di Cfius segna una pietra miliare significativa nella conclusione di una transazione concordata per la prima volta circa un anno fa con l'attuale proprietario di Fortress, la giapponese SoftBank.

Accettando di rinunciare al controllo quotidiano su Fortress, che gestisce asset per 48 miliardi di dollari, Mubadala ha raggiunto un accordo simile a quello concordato da SoftBank quando acquistò l'azienda nel 2017.

Il MagicTech ha riferito per la prima volta che Cfius stava esaminando la transazione lo scorso luglio, tra le preoccupazioni di Washington sui legami degli Emirati Arabi Uniti con la Cina. L'accordo è stato visto come una prova di fiducia da parte dei funzionari nei confronti dei grandi fondi mediorientali che assumono la proprietà diretta dei gruppi di investimento statunitensi.

Fortress, Mubadala e il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti hanno rifiutato di commentare.

Il settore della gestione patrimoniale sta attraversando un’ondata di consolidamento poiché grandi gruppi di investimento come BlackRock, Franklin Templeton e T Rowe Price si spingono oltre le loro radici nei mercati quotati, utilizzando acquisizioni per costruire la loro esposizione al mondo in più rapida crescita degli investimenti privati.

Le banche e le compagnie assicurative hanno anche creato partnership significative con gruppi di private equity e di credito come Blackstone e Warburg Pincus, cercando la loro competenza in materia di investimenti.

Il patrimonio gestito del mercato privato è cresciuto di quasi il 20% all’anno dal 2018 ha raggiunto i 13,1 trilioni di dollari a partire dallo scorso giugno.

L'accordo con Fortress spingerà Mubadala, gestita dall'amministratore delegato Khaldoon al-Mubarak, tra i maggiori investitori creditizi del mondo.

I fondi sovrani come Mubadala hanno sempre più cercato legami più stretti con i gruppi di investimento statunitensi più grandi e di maggior successo, che a loro volta stanno cercando di ottenere mandati di investimento in Medio Oriente.

L’accordo Fortress spingerà Mubadala, guidato da Khaldoon al-Mubarak, tra i maggiori investitori creditizi del mondo © Immagini d'azione tramite Reuters

Mubadala detiene una partecipazione di minoranza nel gruppo di private equity tecnologico statunitense Silver Lake e ha creato ampie partnership di prestito e investimento con Apollo Global.

BlackRock nel frattempo ha stretto un accordo il mese scorso con il governo dell'Arabia Saudita per aprire una società di investimento multiclasse a Riyadh, ancorata a un mandato di 5 miliardi di dollari da parte del Fondo di investimento pubblico del regno.

Fin dall’inizio, la vendita della Fortress è stata strutturata in modo da placare le preoccupazioni normative. Anche se Mubadala sta acquistando una quota di controllo del 70%, i dipendenti di Fortress acquisiranno il controllo del gruppo di investimento con il controllo di maggioranza sul suo consiglio di amministrazione.

La struttura di controllo del consiglio di amministrazione ha lo scopo di consentire a Fortress di gestire le proprie operazioni indipendentemente dal più ampio portafoglio di investimenti di Mubadala, dando ai suoi dipendenti il ​​pieno controllo sulle loro decisioni di investimento e sugli sforzi di raccolta fondi.

I dirigenti di Fortress avrebbero la possibilità di aumentare la loro proprietà nell'operazione di investimento nei prossimi anni, a seconda della sua performance, con la possibilità eventualmente di riprenderne la maggioranza, hanno detto le persone informate sulla questione.