Ven. Mar 1st, 2024

L’attività manifatturiera giapponese si è contratta al massimo in 10 mesi a dicembre, mentre la domanda diminuiva nella più grande economia avanzata dell’Asia.

L’indice dei responsabili degli acquisti manifatturieri della Au Jibun Bank Japan si è attestato a 47,9, il valore più basso dallo scorso febbraio e ben al di sotto della soglia di 50 punti che separa l’espansione dalla contrazione.

La debole domanda interna ed estera di beni giapponesi ha intaccato i nuovi ordini e la produzione e ha trascinato al ribasso il PMI.

“È stato segnalato che la domanda è inferiore da parte dei principali clienti esportatori con sede in Cina, Europa e Nord America, e da settori importanti come l’elettronica”, ha affermato Paul Smith, direttore economico di S&P Global Market Intelligence.

“Ciononostante le pressioni sui costi sono aumentate, con l’inflazione dei prezzi di acquisto che ha raggiunto il livello più alto in tre mesi”, ha aggiunto.