Ven. Mag 24th, 2024
Il capo di Grindr invita alla cautela nel fornire dati personali sull'app di incontri gay

L'amministratore delegato di Grindr ha messo in guardia gli utenti dalla divulgazione di informazioni personali attraverso l'app di incontri gay, sulla scia di uno scandalo politico nel Regno Unito che ha accresciuto le preoccupazioni sulla sicurezza online.

“In definitiva, gli utenti devono stare attenti a come utilizzano il prodotto”, ha detto George Arison al MagicTech. “Posso fare tutto il possibile come azienda per sostenerli, ma alla fine devi essere discreto – se è necessario esserlo – da solo”, ha detto.

I commenti arrivano dopo che il deputato apertamente gay William Wragg ha ammesso di aver rivelato i numeri di telefono di altri parlamentari a un uomo incontrato su Grindr. Wragg, che da allora ha lasciato il partito conservatore al potere, è rimasto coinvolto in una cosiddetta operazione honeytrap a Westminster dopo aver condiviso immagini intime con la stessa persona. L'incidente è ora oggetto di un'indagine della polizia.

Arison ha affermato che un terzo degli utenti erano “discreti” sulla piattaforma, nel senso che non si identificavano. Ha aggiunto che “la privacy è fondamentale” per Grindr poiché deve proteggere la sicurezza degli utenti che potrebbero vivere in paesi in cui essere gay è illegale o socialmente non accettato.

Nel frattempo, questa settimana è stata intentata una causa di massa sulla protezione dei dati presso l'Alta Corte di Londra, sostenendo che Grindr ha condiviso informazioni private, compreso lo stato di HIV, con terze parti senza consenso.

Grindr ha affermato che intende “rispondere vigorosamente a questa affermazione, che sembra essere basata su una descrizione errata delle pratiche di più di quattro anni fa”. Ha aggiunto di non aver mai monetizzato o condiviso informazioni sanitarie per scopi commerciali.

Arison ha dichiarato al FT che Grindr “sceglie attivamente di non fornire informazioni sugli utenti ai nostri partner terzi”, il che ha portato a meno investimenti pubblicitari poiché non offre pubblicità completamente mirata.

George Arison, amministratore delegato di Grindr, afferma che l'app di incontri gay ha diverse funzionalità di privacy integrate ©Mauro Pimentel/AFP/Getty Images

Grindr ha diverse funzionalità per proteggere l'anonimato dei suoi utenti, come le foto con scadenza, che impediscono agli utenti di acquisire uno screenshot, e un'opzione di privacy per evitare di apparire nella griglia generale degli utenti con cui interagire.

Arison, che ha preso il timone di Grindr 18 mesi fa, ha detto che l'app sta sviluppando un “impegno”, che le consente di conservare la foto del mittente e di rilasciarla solo quando il destinatario ne invia una.

“Ci sono tutte queste funzionalità già integrate per creare maggiore privacy per le persone, non solo per le persone che svolgono determinate professioni, ma perché molti utenti ne hanno bisogno per la loro sicurezza”, ha aggiunto Arison.

Le azioni dell'app di appuntamenti hanno avuto un andamento sulle montagne russe dalla quotazione pubblica della società nel novembre 2022 attraverso una fusione con una società di acquisizione per scopi speciali. I prezzi delle azioni quadruplicarono al loro debutto in borsa, ma crollarono drasticamente il mese successivo. Da allora il titolo è salito a oltre 10 dollari nell’ultimo mese, il livello più alto da quando la società è stata quotata in borsa.

Grafico a linee del prezzo delle azioni ($) che mostra il rally di Grindr dopo lo scoppio della bolla Spac

Le app di appuntamenti, incluso Grindr, spesso adottano un modello di business “freemium”, che offre la maggior parte delle funzionalità agli utenti senza alcun costo ma addebitando opzioni avanzate.

Arison si è concentrata nel compiacere gli investitori attraverso misure che includono una ristrutturazione del debito da 359 milioni di dollari. È desideroso di aumentare la pubblicità, che secondo lui rappresenta circa il 15% delle entrate.

“Dovrebbero esserci più pubblicità su Grindr perché se vogliamo mantenere un prodotto molto robusto, dobbiamo comunque pagare per il lavoro”, ha affermato.

Gli utenti attivi mensili di Grindr sono cresciuti dell'8% lo scorso anno raggiungendo i 13 milioni; tuttavia, solo il 7% sono abbonati paganti.

“Quando [more than] Il 90% degli utenti non paga abbonamenti, è ragionevole avere annunci pubblicitari”, ha affermato, aggiungendo che Grindr sta investendo in team di vendita per attirare più inserzionisti e prevede di offrire più scelte sul posizionamento e sul formato degli annunci, come i video. Tuttavia, dovrà rassicurare i marchi che dispone di un’adeguata moderazione dei contenuti e di protocolli di sicurezza in atto.

“La maggior parte delle agenzie pubblicitarie non ci conosce [and] questo dipende da noi”, ha detto. “Quindi abbiamo bisogno di un approccio più forte verso tutti questi luoghi. Questo è [about] professionalizzare un po’ di più la nostra organizzazione come azienda pubblica e cercare attivamente accordi pubblicitari”, ha aggiunto.

Tali accordi finanzieranno le nuove offerte di prodotti di Grindr, compresi gli investimenti nell’intelligenza artificiale.

Al momento, agli utenti viene mostrata una griglia di altri utenti in base alla posizione, che rimarrà l’esperienza “principale” e non è coinvolta alcuna intelligenza artificiale. Arison ha definito questa funzionalità il “Santo Graal” che ha dato agli utenti “immediatezza e vicinanza”.

Tuttavia, la società sta esplorando una griglia algoritmica opzionale che abbinerebbe gli utenti tramite l’intelligenza artificiale. Sta anche valutando la possibilità di analizzare i messaggi di chat, con il permesso degli utenti, per assistere nelle partite e migliorare il suo chatbot “Wingman”. Wingman, che dovrebbe essere rilasciato il prossimo anno, fungerà da assistente AI per suggerire con chi parlare sull'app, aiutare a redigere messaggi e fornire consigli su idee per appuntamenti.

Arison desidera attirare nuovi utenti a un ritmo accelerato, ma si asterrà comunque dal “tentare attivamente di rivolgersi alle donne”, che a suo avviso richiedono un'offerta di prodotti diversa.

“Grindr è fondamentalmente ancora un prodotto per uomini gay e bisessuali”, ha detto. “Questo è ciò in cui siamo specializzati e, francamente, questo è il set di funzionalità che abbiamo creato”, ha affermato.

“Il sesso è una parte molto importante della vita gay: vogliamo relazioni, vogliamo networking, ma spesso iniziano con un sottofondo di immediatezza e intimità”, ha aggiunto.