È l’ultimo giorno di negoziazione di luglio e le azioni sono in aumento e sulla buona strada per registrare il loro mese migliore dalla fine del 2020. Questo è un bel rimbalzo dal primo semestre difficile ed è stato aiutato da alcuni guadagni ottimistici di Big Tech.

È bello concludere con una nota ottimistica, perché questa è anche la mia ultima #techFT e la newsletter si prenderà una lunga pausa durante l’estate, prima di tornare, si spera, nel corso dell’anno. Ho scritto il primo #techFT dal Web Summit a Dublino nel novembre 2015 e sto passando a modificare la tecnologia e altre storie per il FT di Hong Kong.

Grazie per aver letto negli ultimi sei anni circa, e se hai qualche idea sulla newsletter e su cosa vorresti vedere in una nuova iterazione, faccelo sapere a [email protected] Nel frattempo, ti preghiamo di considerare di iscriverti con un clic alle nostre altre newsletter relative alla tecnologia mentre siamo via — lunedì FintechFT e il venerdì Criptofinanza. Puoi ancora ottenere i titoli giornalieri sul mondo della tecnologia facendo clic per seguire l’argomento della tecnologia e puoi anche impostare un riepilogo e-mail giornaliero o settimanale con storie tecniche.

Tornando a quei guadagni positivi: Amazon le azioni sono scambiate in aumento di quasi il 12% dopo aver superato le aspettative di fatturato e offerto una previsione ottimista per il resto dell’anno, riferisce Dave Lee,

Amazon ha frenato i costi e ha affermato che prevede di tornare a una crescita dei ricavi trimestrali a due cifre ora che i confronti anno su anno con i periodi colpiti dalla pandemia di coronavirus nel 2020 e nel 2021 erano passati. Le ottime prestazioni della sua attività cloud di Amazon Web Services e del suo braccio pubblicitario in rapida crescita sono state accreditate per i ricavi migliori del previsto, compensando un altro calo anno su anno nelle vendite dei negozi online.

Mela è del 3% in più dopo che il produttore di iPhone ha affermato che i ricavi sono aumentati del 2% rispetto a un anno fa a 83 miliardi di dollari, leggermente al di sopra delle previsioni degli analisti di 82,8 miliardi di dollari, riferisce Patrick McGee.

Ad aprile aveva avvertito fino a 8 miliardi di dollari di battute d’arresto relative a problemi di fornitura e produzione per il trimestre. Ma il capo delle finanze Luca Maestri ci ha detto ieri che quei costi sono finiti per essere inferiori a $ 4 miliardi e le cose dovrebbero migliorare nel trimestre in corso. “Nel contesto attuale, se non cambia nulla, prevediamo che i vincoli di fornitura saranno inferiori a quelli che abbiamo visto a giugno”, ha affermato.

Delle altre cinque grandi società tecnologiche che hanno riportato questa settimana, Alfabeto e Microsoft stanno estendendo i guadagni dopo i rapporti ottimisti, mentre Facebook-genitore di Meta le azioni stanno subendo ulteriori perdite dopo aver avvertito che il deterioramento del contesto economico stava colpendo il suo core business pubblicitario.

L’Internet delle (cinque) cose

1. Allarmi Intel con calo delle entrate
Le azioni Intel sono diminuite di quasi il 9% dopo che il produttore di chip ha scioccato Wall Street con un calo delle entrate nell’ultimo trimestre e un taglio delle sue prospettive finanziarie per il resto dell’anno. L’amministratore delegato Pat Gelsinger ha affermato che i risultati erano “al di sotto degli standard che abbiamo fissato” e ha aggiunto che “un improvviso e rapido declino dell’attività economica è stato il principale fattore trainante” dietro il calo delle entrate, ma che rifletteva anche “problemi di esecuzione”.

2. Il Congresso approva la legge Chips
Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato il Chips and Science Act da 280 miliardi di dollari, che fornisce 52 miliardi di dollari in sussidi ai produttori di chip statunitensi e oltre 100 miliardi di dollari in investimenti in tecnologia e scienze, inclusa la creazione di centri di innovazione regionali e l’espansione del lavoro della National Science Foundation. L’atto mira a rendere gli Stati Uniti più competitivi con la Cina,

3. Ma intende cedere il controllo di Ant
L’imprenditore miliardario Jack Ma ha in programma di rinunciare al controllo di Ant Group, un cambiamento che ritarderebbe ulteriormente i piani della fintech cinese di lanciare un’offerta pubblica iniziale. Lex spiega che le società che subiscono cambiamenti di proprietà di controllo devono attendere tre anni prima di poter quotarsi sui mercati della Cina continentale.

4. Finanziamenti in fibra vergine
Virgin Media O2 si è assicurata un investimento di 4,5 miliardi di sterline per una joint venture nella costruzione di fibre con i proprietari Telefónica e Liberty Global mentre il gruppo cerca di sfidare BT e rivali minori che stanno rapidamente installando infrastrutture di rete ultraveloci nel Regno Unito. Mira a costruire una nuova rete full-fibra che fornirà connettività a un massimo di 7 milioni di case.

5. La firma cade quando la crittografia si arresta in modo anomalo
Signature Bank, la 30a banca americana per asset, è stata anche una delle più performanti del paese lo scorso anno, spinta dalla decisione di corteggiare i crescenti depositi del settore delle criptovalute. Tuttavia, poiché le criptovalute sono crollate, anche il prezzo delle azioni di Signature Bank è crollato, riferiscono Dan McCrum e Josh Franklin. In Corea del Sud, le autorità di regolamentazione stanno indagando per $ 3,1 miliardi di transazioni valutarie “anomale” presso due delle più grandi banche commerciali del paese per possibile riciclaggio di denaro legato a investimenti in criptovalute.

Strumenti tecnologici: tecnologia per insetti

House & Home di questa settimana esamina Pollinator Pathmaker, parte di una nuova ondata di app e gadget che ci stanno sensibilizzando alle esigenze degli insetti e incoraggiandoci a ripensare a chi – e a cosa – servono i nostri giardini. Lo strumento online, ospitato su pollinator.art, genera schemi di impianto che attraggono diverse specie impollinatrici. Dopo aver inserito le dimensioni del tuo appezzamento e selezionato l’esposizione alla luce e il tipo di terreno del tuo sito, sceglierà tra 150 piante per creare un design unico, fornendoti istruzioni per la semina da scaricare. Scegli “visione impollinatore” e puoi vedere il tuo giardino attraverso gli occhi di un insetto, con il software che si avvicina ai colori che rileverebbe.

La tecnologia degli insetti sta diventando sempre più sofisticata. L’azienda bulgara Pollenity offre già sensori Beebot agli apicoltori hobbisti e mira a portare presto sul mercato un insetto robotico, dopo averlo testato dal vivo quest’estate. Il loro RoboBee esegue la “danza oscillante” di un’ape per guidare lo sciame di un alveare verso i fiori e lontano dai pericoli.